Post

La descrizione degli animali: "Il coniglio", tratto da Marcovaldo di Italo Calvino - Analisi della struttura del testo descrittivo

Immagine
Il coniglio (brano tratto da Marcovaldo) di Italo Calvino  Era un coniglio di pelo lungo e piumoso, con un triangolino rosa di naso, gli occhi rossi e sbigottiti, le orecchie quasi implumi appiattite sulla schiena. Non che fosse grosso, ma in quella gabbia stretta il suo corpo ovale rannicchiato gonfiava la rete metallica e ne faceva spuntare fuori i ciuffi di pelo mossi da un leggero tremito. Fuori dalla gabbia, sul tavolo, c'erano dei resti d'erba e una carota. Marcovaldo pensò a come doveva essere infelice chiuso là allo stretto, vedendo quella carota e non potendola mangiare. Italo Calvino Analisi della struttura del testo Introduce la descrizione partendo dal particolare aspetto fisico Era un coniglio di pelo lungo e piumoso, con un triangolino rosa di naso, gli occhi rossi e sbigottiti, le orecchie quasi implumi appiattite sulla schiena. Parte centrale: racconta del coniglio rinchiuso in una gabbia Non che fosse grosso, ma in quella gabbia stretta il suo corpo ovale ranni

Unità educativo didattiche di apprendimento per la settimana - L'inverno, il mese di gennaio, vari argomenti di grammatica

Immagine
  E' domenica e già ci si prepara per le lezioni da predisporre per la terza settimana del mese di gennaio. Il sito di didattica è ricco di argomenti per questo periodo e pertanto vi propongo alcune unità educativo didattiche che potrebbero risultare utili nelle varie attività di apprendimento.  I post proposti tengono conto anche degli articoli che i docenti ricercano sul sito in questo periodo dell'anno scolastico: "Nevicata" descrizione di Ada Negri - Analisi del testo: dati visivi, dati tattili, dati olfattivi, dati di movimento. "Nevicata" di Pasquale Ruocco - Prosa e analisi della poesia - La metafora e la similitudine presenti nel testo Leggere e comprendere il contenuto di una poesia: "Inverno" "Notte di gelo" di Boris Pasternak, "Il dottor Zivago" - Le metafore e le similitudini - Ricerca grammaticale di nomi e aggettivi Descrivo la neve che scende e i mutamenti che provoca nella natura. - Traccia del testo  La metafora

"La pianura in inverno" descrizione di Guy De Maupassant - Analisi del testo

Immagine
  La pianura in inverno La grande pianura è bianca, immobile e senza voce. Non un rumore, non un suono, tutta la notte la vita è spenta. Solo si ode l'urlo di un cane senza rifugio. Non più canzoni, non più fiori, non più verde: gli alberi spogli tendono al cielo i loro scheletri ovattati di neve. La luna è grande e pallida, si direbbe che ha freddo nel gran cielo austero. Guarda la terra e, vedendo tutto deserto, sembra che si affretti a lasciarci. Oh, come sono terribili queste notti per i piccoli uccelli! Un vento gelido corre fra gli alberi e i poveretti non possono dormire sulle loro zampette gelate. Guy De Maupassant Analisi del testo Questionario Cosa descrive l'autore? In quale periodo dell'anno? Quali rumori si odono nella notte? Qual è l'aspetto della natura in questa stagione? Com'è la luna? Com'è la vita per gli uccellini? Rispondo alle domande L'autore descrive la pianura in inverno. Non si ode nessun rumore. Si ode solo l'urlo di un cane. N

"Il Barbone aristocratico" poesia di Ercole Bonjean

Immagine
  Il Barbone aristocratico Sono un barbone aristocratico, vivo di lussi in modo acrobatico: son ricco di sole, di luna e di stelle, e mi circondo di cose belle: di cielo, di mare, di vento, godo del giorno ogni momento. Suono con gioia note di vita, nella discesa e nella salita. Sono un uomo fortunato, amo ogni forma del Creato. Ercole Bonjean A Eugenio Visualizza e stampa Ti potrebbero interessare: Maestro Ercole: racconti, poesie, leggende, filastrocche, testi di vario tipo - Tutti i post per la scuola primaria e la scuola media inferiore

"Nevicata" di Pasquale Ruocco - Prosa e analisi della poesia - La metafora e la similitudine presenti nel testo

Immagine
Nevicata Le casette stupefatte sono bianche come latte. Tutto è bianco, monte e valle... E' un diluvio di farfalle. Lungo i tetti, sopra i rami, che merletti, che ricami! Che stupore per gli uccelli! che cappucci sugli ombrelli! Pasquale Ruocco Prosa Il poeta descrive una nevicata che ricopre delle casette che diventano bianche come il latte. Per monti e valli prevale il bianco e la neve che scende assomiglia a tante farfalline bianche. La neve sembra ricamare i tetti delle case di merletti e ricami. Gli uccelli sembrano stupiti e gli ombrelli appaiono come incappucciati dalla neve. Evidenziamo in blu le metafore e in rosso le similitudini presenti nel testo Nevicata Le casette stupefatte sono bianche come latte . Tutto è bianco, monte e valle... E' un diluvio di farfalle . Lungo i tetti, sopra i rami, che merletti , che ricami ! Che stupore per gli uccelli! che cappucci sugli ombrelli! Pasquale Ruocco Visualizza e stampa Potrebbero anche interessarti: La metafora Comprendere

