Post

Visualizzazione dei post con l'etichetta Mario Lodi

La leggenda della mimosa - Un racconto per l'8 marzo, festa della donna

La leggenda della mimosa Elena, una giovane donna, si innamorò del Sole, lo guardava attratta dalla bellezza dei suoi raggi e i suoi occhi lo guardavano rapiti dalla sua forza, dal suo calore. Ma il Sole non ricambiò tanto amore e la colpì con lance di fuoco. Lei continuava ad amarlo e lo cercava con lo sguardo. Pianse per giorni cercando di trasmettergli il bene che gli voleva. Ed ecco che le lacrime caddero sul terreno e si trasformarono in tanti piccoli e profumati fiori gialli. Nacque la mimosa, il fiore simbolo della donna. Ercole Bonjean    © Visualizza e stampa Potrebbero anche interessarti: Festa della donna Festa della mamma Festa del papà Racconti, poesie e filastrocche, del maestro Ercole Immagine: improntaunika

Poesia di primavera: "Una goccia di pioggia" di Mario Lodi

Immagine
Una goccia di pioggia Ho in mente un giorno di pioggia per un particolare: c’era una goccia che aveva tre colori: uno era il giallo uno era l’arancione uno era il verde. Non ricordo il tipo di verde. So che la goccia era meravigliosa: sembrava una ballerina del cielo con una coroncina di petali rosa. Mario Lodi Visualizza e stampa Potrebbero anche interessarti: "I doni", le quattro stagioni in una filastrocca di Angiolo Silvio Novaro Primavera: "Ode a un ciuffo di violette" poesia di Pablo Neruda - Spunti grammaticali Le quattro stagioni: filastrocche a rima baciata ed a rima alternata Aprile, dolce dormire di Ugo Betti Primavera in montagna Aprile di Aldo Palazzeschi Poesia di primavera E' dolce primavera di Virgilio Primavera di Giovanni Pascoli Marzo di Angiolo Silvio Novaro Brilla nell'aria di Giacomo Leopardi Primavera di Stefano Bordiglioni Pasqua di Ada Negri Aria di festa (tratto da i Malavog

Carnevale: "Le stelle filanti" di Mario Lodi

Immagine
Le stelle filanti Perché si chiamano stelle filanti? Non sono mica stelline del cielo? Ma sono strisce a colori sgargianti, fatte di carta che pare di velo. Sembran piuttosto festoni gettati da casa a casa, da pianta a pianta; collane, dondoli colorati, dove il vento ci balla e ci canta. Poi, le notti di luna piena un raggio d'oro ci fa l'altalena. Mario Lodi Visualizza e stampa Il sito propone diversi testi relativi al Carnevale che possono risultare utili per vari iter educativo didattici di apprendimento per la scuola primaria. Eccovi tutti i link utili: "Filastrocca mascherata" (a rima baciata) di Ercole Bonjean "Carnevale", racconto di Ercole Bonjean E' Carnevale (dettato) "Filastrocca di Carnevale" di Gianni Rodari Racconto di Carnevale di Piero Bargellini "Il vestito di Arlecchino" di Gianni Rodari "Il gioco dei se" di Gianni Rodari Canzonetta di Carnevale "Fila

"Lettera a Gesù" poesia di Mario Lodi

Immagine
Lettera a Gesù Caro Gesù, dà la salute a mamma e papà, un po' di soldi ai poverelli, porta la pace a tutta la terra, una casetta a chi non ce l'ha e ai cattivi un po' di bontà.  E se per me niente ci resta sarà lo stesso una bella festa. Mario Lodi Link correlati a questo post: La stella cometa: la poesia, il lavoro in classe Il pellerossa nel presepe di Gianni Rodari - Analisi ed interpretazione del testo Babbo Natale e le renne: scheda con schema del lavoro Racconti, poesie, filastrocche, lavoretti, temi, brevi unità didattiche relative al Natale

