Post

Visualizzazione dei post con l'etichetta inverno

Un racconto per amare di più la natura e meno il cellulare: "Il Bosco Incantato di Pixel" (creato da Copilot microsoft)

**Il Bosco Incantato di Pixel** C'era una volta un bosco incantato chiamato Pixel, dove gli alberi sussurravano storie antiche e i fiori danzavano al ritmo del vento. In questo bosco magico, viveva un piccolo folletto di nome Luce, che aveva il potere di far brillare le cose con un semplice tocco. Un giorno, Luce notò che i bambini del villaggio vicino passavano tutto il loro tempo a fissare dei piccoli rettangoli luminosi, chiamati cellulari, dimenticandosi di giocare all'aria aperta. Preoccupato, Luce decise di usare la sua magia per mostrare ai bambini la bellezza della natura. Con un pizzico di polvere di stelle, Luce fece sì che ogni cellulare mostrasse immagini del bosco incantato. Gli alberi sembravano così reali che i bambini sentirono il profumo del muschio e il canto degli uccellini. Incantati, misero da parte i cellulari e corsero verso il bosco. Arrivati nel bosco, i bambini scoprirono un mondo di meraviglie. Inseguirono farfalle arcobaleno, costruirono castelli di

Gianni Rodari: filastrocche e racconti d'inverno

Immagine
Il  23 ottobre 2020 il Maestro Gianni Rodari avrebbe compiuto 100 anni. Gianni Rodari è nato a Omegna nel 1920; maestro, scrittore, giornalista, nel 1970 consegue il prestigioso premio «Hans Christian Andersen», considerato il «Nobel» della letteratura per l’infanzia. Dagli appunti raccolti in una serie di incontri con educatori, alunni, bibliotecari nasce nel 1973, Grammatica della fantasia , punto di riferimento per chi si occupa di educazione alla lettura e di letteratura per l’infanzia. Gianni Rodari è morto a Roma nel 1980. Tra le sue opere più significative: Le avventure di Cipollino , Gelsomino nel paese dei bugiardi, Filastrocche in cielo e in terra, Favole al telefono, Il libro degli errori, C’era due volte il barone Lamberto. Scrittore fra i più letti e tradotti nel mondo, amato per la bellezza ironica e attuale delle sue favole, racconti, filastrocche, Rodari è Maestro dell'invenzione creativa. Considerato soprattutto in passato un autore per ragazzi, oggi è apprezzato a

"La pianura in inverno" descrizione di Guy De Maupassant - Analisi del testo

Immagine
  La pianura in inverno La grande pianura è bianca, immobile e senza voce. Non un rumore, non un suono, tutta la notte la vita è spenta. Solo si ode l'urlo di un cane senza rifugio. Non più canzoni, non più fiori, non più verde: gli alberi spogli tendono al cielo i loro scheletri ovattati di neve. La luna è grande e pallida, si direbbe che ha freddo nel gran cielo austero. Guarda la terra e, vedendo tutto deserto, sembra che si affretti a lasciarci. Oh, come sono terribili queste notti per i piccoli uccelli! Un vento gelido corre fra gli alberi e i poveretti non possono dormire sulle loro zampette gelate. Guy De Maupassant Analisi del testo Questionario Cosa descrive l'autore? In quale periodo dell'anno? Quali rumori si odono nella notte? Qual è l'aspetto della natura in questa stagione? Com'è la luna? Com'è la vita per gli uccellini? Rispondo alle domande L'autore descrive la pianura in inverno. Non si ode nessun rumore. Si ode solo l'urlo di un cane. N

"Nevicata" di Pasquale Ruocco - Prosa e analisi della poesia - La metafora e la similitudine presenti nel testo

Immagine
Nevicata Le casette stupefatte sono bianche come latte. Tutto è bianco, monte e valle... E' un diluvio di farfalle. Lungo i tetti, sopra i rami, che merletti, che ricami! Che stupore per gli uccelli! che cappucci sugli ombrelli! Pasquale Ruocco Prosa Il poeta descrive una nevicata che ricopre delle casette che diventano bianche come il latte. Per monti e valli prevale il bianco e la neve che scende assomiglia a tante farfalline bianche. La neve sembra ricamare i tetti delle case di merletti e ricami. Gli uccelli sembrano stupiti e gli ombrelli appaiono come incappucciati dalla neve. Evidenziamo in blu le metafore e in rosso le similitudini presenti nel testo Nevicata Le casette stupefatte sono bianche come latte . Tutto è bianco, monte e valle... E' un diluvio di farfalle . Lungo i tetti, sopra i rami, che merletti , che ricami ! Che stupore per gli uccelli! che cappucci sugli ombrelli! Pasquale Ruocco Visualizza e stampa Potrebbero anche interessarti: La metafora Comprendere

