Post

Visualizzazione dei post da Settembre, 2015

Insegnare a leggere e scrivere in una prima classe della scuola primaria: il metodo globale fonematico di Ercole Bonjean

In questi anni molto spesso sul metodo di insegnamento della lingua italiana in una prima classe ci sono state idee del tutto diverse, talvolta contrapposte. A mio parere la classica contrapposizione tra metodo globale e il suo opposto il metodo analitico non aveva ragione di esistere, i due metodi avevano il grosso limite di praticare una didattica estrema che non generava buoni risultati. L'enunciato teorico che sottende anche il nostro iter didattico è il seguente: è vero che la visione del tutto è anteriore alla ricognizione analitica delle parti (metodo globale), ma proprio per questo l'analisi va fatta ed è importante (metodo analitico). In altri termini, quando un bambino entra in classe ha dapprima una visione globale dell'aula ma poi va a cogliere i particolari: il banco, la lavagna, ecc. Se questo è vero, ed è difficile poter affermare che non lo è, dal punto di vista didattico ne deriva che occorra partire prima dalla frase (visione del tutto) per poi passare al

"Ottobre" di Vincenzo Cardarelli

Immagine
Ottobre   Un tempo, era d'estate, era a quel fuoco, a quegli ardori, che si destava la mia fantasia. Inclino adesso all'autunno dal colore che inebria, amo la stanca stagione che ha già vendemmiato. Niente più mi somiglia, nulla più mi consola, di quest'aria che odora di mosto e di vino, di questo vecchio sole ottobrino che splende sulla vigne saccheggiate.   Sole d'autunno inatteso, che splendi come in un di là, con tenera perdizione e vagabonda felicità, tu ci trovi fiaccati, vòlti al peggio e la morte nell'anima. Ecco perché ci piaci, vago sole superstite che non sai dirci addio, tornando ogni mattina come un nuovo miracolo, tanto più bello quanto più t'inoltri e sei lì per spirare. E di queste incredibili giornate vai componendo la tua stagione ch'è tutta una dolcissima agonia. Vincenzo Cardarelli Visualizza e stampa Ti potrebbero interessare: Antologia Il testo poetico Autunno Le poesie Le filastrocche L

I pronomi: percorsi operativi di apprendimento. - Schede stampabili

Immagine
Il sito didattica scuola primaria propone numerosi link relativi ai pronomi inerenti al lavoro svolto in classe dai bambini nella scuola primaria. Non è detto che non possano risultare utili quale spunto per le varie attività didattiche. Puoi accedere a tutti i post relativi a questo argomento nella seguente sezione del sito: I pronomi Eccovi un esempio del lavoro svolto: Conoscere il pronome relativo. I  pronomi relativi  oltre a sostituire il nome e a evitare la ripetizione hanno anche la funzione di mettere in relazione due frasi. Porta i miei saluti a Davide. Ho conosciuto Davide l'anno scorso. Porta i miei saluti a Davide  che  ho conosciuto l'anno scorso. Raggruppiamo i pronomi relativi: che > invariabile: il quale  > maschile singolare i quali  > maschile plurale la quale  > femminile singolare le quali  > femminile plurale Al lavoro!

Le vacanze dell'anno scolastico 2015/2016

Immagine
Le vacanze di Natale si concluderanno in tutte le regioni italiane il 6 gennaio 2016. L'inizio sarà invece diversificato. Gli alunni siciliani potranno usufruire di vacanze più lunghe, con  inizio il 22 dicembre. Il giorno dopo sarà la volta degli alunni calabri, campani, friulani, liguri, lombardi, molisani, piemontesi, pugliesi, sardi, umbri, della provincia di Trento e del Lazio. In tutte le altre regioni le vacanze di Natale inizieranno il 24 dicembre. Le vacanze di Pasqua saranno più brevi, dal 24 al 28 marzo in Calabria e Liguria. Saranno invece più lunghe, dal 24 al 30 marzo 2016, in Abruzzo e Umbria. Nelle altre regioni le vacanze inizieranno il 24 e termineranno il 29 marzo. Poi, ci sono le vacanze locali fissate da ogni regione per realizzare "ponti" graditi ad alunni e insegnanti o per festività locali. Come il ponte dell'Immacolata,  tra domenica 6 e martedì 8 dicembre o il 2 novembre, non più rosso nel calendario, ma deliberato da tutte le regioni t

