Post

Visualizzazione dei post con l'etichetta significato

La leggenda della mimosa - Un racconto per l'8 marzo, festa della donna

La leggenda della mimosa Elena, una giovane donna, si innamorò del Sole, lo guardava attratta dalla bellezza dei suoi raggi e i suoi occhi lo guardavano rapiti dalla sua forza, dal suo calore. Ma il Sole non ricambiò tanto amore e la colpì con lance di fuoco. Lei continuava ad amarlo e lo cercava con lo sguardo. Pianse per giorni cercando di trasmettergli il bene che gli voleva. Ed ecco che le lacrime caddero sul terreno e si trasformarono in tanti piccoli e profumati fiori gialli. Nacque la mimosa, il fiore simbolo della donna. Ercole Bonjean    © Visualizza e stampa Potrebbero anche interessarti: Festa della donna Festa della mamma Festa del papà Racconti, poesie e filastrocche, del maestro Ercole Immagine: improntaunika

Le migliori poesie per la didattica nella scuola primaria - Analisi e comprensione del testo poetico

Immagine
Segnalo alle colleghe ed ai colleghi le poesie, con la relativa analisi e comprensione del testo, che hanno ricevuto il maggior numero di visualizzazioni da parte delle lettrici e dei lettori del nostro sito di didattica per la scuola primaria: Analizzare e comprendere un testo poetico: "San Martino" di Giosuè Carducci: poesia, prosa, biografia dell'autore - Analisi, comprensione, commento, illustrazione del testo. "La stella cometa" - La poesia, il lavoro in classe. Analisi, comprensione, ed interpretazione del testo poetico: "Sono felice" di Pablo Neruda Analisi e comprensione del testo della poesia: "Già la pioggia è con noi" di Salvatore Quasimodo Analizzare, comprendere ed interpretare, una poesia di Natale: "Il pellerossa nel presepe" di Gianni Rodari Leggere e comprendere il contenuto di una poesia: "Inverno" Comprendere e analizzare un testo poetico. - "Anch'io vorrei"

"I giorni della settimana" filastrocca a rima baciata di Ercole Bonjean

Per leggere la poesia vai qui

Il significato dei giorni della settimana - Breve unità didattica per la scuola primaria

Immagine
Il significato dei giorni della settimana Facili da imparare, utili da sapere! Lunedì: giorno della Luna (dal latino lunae dies) Martedì: giorno di Marte (dal latino Martis dies) Mercoledì: giorno di Mercurio (dal latino Mercuri dies) Giovedì: giorno di Giove (dal latino Iovis dies) Venerdì: giorno di Venere (dal latino Veneris dies) Sabato: giorno del riposo (dall'ebraico Shabbath) Domenica: giorno del Signore (dal latino Dominica dies) Visualizza e stampa Ti potrebbe interessare: La "Filastrocca dei giorni della settimana" 

Babbo Natale: racconti (con schema), temi, filastrocche - Analisi del testo

Immagine
"Babbo Natale me lo immagino così: è alto, ha la barba lunga fino alla sua cintura nera, ha il cappello rosso e sopra la punta del cappello ha una pallina bianca, ha gli stivali neri. Viene dal cielo, il suo compito è di portare tanti regali agli adulti e ai bambini. Speriamo che porti tanti regali ai bambini poveri che muoiono di fame". E' con queste parole che un bambino immagina Babbo Natale; nel sito sono presenti racconti, poesie e filastrocche, relative a questo personaggio così amato. Eccovi tutti i link a disposizione: "Babbo Natale" - Filastrocca a rima baciata Fiaba di Natale: "Gli aiutanti di Babbo Natale" - Schema del testo di fantasia Lettera di Babbo Natale ai bambini - Interpretazione del testo Babbo Natale nel mondo Babbo Natale e le renne  - Scheda di verifica per la lettura e la comprensione del testo: II bimestre classe terza. Babbo Natale (descrizione) Il testo narrativo fantastico: "Babbo N

Il testo scientifico: analisi e comprensione (la germinazione)

Immagine
La germinazione  Quando un seme si trova in condizioni favorevoli di umidità, si imbeve di acqua, liberandosi del tegumento o testa e sviluppa la radichetta dalla quale si formeranno le radici e la gemma apicale o piumetta. Da questa nasceranno il fusto e le foglie. I semi delle piante graminacee sono formati da un solo cotiledone o fogliolina embrionale, che fornisce il nutrimento fino alla comparsa della prima fogliolina o coleottile. Analisi del testo - Di che cosa si parla nel testo? Nel testo si parla della germinazione. - Quali parole vengono usate? Sono utilizzati termini specialistici, specifici Vocabolario: germinazione :  i n botanica, il ritorno alla vita attiva, in presenza di condizioni ambientali favorevoli, di organismi o di organi già in stato di quiescenza;  concr.  (  lett.  ), germoglio. graminacee : f amiglia di piante Monocotiledoni, comprendente circa 8000 specie cosmopolite, per lo più erbacee, con fusto cavo diviso in nodi e internodi (  cu

Il testo descrittivo: "I colori del bosco in autunno". - Analisi della metafora e della similitudine presenti nel brano.

