Post

Visualizzazione dei post da febbraio 3, 2013

Tema: "Pesce d'aprile".

Immagine
Pesce d'aprile
Questa mattina abbiamo riso di cuore ascoltando il racconto degli scherzi del primo aprile. Ognuno ha raccontato con piacere gli scherzi fatti agli altri. Cristian ha ficcato un pesce di carta nella tasca del nonno. Ornella ha fatto credere alla sua madrina che la sua treccia si era trasformata in un ragno. Denis ha visto una macchina con un pesce appeso al cofano. Quasi tutti gli altri bambini hanno attaccato un pesce sulla schiena del maestro, della maestra, della mamma, del babbo, del fratello o della sorella. Ma nessuno ha chiesto la parola quando si è trattato di raccontare come era stato a sua volta preso in giro.
Visualizza e stampa con Google Docs
Link correlati a questo post:
La primavera
Raccolta di temi
Il testo narrativo
Tracce per i testi di tipo narrativo, descrittivo, argomentativo

La grammatica a fumetti: gli articoli.

Immagine
L'articoloè quella parte variabile del discorso che precede il nome. E' determinativo se lo indica in modo preciso; indeterminativo se lo indica in modo generico. Gli articoli determinativi sono: il, lo, la, per il singolare; i, gli, le, per il plurale. Gli articoli indeterminativi sono un, uno, una.
Visualizza e stampa con Google Docs

La grammatica a fumetti: l'aggettivo.

Immagine
L'aggettivo è quella parte variabile del discorso che si unisce al nome per qualificarlo (aggettivo qualificativo) o per meglio determinarlo (aggettivo determinativo o indicativo). L'aggettivo qualificativo può essere di tre gradi: - positivo: esprime una qualità semplice, senza confronti. Es.: bello, piccolo, grande, chiaro, scuro, ecc. - comparativo:esprime un confronto tra due persone, animali o cose, e tra due aggettivi. Può essere: - di maggioranza, es. più bello; - di minoranza, es. meno bello; - di uguaglianza, es. tanto bello quanto ... ; - superlativo; può essere: - assoluto, se esprimi la qualità al massimo grado,es: bellissimo, molto bello; - relativo, se esprime un confronto tra più persone, animali o cose, es. il più bello, il meno onesto. L'aggettivo indicativo o determinativo può essere: - possessivo (mio, tuo, suo, ecc. - dimostrativo: questo, quello, ecc. - numerale: primo secondo (uno, due, ecc.) - indefinito: tutti, alcuno, ogni, ecc.
Visualizza e stampa con Google Docs


La grammatica a fumetti: il pronome.

Immagine
Il pronome Il pronome è quella parte invariabile del discorso che si mette al posto del nome. Il pronome può essere: Personale: io, tu, me, noi, ecc.Possessivo:mio, tuo, suo, ecc.



Dimostrativo: questo, quello, lo stesso, ecc.
Indefinito: ognuno, nessuno, nulla, ecc.

Relativo: che, il quale, la quale, ecc. Interrogativo: chi?, che cosa? ecc.


Visualizza e stampa con Google Docs

La grammatica a fumetti: il verbo.

Immagine
Il verbo è quella parte variabile del discorso che esprime un'azione o un modo di essere. Il verbo rispetto al significato può essere: transitivo: quando l'azione parte da chi la compie e giunge direttamente a chi la subisce. Es. Il papà legge il giornale.intransitivo: quando l'azione parte da chi la compie ed è completa in se stessa, senza bisogno di passare su un'altra persona o animale o cosa.Es. Mario cammina lentamente.Il verbo rispetto alla forma può essere: attivopassivo riflessivoEs. Il babbo legge il giornale. Il verbo è di forma attiva perché il babbo cioè il soggetto compie l'azione. Es. Il giornale è letto dal babbo. Il verbo è di forma passiva perché il soggetto non compie l'azione ma la subisce. Il verbo è di forma riflessiva quando si ricorre nella coniugazione alle particelle pronominali mi, ti, si, ci, vi. Es. Io mi lavo, noi ci salutiamo.
Visualizza e stampa con Google Docs

La grammatica a fumetti: i verbi impersonali.

Immagine
I verbiimpersonali Si dicono verbi impersonali quelli che non indicano chi compie l'azione e sono sempre usati nella terza persona singolare.
Visualizza e stampa con Google Docs

Racconto:"La pioggia".