Il nome: percorsi operativi di apprendimento. - Schede stampabili

Immagine
Il sito didattica scuola primaria propone numerosi link relativi ai nomi inerenti al lavoro svolto in classe dai bambini nella scuola primaria. Non è detto che non possano risultare utili quale spunto per le varie attività didattiche. Puoi accedere a tutti i post relativi a questo argomento nella seguente sezione del sito: Il nome I nomi concreti ed i nomi astratti I  nomi concreti  indicano oggetti, cose viventi, oggetti reali. I  nomi astratti  indicano esseri o cose che non percepiamo con i cinque sensi, ma che esprimono cose idee, sentimenti della nostra mente: libertà, coraggio, odio e tantissimi altri. Ricava i  nomi astratti  dai seguenti verbi: amare - amore sapere - sapienza oziare - ozio riflettere - riflessione ignoranza - ignorare Ricava i  nomi astratti  dai seguenti aggettivi: educato > educazione fedele < fedeltà giusto > giustizia saggio > saggezza Sottolinea in rosso i nomi concreti e in verde i nomi astratti: ve

Le quattro stagioni: filastrocche a rima baciata ed a rima alternata

Immagine
Il signor Autunno Guarda il cielo ogni ora, lo rapisce dell'azzurro, di giallo lo colora. Dal suo grasso cestino scendon foglie rosse, gialle, che or carezzano un bambino. Sono tenui i suoi colori nella grande tavolozza dai leggeri, dolci, odori. Riempie il bosco di funghetti, di castagne marroncine, e di teneri mughetti. Stringe l'aria settembrina, calda calda in una mano, e la soffia a una bambina. Ercole Bonjean Il signor Inverno Con un passo lento lento getta pioggia, neve, vento; com'è freddo quel suo viso, com'è avaro di sorriso. Prova solo un po' di gioia, quando i bimbi fan baldoria, dai suoi occhi va via il gelo e di luce irradia il cielo. Piano piano col bastone ferma il vento e l'alluvione; ed è giunta ormai la sera, chiude gli occhi: è Primavera. Ercole Bonjean La signora Primavera Bentornata primavera, dal mattino sino a sera. Non fa freddo finalmente: ed il

L'aggettivo qualificativo: percorsi operativi di apprendimento. - Schede stampabili

Immagine
Il sito didattica scuola primaria propone numerosi link relativi all'aggettivo qualificativo inerenti al lavoro svolto in classe dai bambini nella scuola primaria. Non è detto che non possano essere utili quale spunto per le varie attività didattiche. Puoi accedere a tutti i post relativi a questo argomento nella seguente sezione del sito: Aggettivo qualificativo Eccovi un esempio di una delle varie unità didattiche proposte: Scoprire che cos'è l'aggettivo qualificativo. Il fumetto dà delle informazioni relative al cane Snoopy. Snoopy è un cane, un cane particolare perché si definisce: bello ,  simpatico  e  incompreso . Lucy invece lo definisce: stupido  e  vanitoso . Bello, simpatico, incompreso, stupido, vanitoso, sono informazioni in più sul nome Snoopy. Informazioni di questo tipo, in grammatica, si chiamano  aggettivo qualificativo . Le petunie  rosse . La petunia  appassita . Rosse  è l'aggettivo che d

Organico potenziato 2015/2016 in una scheda di lettura della CGIL

"La nota 30549 del 21 settembre 2015 emanata dal MIUR indica procedure, modalità e tempi per la definizione dell’organico potenziato per il 2015-2016. Contenuti della nota Con la nota il MIUR indica cosa debbono fare le singole scuole per richiedere l’organico potenziato per l’anno in corso, come gli USR debbono procedere per ripartire i posti assegnati dalla legge (tabella 1 legge 107/15 suddivisi per i diversi gradi di scuola e sostegno) alle diverse province della regione, e come, alla fine, gli ATP, per conto degli USR, assegneranno i posti alle singole scuole." Scheda di lettura CGIL

L'aggettivo qualificativo: esercizi grammaticali

Immagine
Ricerca gli aggettivi qualificativi presenti nel brano e sottolineali in rosso Alba Era una notte serena , il cielo stellato splendeva di riflessi verdi ed azzurri , come il cavo di un' immensa conchiglia marina . All'ultimo orizzonte il sole rompeva il nero guscio della notte sorgendo rosso e caldo sulla pianura lucente di rugiada. Disteso per terra, io trattenevo il respiro, ammirando i girasoli che sollevavano lentamente le palpebre gialle . Ad un tratto mi accorsi che i girasoli alzavano il capo e, dolcemente, girandosi sugli steli con uno scricchiolio fitto e vasto , volgevano il grande occhio nero verso il sole nascente . Visualizza e stampa Ti potrebbero interessare: Gli aggettivi Il testo descrittivo Antologia Schede di grammatica Analisi grammaticale Spiegazione ed esercizi di grammatica Spiegazione ed esercizi di analisi logica I nomi Gli articoli Gli aggettivi I pronomi Le congiunzioni I verbi Gl