Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2014

Outlines for narrative, essay-style or descriptive texts.

Immagine
Outlines for narrative, essay-style or descriptive texts. The website www.ercolebonjean.com is rich with writing material for elementary schools and the relative working structures. This consists of over 200 essays to read, save and print if needed, which could be useful as starting point for classroom work. Here are some examples: Writing a description of a person My teacher Character presentation He is so funny he is like a clown. Yes, I am talking about my teacher, Ercole Bonjean. Physical description My teacher is of strong build; his hair is grey and white, and his eyes are bright blue, full of joy. He has an aquiline nose, very funny, a thin and narrow mouth, which is often smiling, all contained in a plump face. Personality and behaviour My teacher behaves and acts just like a teacher. Ercole is very, very generous, vivacious, and cheerful with us; sometimes when we disobey he is very strict, but also calm. Ercole is at ease in his env

Scienze classe seconda: i materiali.

Immagine
I MATERIALI Quale materiale occorre per fare ... i pantaloni? La stoffa ... per fare la porta? Il legno ... per fare le posate? Il metallo ... per fare il salvagente?  La plastica ... per fare il bicchiere? Il vetro ... per fare la matita? Il legno per fare lo sgabello? Il legno Per fare la chiave? Il metallo Osserva l'oggetto e completa la tabella. Gli oggetti, a cosa servono, di cosa sono fatti. Zaino > serve per contenere il materiale scolastico > è fatto di stoffa Acquario > serve per far vivere i pesci > è fatto di vetro Libro > serve per imparare a leggere > è fatto di carta Regoli > servono per imparare a contare > sono fatti di plastica. Link correlati a questo post: Scienze classe prima Scienze classe seconda Visualizza e stampa con Google Docs Ringrazio la cara e brava collega, l'insegnante Nadia Zunino, unitamente al pi

Scienze classe seconda: come sono gli oggetti.

Immagine
COME SONO GLI OGGETTI Gli oggetti sono costruiti con MATERIALI che hanno caratteristiche differenti. Alcuni materiali sono RIGIDI perché non si deformano altri sono MORBIDI perché si modificano. Quelli morbidi quando li tocchi, se ritornano come prima sono ELASTICI, se rimangono deformati , sono PLASTICI. RIGIDI: bottiglia di vetro, palletta di legno, martello, matita. MORBIDI: elastici, pallone, spugna, gomma, plastica, bottiglia di plastica. ESPERIMENTI Chiara ha versato la stessa quantità d'acqua in 4 contenitori di forma diversa e un po' sul tavolo. Alfonso ha messo negli stessi contenitori un dado. Francesca invece ha versato del sale fino. Quale materiale cambia forma? ACQUA SI' DADO NO SALE FINO SI' RICORDA I SOLIDI non cambiano forma e si possono raccogliere con le mani. I LIQUIDI non hanno una forma precisa e non si possono raccogliere con le mani. Tutte le POLVERI prendono la forma dei co

Scienze classe seconda: i miscugli e le soluzioni.

Immagine
I MISCUGLI Abbiamo unito farina gialla e polvere di caffè: SENZA MESCOLARE le polveri restano separate: MESCOLANDO possiamo osservare e distinguere granellini gialli assieme a granellini marroni. Dopo aver mescolato possiamo ancora distinguere le due polveri? NO Due sostanze mescolate in questo caso le due polveri si dicono   MISCUGLIO. MISCUGLI E SOLUZIONI Nicola ha versato un cucchiaio di farina gialla in un bicchiere d'acqua e ha mescolato. Osserva: la farina gialla non si è sciolta, si è depositata sul fondo. Possiamo ancora distinguere i due elementi? SI' Allora abbiamo un MISCUGLIO. Emma ha versato un cucchiaio di zucchero in un bicchiere d'acqua e lo ha mescolato. L'acqua è rimasta limpida. Lo zucchero non si vede più perché si è SCIOLTO Possiamo ancora distinguere i due elementi? NO Acqua e zucchero insieme sono una SOLUZIONE. Camilla ha aggiunto ancora tanto zucchero e ha continuato a mesco

