"Nuovo Anno", filastrocca a rima baciata di Ercole Bonjean



Nuovo Anno

Suona suona mezzanotte,

fugge il Male nella notte.

E non torna alla Befana,

e neanche in settimana.

Se ne va il miserello,

col bastone e con l'ombrello.

Lo rincorron ora gli orchi per dirgli di restare,

ma di lor non vuol sapere, 

se ne deve proprio andare!

Spunta in ciel l'arcobaleno,

dai colori del sereno.

Quante piante, quanti fiori!

soavi musiche ed odori.

Com'è lieve e dolce l'aria,

e felice un cane abbaia.

Suona suona mezzanotte,

trionfa il Bene nella notte!

Ercole Bonjean


Link correlati a questo post:






Commenti

I vostri preferiti oggi

La descrizione della luna - La metafora e la similitudine presenti nel testo - L'aggettivo qualificativo

Dettato ortografico per la prima classe della scuola media (verifica dei prerequisiti ortografici)

Prove di ingresso scuola media - Schede stampabili e gratuite

I vostri preferiti oggi

La descrizione della luna - La metafora e la similitudine presenti nel testo - L'aggettivo qualificativo

Dettato ortografico per la prima classe della scuola media (verifica dei prerequisiti ortografici)

Prove di ingresso scuola media - Schede stampabili e gratuite

La descrizione del mare - La metafora e la similitudine presenti nel testo

I nomi difettivi, sovrabbondanti, invariabili: spiegazioni ed esercizi per la scuola primaria.