Post

Visualizzazione dei post con l'etichetta Marco Vallarino

Insegnare a leggere e scrivere in una prima classe della scuola primaria: il metodo globale fonematico di Ercole Bonjean

In questi anni molto spesso sul metodo di insegnamento della lingua italiana in una prima classe ci sono state idee del tutto diverse, talvolta contrapposte. A mio parere la classica contrapposizione tra metodo globale e il suo opposto il metodo analitico non aveva ragione di esistere, i due metodi avevano il grosso limite di praticare una didattica estrema che non generava buoni risultati. L'enunciato teorico che sottende anche il nostro iter didattico è il seguente: è vero che la visione del tutto è anteriore alla ricognizione analitica delle parti (metodo globale), ma proprio per questo l'analisi va fatta ed è importante (metodo analitico). In altri termini, quando un bambino entra in classe ha dapprima una visione globale dell'aula ma poi va a cogliere i particolari: il banco, la lavagna, ecc. Se questo è vero, ed è difficile poter affermare che non lo è, dal punto di vista didattico ne deriva che occorra partire prima dalla frase (visione del tutto) per poi passare al

Giocare con la lettura: divertirsi ed imparare nel processo formativo (la gamification e lo storytelling nella didattica)

Immagine
Marco Vallarino  è un autore di racconti, romanzi e  videogiochi testuali . Le sue storie spaziano dall’ horror  al  noir , dal  fantasy  alla  fantascienza , dall’umoristico al generazionale.  "Sono nato nel 1977 a  Imperia , dove vivo e lavoro come esperto di comunicazione e giornalista. Mi occupo di  gamification e storytelling  e scrivo per vari siti e giornali, tra cui il quotidiano  Il Secolo XIX . Nel 1998 ho esordito nel campo nella narrativa di genere con  Ombre , una raccolta di storie inquietanti. Il testo è stato segnalato da Luca Crovi sull’Almanacco della Paura di Dylan Dog come uno dei migliori libri horror dell’anno." " A lungo considerati tra le principali cause di istupidimento dei giovani, i videogiochi sono oggi diventati un efficace strumento didattico, in grado di garantire risultati eccellenti nella didattica e nella comunicazione più in generale. La  gamification  o  ludicizzazione  è proprio l’utilizzo di dinamiche e stili propri dei videogiochi