Immagine
La pioggia La pioggia scende fitta ed uguale. Picchia sui tetti, canta sulle lamiere, lava e riga i muri, crocchia sulla ghiaia del giardino, sprizza sui selciati, lucida le vie asfaltate, fa cerchi su cerchi sull'acqua che stagna. Sotto la gronda i passeri pigolano timidamente. Per le strade la pioggia batte tintinnano sugli ombrelli dei passanti, i bambini si divertono a mettere i piedini nelle pozzanghere.
Visualizza e stampa con Google Docs

Compito: passaggio dal discorso indiretto al discorso diretto con i fumetti.

Immagine
Trasforma le frasi seguenti prima in disegno con il fumetto e poi in discorso diretto. Romina chiede alla mamma un panino, la mamma dice di sì. Francesca chiede al maestro di poter uscire, il maestro le dà il permesso.  Romina chiede: "Mamma, mi dai un panino, per piacere?". La mamma risponde: "Prendilo, Romina!". Francesca chiede: "Maestro,potrei uscire?". Il maestro dice: "Esci Francesca!".
Visualizza e stampa con Google Docs

Test di preparazione alla prova INVALSI

Immagine
Nel sito DIDATTICA SCUOLA PRIMARIA è possibile trovare del materiale utile allo svolgimento della prova INVALSI.

Racconto: "Aria di Pasqua".

Immagine
Racconto Aria di Pasqua E' Pasqua. Anche il sole è arrivato per tempo; anzi con un leggero anticipo. Anch'io mi sento buono, più buono del solito. Siamo tutti un po' angeli oggi. Mi pare quasi di volare, leggero come sono. Esco di casa canticchiando. voglio bene a tutti. Distribuisco saluti a destra e a sinistra. Le automobili vanno a passo d'uomo. Anche i ladri stanno a casa a pitturare le uova per i loro bambini. Le galline razzolano nell'aia con visibile orgoglio: è un po' la loro festa. La chioccia dice: "Ahimè, i bambini preferiscono le uova di cioccolato a sorpresa": Alla sera le galline si addormentano pensando a queste strane uova. Chissà col tempo, riusciranno a farle anche loro ... E sognano un fanciullo pieno di ansie che rompe il guscio bianco. che cosa trova? Oh, un pulcino che recita la poesia. Il bambino batte le mani, le galline piangono in segno di tenerezza materna.
Visualizza e stampa con Google Docs

San Valentino

Immagine
La leggenda di San Valentino
Leggenda dei bambini

San Valentino possedeva un grande giardino pieno di magnifici fiori dove permetteva a tutti i bambini di giocare. Si affacciava sovente dalla sua finestra per sorvegliarli e per rallegrarsi nel vederli giocare. 
Quando veniva la sera, scendeva in giardino e tutti i bambini lo circondavano con affetto ed allegria. Dopo aver dato loro la benedizione regalava a ciascuno di loro un fiore raccomandando di portarlo alle loro mamme: in questo modo otteneva la certezza che sarebbero tornati a casa presto e che avrebbero alimentato il rispetto e l’amorenei confronti dei genitori. 
Da questa leggenda deriva l'usanza di donare dei piccoli regali alle persone a cui vogliamo bene.
Questionario
Lettura e comprensione del testo

1. Com'era il giardino di San Valentino? 2. Cosa faceva San Valentino quando veniva la sera? 3. Perché San Valentino la sera regalava un fiore ad ogni bambino? 4. Qual è la persona a cui volete più bene? 5. Può un piccolo fiore r…

La grammatica a fumetti: i verbi ausiliari.

Immagine
I verbi ausiliari sono due: essere e avere. Il verbo avere si usa: - con i verbi transitivi attivi per la formazione dei tempi composti; es: Il maestro ha lodato gli alunni diligenti - con alcuni verbi intransitivi, per la formazione dei tempi composti; es. Paola e barbara hanno camminato per due ore; - da solo come verbo transitivo e con il valore di possedere, tenere e simili; es. Andrea ha nella soffitta un tipico vestito di Carnevale. Il verbo essere si usa: - con i verbi transitivi passivi. es. La mela è mangiata da Monica. - con i  verbi riflessivi; es. Io mi sono lavato. - con la maggior parte dei verbi intransitivi; es. Sebastiano è andato a scuola. Il verbo essere si usa da solo con il significato di esistere. Es. Dio è.
Visualizza e stampa con Google Docs
Link correlati a questo post:
La grammatica a fumetti
Grammatica
Esercizi di grammatica
I verbi