DIDATTICA SCUOLA PRIMARIA

Didattica Scuola Primaria di Ercole Bonjean

Didattica della lingua italiana - Didattica della Storia - Didattica della Geografia - Didattica della matematica - Il metodo globale fonematico - Esercizi di grammatica - Testi di vario tipo - Prove di verifica - Lettura e comprensione del testo - Ortografia - Schemi per la costruzione del testo - Schede di dettati svolti in classe - Schede di valutazione delle competenze - Aspetti normativi e deontologici della funzione docente - Il testo poetico: analisi ed interpretazione, schemi di lavoro, schede.

sabato 3 ottobre 2015

La leggenda dell'estate di San Martino - Percorsi educativo didattici di apprendimento

La leggenda dell'estate di San Martino

In una fredda giornata di novembre, un soldato, di nome Martino, incontra un povero vecchio che gli chiede l'elemosina e trema per il freddo. Il cielo è ricoperto di nuvole nere, piove e tira un vento gelido, quasi invernale, il mendicante rischia di morire. Il cavaliere prova una grande pietà e sceso da cavallo, con la spada, taglia in due il suo caldo mantello e lo dona al povero. Il mendicante lo ringrazia con un sorriso e poi continua il suo cammino.
Martino prosegue la sua strada mentre la pioggia continua a scendere con forza e il vento continua la sua corsa impetuoso e gelido.
Ma ecco che d'improvviso la pioggia cessa di scendere, il vento si placa, il cielo si colora d'azzurro, il sole ritorna: con i suoi caldi raggi riscalda la terra e il cuore degli uomini.
Era l'11 di novembre, il giorno dell'estate di San Martino!

Ercole Bonjean

Analisi del testo:
  1. Chi sono i protagonisti del racconto?
  2. In quale mese dell'anno avviene questa storia?
  3. Perché il mendicante rischia di morire?
  4. Come lo aiuta Martino?
  5. Come lo ringrazia il povero vecchio?
  6. Cosa accade all'improvviso?
  7. In che giorno ricorre l'estate di san Martino?
  8. Ti è piaciuta questa leggenda? Perché?
Attività proposte:
  • Illustra con alcuni disegni, in sequenza temporale, la leggenda di San Martino.
  • Sottolinea, con colori diversi, tutti i nomi e gli aggettivi qualificativi presenti nel brano.


Link correlati a questo post:







Se questo post ti è piaciuto, condividilo su FaceBook, Twitter o Google Plus
Se non hai trovato quello che cercavi, cerca nel sito

0 commenti:

Posta un commento