Post

Visualizzazione dei post con l'etichetta tipi_di_testo

I racconti, le poesie, le filastrocche, gli articoli, del maestro Ercole Bonjean

Com'è bello scrivere! Da quando sono in pensione lo posso fare in ogni momento: di giorno, di notte, ogni occasione è buona. Questa passione nasce da esigenze didattiche per poi sfociare in un mia esigenza personale. Scrivere racconti, poesie, filastrocche, è diventato un momento piacevole della giornata. Dai dati di Google in mio possesso ho scoperto che i miei scritti hanno superato, in questi anni, le cinquecentomila visualizzazioni di pagina a riprova dell'interesse delle lettrici e dei lettori del sito per il mio lavoro. Ho quindi pensato di creare un apposito link con tutti i miei scritti a cui se ne aggiungeranno spero ancora molti altri. Non mi resta che augurarvi buona lettura. Racconti e descrizioni : Sogno di Natale La descrizione di un fenomeno naturale: "La bufera" (The storm) - La metafora nel testo descrittivo Perché si dice "Chi dorme non piglia pesci"? Perché si dice: "Tanto va la gatta al lardo che ci lascia lo zampino" Perché si

Il testo argomentativo: "L'automobile è un mezzo di trasporto molto comodo, però..." - Traccia del componimento

Immagine
Tema L'automobile è un mezzo di trasporto molto comodo però ... Schema Introduzione Introduco con una mia opinione sull'argomento. Svolgimento Argomenti a favore L'automobile ci permette di spostarci e di percorrere grandi distanze. E' un mezzo comodo anche perché può trasportare più cose o persone. Molte volte contiene oggetti che di solito si trovano in casa: radio, aria condizionata, sedili reclinabili. Argomenti a sfavore L'automobile inquina l'ambiente con il gas di scarico. A volte, se viene guidata male, può provocare incidenti. E' un mezzo molto costoso. Molte volte nelle grandi città le macchine formano ingorghi stradali bloccando molta gente per parecchio tempo. Conclusione Concludo con una mia opinione che sintetizza le mie argomentazioni. Tema L'automobile è un mezzo di trasporto molto comodo però ... L'automobile è il mezzo più usato nella nostr

Il testo argomentativo: "I compiti per casa sono davvero necessari?" - Traccia del lavoro, il tema svolto.

Immagine
Tema I compiti per casa sono davvero necessari? Traccia del lavoro Introduzione Introduco l'argomento con una mia opinione. Svolgimento Argomenti a favore E' un esercizio che ci aiuta a comprendere meglio il lavoro svolto a scuola. Si approfondiscono gli argomenti svolti in classe. Svolgendo i compiti ci rendiamo conto di cosa non si è capito durante la lezione. Studiare le lezioni ci permette di memorizzare e di rielaborare ciò che è stato spiegato dagli insegnanti. I compiti sono necessari perché ci aiutano ad essere autonomi, ad imparare a cavarcela da soli. Argomenti a sfavore I compiti non devono occupare troppo del nostro tempo libero. I compiti ci devono interessare. Anche se utili molto spesso per noi sono un sacrificio. Conclusione Termino con un commento che sintetizza l'argomento. Tema I compiti per casa sono davvero necessari? Che noia, altri compiti da fare! Quasi tutti i

Il metodo di studio: "Come studiamo?". - Il percorso didattico seguito dagli alunni a scuola e a casa.

Immagine
Consolidare le capacità di organizzare un efficace metodo di studio. Ma come studiamo? A scuola studio così ... Il maestro detta l'obbiettivo del giorno (ciò che vogliamo imparare durante la lezione, la nostra meta, il nostro scopo). Prendiamo come esempio la spiegazione relativa al testo argomentativo. il maestro ci propone uno schema, ma poi saremo noi, con il suo aiuto ad individuare le varie parti che lo compongono (introduzione, argomenti a favore, argomenti a sfavore, conclusione. Dopo aver individuato i vari punti a favore e a sfavore il nostro schema è completo. Ora possiamo cominciare a scrivere il tema. Ognuno di noi ha a propria disposizione il proprio vocabolario, particolarmente utile non solo per risolvere i dubbi che possono nascere riguardo all'ortografia, ma anche per essere più sicuri sul significato di alcuni termini. Inoltre molti di noi utilizzano gli esempi riportati nel dizionario e li inseri

Il maestro Ercole intervista gli alunni: scrivere è un piacere o un sacrificio?

