"Storia universale" di Gianni Rodari


Storia universale

In principio la Terra era tutta sbagliata,
renderla più abitabile fu una bella faticata.
Per passare i fiumi non c’erano ponti.
Non c’erano sentieri per salire sui monti.
Ti volevi sedere?
Neanche l’ombra di un panchetto.
Cascavi dal sonno?
Non esisteva il letto.
Per non pungersi i piedi, né scarpe né stivali.
Se ci vedevi poco non trovavi gli occhiali.
Per fare una partita non c’erano palloni:
mancava la pentola e il fuoco per cuocere i maccheroni.
Anzi a guardare bene mancava anche la pasta.
Non c’era nulla di niente.
Zero via zero, e basta.
C’erano solo gli uomini, con due braccia per lavorare
e agli errori più grossi si poté rimediare.
Da correggere, però, ne restano ancora tanti:
rimboccatevi le maniche, c’è lavoro per tutti quanti.

Gianni Rodari

Visualizza e stampa 

Potrebbero interessarti:

Poesie di Gianni Rodari

Antologia

Il testo poetico

Commenti

Post popolari in questo blog

Esercizi di analisi logica per la scuola primaria

Verifica di analisi grammaticale per la classe quarta della scuola primaria. - Schede stampabili

Esercizi di analisi grammaticale per la classe quinta

Il verbo avere: possedere, agire, sentire.

Esercizi di analisi grammaticale per la classe seconda

Testi utili per il riassunto

Scienze classe seconda: l'acqua, il ciclo dell'acqua.

L'aggettivo qualificativo: spiegazioni ed esercizi - Schede stampabili

Verifica quadrimestrale - Scheda didattica - Dettato ortografico - Classe terza

Geografia classe quinta: le regioni d'Italia