"Gennaio", filastrocca di Ercole Bonjean

Immagine
  Gennaio Son dell'anno il primo mese: regalo gioia, speranze, attese. Scocca già la mezzanotte, abbraccio tutti nella notte. Alla prima settimana ecco arriva la Befana: a cavallo di una scopa, porta doni ai bimbi buoni. E i monelli? Li perdona, anche lei era birichina, quand'era una bambina. Scende la neve fitta fitta: veloce scivola la slitta. Sono sempre raffreddato e non sono certo amato, da chi è meno fortunato. Aiutiamo chi ne ha meno, ed avremo un po' di più, da Capodanno per tutto l'anno.  Ercole Bonjean Visualizza e stampa Ti potrebbero interessare: Filastrocca di Capodanno: "L'anno nuovo" di Gianni Rodari; approfondimenti linguistici. - Scheda stampabile della breve unità didattica. "Filastrocca di capodanno" di Gianni Rodari (illustrazione) "Nuovo Anno", filastrocca a rima baciata di Ercole Bonjean "La Befana" filastrocca a rima baciata - Lettura e comprensione del testo La Befana e il Befanone

L'inverno: poesie, racconti, descrizioni, testi di vario genere - Lettura, analisi, interpretazione, comprensione del testo

Immagine
Gli argomenti stagionali costituiscono un ottimo spunto per vari iter didattici e l'inverno non fa eccezione.  in questa sezione del sito potrete trovare del materiale che potrebbe risultare utile per i percorsi educativo didattici di apprendimento. I post presentano poesie, filastrocche e racconti su questo tema che appassiona le bambine e i bambini, motivandoli a fare bene. Eccovi l'elenco dei link che potrebbero interessarvi. Non siamo ancora precipitati nel freddo della stagione, ma la mia esperienza mi dice che il lavoro va imbastito prima, "il tempo è un malandrino che fugge" scriveva una mia alunna tanto tempo fa; com'è vero, ahimè! Arriva l'inverno: freddo e neve - Analisi del testo, aspetti grammaticali "Nevicata" descrizione di Ada Negri - Analisi del testo: dati visivi, dati tattili, dati olfattivi, dati di movimento. Leggere e comprendere il contenuto di una poesia: "Inverno" Febbraio, poesia di Vincenzo Cardarelli - Analisi, co

Attività educativo didattiche di italiano per il mese di febbraio: il carnevale, l'inverno - Percorsi di grammatica per la scuola primaria

Immagine
Quali argomenti possono essere utili, questo mese, quale spunto per le lezioni? Penso che possa essere producente proporre alle bambine ed ai bambini alcuni dei numerosi post presenti nel sito relativi al mese di febbraio, al carnevale, all'inverno. Per la parte grammaticale il sito è ricco di proposte che vi propongo in toto. Non rimane che sfogliarle, potrebbero offrire qualche idea adatta per i vari percorsi educativo didattici di apprendimento. Eccovi i link relativi: Febbraio, poesia di Vincenzo Cardarelli - Analisi, comprensione, ed interpretazione del testo - Aspetti semantici e grammaticali - La metafora nella poesia "Febbraio", filastrocca di Ercole Bonjean San Valentino Il pupazzo di neve - Analisi del testo Leggere e comprendere il contenuto di una poesia: "Inverno" Un uomo di neve di Gianni Rodari - Lettura e comprensione del testo La descrizione: "L'inverno nel bosco". - Lettura, comprensione ed interpretazione de

Febbraio: brevi unità didattiche di apprendimento.