Immagine
Stimolare il piacere di fare bene Scrivere ... piacere o sacrificio? Rispondo alle domande: Perché scriviamo?  Noi scriviamo per imparare a comunicare meglio, perché la scrittura è fondamentale nella nostra vita e potrebbe servirci per tutto.  (Andrea) Noi scriviamo per tante cose, per svuotare quello che abbiamo dentro ma anche per la gioia di imparare a scrivere ed entrare nel mondo della scrittura. (Elena) Noi scriviamo per comunicare, cercare di scrivere testi e filastrocche, per scrivere lettere e, se si è innamorati, biglietti d'amore. (Simone) Noi scriviamo per tanti motivi: per comunicare, per descrivere, per memorizzare, per raccontare le proprie esperienze, per informare.  (Giulia) Che cosa scrivi più volentieri? Perché? Io scrivo più volentieri le favole di fantasia perché sono io che me le invento e mi diverto a descrivere streghe, fate, orchi, maghi e folletti. (Silvio) Io scrivo più volentieri i testi di a

La descrizione soggettiva: la piazza della mia scuola.

Immagine
Tema Piazza Roma Piazza Roma è una bella piazza nel cuore di Porto Maurizio, è ampia e circondata da edifici, ma da un lato si può osservare uno scorcio del nostro mare. La piazza è abbellita da aiuole e piante molto belle e credo anche vecchie, vi sono poi dei giochi, scivoli, dondoli, altalene destinate ai bambini più piccoli che si divertono passando da un gioco all'altro, perciò la piazza risuona di risate, urla, capricci e piante; qualche volta i ragazzi più grandi usano questi giochi con il risultato che sono spesso rovinati. Sparse qua e là molte panchine dove siedono i genitori o i nonni che mentre guardano i bimbi chiacchierano tra di loro o leggono il giornale. In mezzo alla piazza si trova un bel monumento a Giuseppe Garibaldi dove qualche ragazzo un po' vivace si arrampica; sul monumento si posano anche dei piccioni che abitualmente sostano in piazza dove trovano briciole e possono dissetarsi a due piccole fontane dalle quali sgorga uno zampillo.  Ma la piazza

Tema: "Il mare fonte di sostentamento, di conoscenza, di svago e di socializzazione. Descrivi le tue conoscenze o eventuali esperienze in merito".

Tema Il mare fonte di sostentamento, di conoscenza, di svago e di socializzazione. Descrivi le tue conoscenze o eventuali esperienze in merito. E' l'alba, l'auto corre veloce e silenziosa sull'Aurelia in direzione di La Spezia. Io guardo attraverso il finestrino ed ai miei occhi assonnati appare uno spettacolo unico, indescrivibile, fantastico: il mare è calmissimo, il rosa e il grigio perla si fondono e si sfumano creando effetti magici. La brezza accarezza con dita sottili le onde che rabbrividiscono e si increspano, formando righe e chiazze e lasciando una leggera spuma bianca. Il mare sa presentarci tanti volti, è una fonte inesauribile di fantastici spettacoli. Immagino quella immensa distesa azzurra al tramonto di un abbagliante giornata estiva. I colori caldi avvolgono il cielo e le acque. Il sole con i suoi ultimi raggi colora le onde di un giallo arancio, laggiù all'orizzonte il cielo e il mare sembrano incendiarsi e uno scintillio d'oro si pe

La descrizione della persona - Tema: "Il mio maestro"

Immagine
Tema Il mio maestro Il mio maestro è proprio simpatico, sono quattro anni che è con noi ed è riuscito ad instaurare un rapporto meraviglioso. E' di statura un po' sotto la media, cicciottello, e in un viso paffuto sono incastonati due occhi di colore chiaro tendente al grigio, che, quando è felice, irradiano un senso di tranquillità e allegria, ma quando è arrabbiato lanciano tuoni e fulmini. Il naso, su cui appoggia un bel paio di occhiali, è aquilino; la bocca, piccola, stretta e dalle labbra sottili è quasi sempre sorridente. L'abbigliamento è quasi sempre sportivo: un maglione, sempre con un collo a “v”, un paio di jeans o di pantaloni di velluto. Il suo carattere è molto buono perché conduce le sue lezioni con simpatia e allegria, tuttavia è severo quanto basta per tenerci in riga. Quando deve sgridare lo fa, ma non sgrida semplicemente castigando, ma cerca di far capire l'errore commesso. E' spiritoso, ama scherzare ed è molto simpatico. In