"Filastrocca dei mestieri" di Mario Lodi

Immagine
Filastrocca dei mestieri C'è chi semina la terra, c'è chi impara la guerra, chi ripara le auto guaste e chi sforna gnocchi e paste. C'è chi vende l'acqua e il vino, chi ripara il lavandino, c'è chi pesca nel torrente e magari prende niente. C'è chi guida il treno diretto e chi a casa rifà il letto, chi nel circo fa capriole e chi insegna nelle scuole. Cosi varia è questa vita che la storia è mai finita ...   Mario Lodi Immagine: varesenews   Link correlati a questo post: Antologia Testo poetico Racconti, poesie e filastrocche, del maestro Ercole

Per far Carnevale di Mario Lodi

Immagine
Per far Carnevale Basta un cappello vecchio, due baffoni disegnati sul viso coi carboni e una gran pancia fatta col guanciale per divertirsi tanto a Carnevale. I rumori del Carnevale zumpete pa, zumpete pa, il Carnevale eccolo qua. Trombette e cembali tamburi e piatti fanno un baccano che non si sa. Chi suona bene, chi suona male, chi canta forte, chi scende e sale, chi lancia razzi lassù lassù ... E' il finimondo? E' un temporale? Sono i rumori del Carnevale. Mario Lodi Visualizza e stampa Link correlati a questo post: Racconto di Carnevale Filastrocca mascherata Il Carnevale Immagine: ciaomaestra

La magia dell'inverno di Mario Lodi

Immagine
La magia dell'inverno Nei giorni d'inverno, quando mi svegliavo, c'erano «fiori» bianchi di gelo, ai vetri delle finestre. Allora la mamma mi avvolgeva in una coperta di lana e mi portava giù, in cucina. E da lì io vedevo la «magia». Sul piano del focolare posava un po' di carta, sopra la carta metteva dei ramoscelli secchi ben ordinati, e su questi qualche pezzo di legno più grosso. Poi prendeva da una scatolina uno stecchino di legno e zac! lo strofinava e nasceva all'improvviso una fiammella. Avvicinava la fiammella alla carta e subito si sprigionava il fuoco. Il fuoco, con le sue fiamme dai colori diversi, era per me un mistero. Osservavo a lungo, sotto il paiolo della polenta, mentre la mamma rimestava la farina, le lunghe fiamme che salivano da ogni parte e parevano vive, con quei colori mai uguali: rosso, violetto, giallo e persino verde e azzurro ... Nelle sere d'inverno, la mamma metteva sul focolare un grosso pezzo di legno c

"La coperta grigia e la coperta bianca": racconto di Mario Lodi

Immagine
La coperta grigia   e la coperta bianca L'aria fredda passava tra le cose   e le ricamava. Passava e appendeva palline bianche e trasparenti un po' dappertutto: sui rami, sull'erba. Se l'erba, di notte, invece di   dormire sotto la coperta grigia   del cielo, alzava la testolina e   stava a parlare con le stelle,   l'aria gelida gliela faceva bella:   una lunga carezza gelida e il   mattino l'erba si ritrovava con   barba e baffi bianchi. Un giorno l'aria fredda passò   tra le nuvole e disse : È venuta l'ora di mettere a letto   il mondo, e occorre una grande coperta bianca. Una coperta bianca grande così non c'è - rispose una nuvola. Voi sarete la grande coperta bianca -esclamò   l'aria fredda. Appena le vide radunate come tante   pecore, salì in alto, le sfiorò con la sua carezza incominciò la più bella magia: le goccioline dentro le   nuvole si strinsero fra di loro e diventarono stelline   bianche, milioni di stelline che cominciarono a

I vostri preferiti degli ultimi sette giorni

8 marzo, festa della donna - Brevi testi per la scuola primaria e media

Esercizi di analisi grammaticale per la classe quinta

Verifica di analisi grammaticale per la classe quarta della scuola primaria. - Schede stampabili

La leggenda della mimosa - Un racconto per l'8 marzo, festa della donna

Esercizi di analisi grammaticale per la classe terza della scuola primaria - Schede stampabili

TITOLI DI TEMI

Tema: "Il mio cane" - Schema del testo descrittivo, relativo ad un animale, per la scuola primaria e media

Testi utili per il riassunto

Verifica di analisi logica per la classe quinta della scuola primaria

Il verbo avere: possedere, agire, sentire.