Immagine
Il mese di febbraio può essere di spunto per molteplici attività educativo didattiche di apprendimento. Così lo descrive lo scrittore Fabio Tombari in questa stupenda poesia.  Febbraio Febbraio è sbarazzino. Non ha i riposi del grande inverno, ha le punzecchiature, i dispetti di primavera che nasce. Dalla bora di febbraio requie non aspettare. Questo mese è un ragazzo fastidioso, irritante che mette a soqquadro la casa,  rimuove il sangue, annuncia il folle marzo  periglioso e mutante. Vincenzo Cardarelli Questa poesia, come i racconti e le filastrocche relative a questo argomento, si prestano ad attività educativo didattiche di apprendimento che fanno leva sulla sfera motivazionale degli alunni e pertanto favoriscono la volontà di apprendere. Eccovi i link a disposizione utili quale spunto per le lezioni: Febbraio, poesia di Vincenzo Cardarelli - Analisi, comprensione, ed interpretazione del testo - Aspetti semantici e grammaticali - La metafora nella poesia "

"Neve" poesia di Umberto Saba

Immagine
Neve Neve che turbini in alto e avvolgi le cose di un tacito manto. Neve che cadi dall'alto e noi copri coprici ancora, all'infinito: imbianca la città con le case, con le chiese, il porto con le navi, le distese dei prati … Umberto Saba Visualizza e stampa Ti potrebbero interessare: "Gennaio: candido come neve" racconto di Fabio Tombari - Analisi, comprensione ed interpretazione del testo. Leggere e comprendere il contenuto di una poesia: "Inverno" Un uomo di neve di Gianni Rodari - Lettura e comprensione del testo La descrizione: "L'inverno nel bosco". - Lettura, comprensione ed interpretazione del testo. Lettura e comprensione del testo: "Inverno in campagna". Argomenti stagionali: brevi unità didattiche relative all'inverno.  Descrivo la neve che scende e i mutamenti che provoca nella natura. - Traccia del testo  "La coperta grigia e la coperta bianca": racc

Gennaio: brevi unità didattiche di apprendimento.

Immagine
Il mese di gennaio può essere di spunto per molteplici attività educativo didattiche di apprendimento. Così lo descrive lo scrittore Fabio Tombari in questo stupendo racconto. Gennaio: candido come neve E la neve viene. Inaspettata, come una di quelle improvvisate su cui non si conta più. Arriva come e quando vuole. Il capostazione, che sta riponendo i fiori sotto la tettoia, si sente baciare sul naso. Alza il capo, guarda sui binari; nulla. Rada, silenziosa, un po' tremante, si posa sul pane di un fornaio, sulle prime carrette di ortaggi. Nevica come una manna, come un mulino a vento, una primavera di milioni di farfalle che salgono e scendono da tutte le parti. Le volpi per non lasciar tracce si vedono costrette a fare dei salti intorno alla tana; un povero ladro di polli in gran fretta deve calzar le scarpe alla rovescia. Si posa persino sui baffi di un monumento, sulla coda ritta di un gatto. Amleto, il pasticciere, dalla porta del forno, s'affacci

Le filastrocche dei mesi dell'anno, attività educativo didattiche per la scuola primaria - Le quattro stagioni

Immagine
Mancano oramai poche ore allo scoccare della mezzanotte ed i fari si accenderanno sul 2020: mi auguro, da inguaribile ottimista, che sia portatore di salute e prosperità. In questa rubrica del sito vi propongo una serie di filastrocche relative ai mesi dell'anno, ed alle stagioni, che mi auguro possano essere utili per le attività educativo didattiche dei prossimi giorni. Non mi resta che augurarvi un sereno anno nuovo con tante note di felicità!!  Eccovi tutti i link relativi: "I dodici mesi", filastrocca di Gianni Rodari - Analisi ed interpretazione del testo "I mesi dell'anno" filastrocca di Renzo Pezzani Filastrocche dei mesi dell'anno "I mesi dell'anno", filastrocca a rima baciata di Angiolo Silvio Novaro "I mesi dell'anno", filastrocca a rima baciata di Ercole Bonjean I mesi dell'anno - Filastrocca popolare "I doni", le quattro stagioni in una filastrocca di Angio

I vostri preferiti degli ultimi sette giorni

Verifica di analisi grammaticale per la classe quarta della scuola primaria. - Schede stampabili

Esercizi di analisi grammaticale per la classe quinta

Esercizi di analisi grammaticale per la classe terza della scuola primaria - Schede stampabili

La gita scolastica: testi con schema per la scuola primaria e media

TITOLI DI TEMI

Verifica di analisi logica per la classe quinta della scuola primaria

Giornata mondiale della Terra (Earth Day): attività educativo didattiche di apprendimento.

Tema: "Il mio cane" - Schema del testo descrittivo, relativo ad un animale, per la scuola primaria e media

Verifiche finali di italiano per la classe quinta della scuola primaria

Esercizi di analisi logica per la classe quinta della scuola primaria