Tema: Caro Diario - Classe quinta scuola primaria

Immagine
Tema Caro Diario, ti parlo di ... Caro Diario, ti confesso che sono emozionata e un po' triste: sto per lasciare la scuola elementare della scuola primaria dopo cinque anni trascorsi anche troppo in fretta. Immagini vivissime affollano la mia mente e ricordo come se fosse ieri, il mio primo giorno di scuola ... Mi rivedo piccola e paffutella salire lo scalone dell'edificio, il mio passo era incerto e il mio cuore batteva forte. Quando entrai in classe non potei trattenere la meraviglia: non ti posso descrivere, caro Diario, le emozioni provate quel giorno. Conobbi subito i miei maestri, ma non osai dire loro nemmeno una parola: mi guardavo intorno timida e impacciata e, in quelle interminabili ore desiderai mille volte di essere a casa. Per fortuna i giorni trascorsero veloci, iniziai ad apprezzare i miei maestri, feci amicizia con molti compagni e ritornai ad essere la bambina giocherellona e allegra di sempre. Imparai velocemente a leggere e a scrivere, questa gra

Racconti, poesie e filastrocche sul tema dell'immigrazione

Immagine
Il tema dell'immigrazione è sempre di crescente attualità, sia per le tragiche notizie di cronaca, sia per le vicende politiche. Ma i bambini che ogni giorno sono a contatto con compagni e compagne di etnie diverse, come la pensano? Eccone un esempio tratto dal concorso "Dalle Ande agli Appennini" dal quale è scaturito l'omonimo libro. Amal, una cara amica tenera e sensibile Era il primo giorno di scuola ed in classe entrò una bambina che, dal colore della pelle, appariva subito straniera: fu in quel momento che il maestro ci presentò Amal. Il suo sguardo sembrava un po' smarrito, era confusa e disorientata, si chiudeva spesso nei suoi pensieri. Certo non è facile venire da un altro paese ed adattarsi subito alle usanze ed alle idee del nostro mondo occidentale. Per qualunque bambino sarebbe uno cho cambiare da un giorno all'altro modo di vivere. Questa bambina parlava a malapena la nostra lingua ed era un grosso problema comunicare con l

La descrizione degli animali. Tema: Il mio cane. Traccia di lavoro.

Immagine
La descrizione degli animali.Traccia di lavoro. Tema Il mio cane Leggo Il cucciolo, un terrier di sei mesi, si accomodò più vicino a lui e da lui ricevette il cibo: una buona pappa di latte e orzo e, ogni tanto, pezzetti di pane imburrato e filetti di pesce accuratamente spinati. Jerry si sentì felicissimo, tanto da insistere maleducatamente presso il padrone per ottenere sempre nuovi bocconcini. Ad un certo punto arrivò persino ad abbaiare per sottolineare la sua richiesta e questo indusse il padrone ad insegnargli “come si parla”. In soli cinque minuti Jerry imparò “siedi”, “cuccia”, “parla”, e capì che per chiedere doveva prima mettersi seduto e poi, senza saltare né muoversi, doveva aspettare finché il cibo gli veniva portato. Brano tratto da Jack London “Jerry e le isole” Traccia del componimento Introduzione Come si chiama? Di che razza è? Qualche cenno sul comportamento. Descrizione Lo descrivo: la corporatura, il colore e la forma del pelo, il

Il testo narrativo. Traccia del componimento. Tema: "Io e il mio tempo libero".

Immagine
Il testo narrativo - traccia del componimento Introduzione: Spiego perché è importante per me il tempo libero. Svolgimento: Nella parte centrale del tema racconto quali sono gli hobby che posso coltivare nel tempo libero: la palla a volo, la caccia al tesoro con i miei genitori, la lettura, guardare la TV, preparare la pasta di pane, la pesca in barca con il papà, il gioco degli scacchi con il computer, i giochi in piazza Roma, la chitarra. Conclusione: concludo il tema spiegando che il tempo libero è anche un mezzo per stare con i miei genitori. Non considero i compiti parte del mio tempo libero. Tema Io e il mio tempo libero Dopo la scuola e dopo i compiti è piacevole trascorrere uno spazio di tempo libero per me stessa. Nei giorni di sole vado a giocare a pallavolo e mi diverto molto: ora sono entrata in una squadra di bambine grandi da dieci anni in su mentre l'anno scorso ero nella squadra delle bambine più piccole. Di sera leggo perché mi piac

I vostri preferiti degli ultimi sette giorni

TITOLI DI TEMI

Prove di ingresso scuola media - Schede stampabili e gratuite

Esercizi di analisi grammaticale per la classe quinta

Dettato ortografico per la prima classe della scuola media (verifica dei prerequisiti ortografici)

I nomi difettivi, sovrabbondanti, invariabili: spiegazioni ed esercizi per la scuola primaria.

Esercizi di analisi grammaticale per la classe terza della scuola primaria - Schede stampabili

Verifica di analisi grammaticale per la classe quarta della scuola primaria. - Schede stampabili

I racconti, le poesie, le filastrocche, gli articoli, del maestro Ercole Bonjean

Testi utili per il riassunto

La descrizione di una persona cara: la nonna. Il testo e la traccia del lavoro.