Video lettura per i bambini della scuola primaria: "Filastrocca dei giorni della settimana" (a rima baciata) di Ercole Bonjean

Immagine
 In questo video racconto, in una breve filastrocca a rima baciata, i giorni della settimana. E' un argomento questo che piace molto alle bambine ed ai bambini che memorizzano ed imparano con facilità il significato etimologico dei giorni che scandiscono la nostra vita: lunedì = giorno della Luna martedì = giorno di Marte mercoledì = giorno di Mercurio giovedì = giorno di Giove venerdì = giorno di Venere sabato = giorno del riposo domenica = giorno del Signore Per visualizzare e stampare la filastrocca vai qui Ti potrebbero interessare: Maestro Ercole: racconti, poesie, leggende, filastrocche, testi di vario tipo - Tutti i post per la scuola primaria e la scuola media inferiore Il canale di didattica di youtube

Video lettura per gli alunni della scuola primaria e media: "La scuola del futuro" poesia di Ercole Bonjean

Immagine
  Un viaggio verso il futuro della scuola, tra sogno e possibile realtà, in cui racconto di un mondo diverso nel quale il filo conduttore è l'amore per la natura. Immagino e spero in un modello di società diverso che rispetta la vita sulla Terra e vuole rinascere e vivere meglio. E' un po' essere vicino alle giuste aspirazioni delle giovani generazioni a cui mi sento vicino nella lotta per un futuro migliore. Per visualizzare e stampare la poesia vai qui Ti potrebbero interessare: Il canale di didattica di youtube Educazione ambientale

Video lettura per bambini, insegnanti, e genitori: "La bilancia", filastrocca in chiave umoristica di Ercole Bonjean

Immagine
  Sono oramai terminate anche queste feste vissute in una situazione del tutto particolare dovuta alla pandemia. Cosa non sembra essere diminuito negli italiani è l'aumento dei consumi di cibo e purtroppo l'aumento del peso corporeo.  Personalmente ho cercato di riderci un po' su e mi sono abbandonato all'autoironia. In questo video racconto del mio rapporto con la bilancia cercando di viverlo in chiave umoristica. Mi riprometto, tuttavia, di sottopormi ad una dieta ferrea ... Per visualizzare e stampare la filastrocca vai qui Ti potrebbero interessare: Il testo umoristico Il canale di didattica di youtube Foto di kalhh da Pixabay

Video lettura per alunni della scuola primaria e media: "I miei nonni" poesia di Ercole Bonjean

Immagine
  Un video in cui interpreto una poesia dedicata ai nonni. A loro va tutto il nostro amore e la nostra riconoscenza. Figure insostituibili della nostra vita che accompagnano i più piccoli e gli donano affetto e sicurezza. E' piacevole ascoltarli e star loro vicino: ancor oggi, dopo tanto tempo, ricordo mia nonna e il bene che mi voleva. Viveva con noi e mi è sempre stata vicina nei momenti belli e brutti che la vita comporta. E' a lei ed anche ai miei nonni che non ho conosciuto che dedico questa poesia. Se desideri visualizzare e stampare la poesia vai  qui Ti potrebbero interessare: Il canale di didattica di youtube Il testo poetico La descrizione di una persona cara: la nonna (schema del testo) "Un regalo di Natale dal cielo", poesia del maestro Ercole Foto di  Susanne Pälmer  da  Pixabay

#IOMIVACCINO

Immagine
  “ Vaccinarsi è una scelta di responsabilità , un dovere . Tanto più per chi opera a contatto con i malati e le persone più fragili. Di fronte a una malattia così fortemente contagiosa, che provoca tante morti, è necessario tutelare la propria salute ed è doveroso proteggere quella degli altri, familiari, amici, colleghi. Io mi vaccinerò appena possibile, dopo le categorie che, essendo a rischio maggiore, debbono avere la precedenza”. E' con le parole del nostro Presidente Sergio Mattarella che mi rivolgo a tutti visitatori del sito di Didattica per la scuola primaria affinché si uniscano alla campagna a favore della vaccinazione. Sono certo che alla fine prevarrà il buon senso, ma credo anche che per ritornare alla normalità ognuno di noi deve dare il proprio contributo per combattere lo scetticismo ed ascoltare la scienza: è, a mio parere, l'unica strada percorribile per sconfiggere il Covid e ritornare a condurre una vita straordinariamente normale. Ercole