Immagine
Molto spesso nei testi o nelle poesie che studiamo, l'autore ci comunica determinati messaggi attraverso la metafora o la similitudine. Sarà bene chiarire il significato di queste parole e imparare a riconoscerle e ad usarle in modo appropriato. La metafora : la metafora consiste nel trasformare una parola, un'espressione, in  un'immagine figurata . Chiariamo subito quanto detto attraverso un esempio: “ Mario è una volpe” Ovviamente Mario non è una volpe ma noi  lo figuriamo, lo immaginiamo  tale; con questa espressione vogliamo dire che Mario è furbo. “ Il leone è il re della foresta” Sicuramente il leone non è un uomo e neppure un re; questa espressione si usa per dire che il leone è il più forte animale della foresta. La parola metafora deriva dal latino  metaphora  che vuol dire “trasferimento”. La similitudine : la similitudine ha le stesse caratteristiche della metafora, vi si differenzia perché esprime un confronto, un paragone. Può

Analizzare un testo descrittivo attraverso i dati di movimento - "Il temporale" di Azra Hromadzic

Immagine
Temporale Un pomeriggio dei nuvoloni scuri lentamente invasero il cielo. All'improvviso ci fu un lampo accecante e gli uccelli del bosco spaventati, volarono a rifugiarsi nella siepe. Subito dopo un tuono fortissimo rimbombò tra le nubi facendo scappare nelle tane i conigli impauriti. E poi che acquazzone! Prima enormi gocce che incresparono la superficie dello stagno; quindi un vero diluvio di gocce più piccole che cadevano con scrosci sempre più violenti. il vecchio rospo strisciò fuori dal suo riparo sotto una pietra e rimase sotto la pioggia, aprendo e chiudendo la bocca felice, mentre l'acqua gli scorreva sul dorso. Il riccio cercò un angolo riparato e si appallottolò disgustato: non gli piaceva sentire la pioggia sulle spine, gli faceva il   solletico. Presto un odore penetrante si levò dai campi e dalla siepe: l'odore della terra bagnata. Gli animali lo annusavano e lo trovavano delizioso, mentre ascoltavano il mormorio, il fruscio, il picch

La grandine: analisi dei dati visivi, uditivi, di movimento (descrizione di una grandinata)

Immagine
Una grandinata Improvvisamente cominciò un frusciare negli alberi e parecchie foglie di aceri ingiallite , cacciate dal vento, giunsero dalla foresta. Caddero delle grosse gocce di pioggia e rimbalzarono dal suolo. Allora si fece come un debole chiarore attraverso la bruma serale, poi delle foglie staccate danzarono di nuovo sul prato. Nelle nuvole si avvertiva come il rotolio di pesanti palle di sabbia. E in quel momento tutto all'intorno si scatenò un vero e proprio inferno. Gli alberi si animavano e i tronchi scricchiolarono. Dal tetto del fienile furono divelte delle asse intere e si misero a danzare in aria. Nello stesso istante sibilò e cadde un primo chicco di grandine: rimbalzò e rotolo saltando sul suolo. P. Rosegger Una grandinata Improvvisamente cominciò un frusciare negli alberi e parecchie foglie di aceri ingiallite , cacciate dal vento, giunsero dalla foresta. Caddero delle grosse gocce di pioggia e rimbalzarono dal suolo.

Febbraio, poesia di Vincenzo Cardarelli - Analisi, comprensione, ed interpretazione del testo - Aspetti semantici e grammaticali - La metafora nella poesia

Immagine
Febbraio Febbraio è sbarazzino. Non ha i riposi del grande inverno, ha le punzecchiature, i dispetti di primavera che nasce. Dalla bora di febbraio requie non aspettare. Questo mese è un ragazzo fastidioso, irritante che mette a soqquadro la casa,  rimuove il sangue, annuncia il folle marzo  periglioso e mutante. Vincenzo Cardarelli Analisi e comprensione del testo Come definisce marzo il poeta? Cosa significa la parola sbarazzino? Perché questo mese gli appare birichino? Quale mese annuncia febbraio? Perché marzo viene definito pericoloso e mutante? Sottolinea tutti gli aggettivi qualificativi presenti nella poesia: Febbraio è sbarazzino . Non ha i riposi del grande inverno, ha le punzecchiature, i dispetti di primavera che nasce. Dalla bora di febbraio requie non aspettare. Questo mese è un ragazzo fastidioso , irritante che mette a soqquadro la casa,  rimuove il sangue, annuncia il folle marzo  periglioso e mutante . Ricerchiamo la metafore presenti nel t

I vostri preferiti degli ultimi sette giorni

8 marzo, festa della donna - Brevi testi per la scuola primaria e media

Esercizi di analisi grammaticale per la classe quinta

Verifica di analisi grammaticale per la classe quarta della scuola primaria. - Schede stampabili

Esercizi di analisi grammaticale per la classe terza della scuola primaria - Schede stampabili

La leggenda della mimosa - Un racconto per l'8 marzo, festa della donna

TITOLI DI TEMI

Tema: "Il mio cane" - Schema del testo descrittivo, relativo ad un animale, per la scuola primaria e media

I nomi difettivi, sovrabbondanti, invariabili: spiegazioni ed esercizi per la scuola primaria.

Testi utili per il riassunto

Tema: Descrivo me stesso - Schema del testo per la scuola primaria e media