Esercizi di lettura e di grammatica per la scuola media inferiore

Un luogo comune Tra i tanti luoghi comuni che banalizzano la nostra conversazione, ce n'è uno esecrabile secondo il quale converrebbe “prendere la vita con filosofia”. Mi rendo conto che restare bloccati per un'ora in un ascensore è un'esperienza che richiede attitudini filosofiche, se non altro per occupare l'attesa, tuttavia non me la sento di ridurre la filosofia ad una semplice pratica di rassegnazione. Avere una filosofia, tra l'altro, significa possedere una scala di valori in base alla quale operare le scelte di vita. Luciano De Crescenzo 1) Spiega il significato delle seguenti espressioni: Luogo comune =  Prendere la vita con filosofia =  Scala di valori = Scelte di vita =  2) Ricerca tutti gli aggettivi qualificativi presenti nel brano: 3) Ricerca tutti i sostantivi presenti nel testo: Link correlati a questo post: Scuola media Visualizza e stampa con Google Docs

La Signora Estate - Filastrocca a rima alternata di Ercole Bonjean

Immagine
  La Signora Estate   Mentre il sol fa capolino, nel gran prato e nelle spiagge, Lei rialza il capo chino.   Guida ortaggi ed insalate  e, con canti melodiosi, dona loro serenate.   Un enorme solleone, solo al suon della Sua voce, alza fiero il capoccione.   Ora impera il lungo e in largo, con la forza del suo raggio, il Suo amico Sole Argo.   Piano piano vien la sera, spira un lieto venticello, ma sarà mera chimera. Ercole Bonjean Link correlati a questo post: Antologia Estate Racconti, poesie e filastrocche del maestro Ercole Visualizza e stampa con Google Docs

Progetto Accoglienza

Immagine
Nel sito potrete trovare diversi spunti educativo didattici per il "Progetto Accoglienza" per l'anno scolastico 2014/2015. Eccovene solo un esempio tra quelli più visitati dai lettori del sito. La fine di un'amicizia Il cane e il gatto una volta erano amici: dormivano insieme, mangiavano in compagnia, giocavano d’amore e d’accordo. Accadde però che un giorno il gatto si specchiò sulle rive di un laghetto e, molto contento di se stesso, pensò di essere il più bello, il più elegante degli animali. Da quel giorno guardò il cane con aria di superiorità, si sentiva il re degli animali. Il cane che non era certo bello (si trattava di un povero bassotto) se la prese a male. Fu così che i due animali non si poterono più vedere, il cane giocava con i cani, il gatto con il gomitolo della padrona. Finì per sempre l’amicizia, divennero nemici. ( Ercole Bonjean ) LIVELLO REFERENZIALE Il cane e il gatto sono sempre stati nemici

Giochi per bambini: "Numero mancante"

Immagine
Giochi per bambini: "Numero mancante" Uno tra i giochi di matematica e numeri più comuni e conosciuti. Si può giocare tutti contro tutti oppure di possono formare due squadre Età: dai 10 anni in poi Materiale occorrente: carta e matite Dove si gioca: automobile, aereo, treno nave. Link correlati a questo post: Giochi per bambini Visualizza e stampa con Google Docs

Giochi per bambini: "Numeri e segni"

Immagine
Giocare a "Numeri e segni" ricorda in un certo qual modo quando si cucina. Si usano ingredienti diversi, materie prime e spezie, che mischiati tra di loro daranno vita a un piatto. Età: dai 10 anni in poi Materiale occorrente: Carta e matite Link correlati a questo post: Giochi bambini Visualizza e stampa con Google Docs

Giochi per bambini: "Sinonimi e sinonimi"

Immagine
Sinonimi e sinonimi Un gioco utile ed educativo, che aiuterà i bambini a imparare i tanti sinonimi che possono avere le parole della lingua italiana. Età: dagli otto anni in poi Link correlati a a questo post: Giochi bambini Visualizza e stampa con Google Docs

A crocodile’s tears

Immagine
 A crocodile’s tears The crocodile’s tears pour like a waterfall into the big river. The moon watches him, laughing. It asks the sun for some light, so that it can take a photograph of the scene. The crocodile cries for the small, delicate gazelle who used to run free between the river banks. She is not going to run anymore, and she won’t be eating the tasty grass off the riverbanks anymore. This thought makes the crocodile weep with sadness and guilt for his moments of cruelty. The yellow face of the sun disappears into the darkness of the sky, and the crocodile feels even lonelier. Eventually, he loses consciousness and manages to sleep a healing sleep. He sleeps for few hours, being woken by a feeble sunray. The path to dawn has begun. His first feeling is one of deep hollowness. His stomach is grumbling and demanding to be filled. Like every morning, this demand is one that the crocodile simply cannot wish away; so he crawls into the thickest bush on the riverbank, and he w