Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2010

Comprendere il contenuto e la struttura di una filastrocca.

Immagine
Comprendere il contenuto e la struttura di una filastrocca. Le filastrocche per giocare. Girotondo dell' amore schiaccia le noci e fa il sapore con un mazzo di viole bianche e rosse a chi le vuole le voleva una bambina caschi in terra la più piccina Giro giro tondo il pane è cotto in forno un mazzo di viole per darle a che le vuole le vuole Sandrina caschi in terra la più piccina Comprensione In quale tipo di gioco vengono recitate le filastrocche? - Nel girotondo. Ci sono personaggi specifici? - No. Il contenuto delle filastrocche è dato da una serie di nomi di cose, verbi, persone, accostanti in modo da dare un ritmo, non un significato logico. Forma Da quanti versi è formata la prima filastrocca? E la seconda? - Tutte e due le filastrocche sono formate da sei versi. Quante strofe formano i versi? - I versi formano tre strofe. La lunghezza dei versi è costante

Il testo di tipo narrativo fantastico: "Un sogno".

Immagine
Tema Un sogno Spesso, quando mi sveglio, la mamma mi chiede: "Hai sognato qualcosa di bello questa notte? Io quasi sempre rispondo di no perché non ricordo se ho sognato oppure no. Un sogno che però ricordo molto bene è questo: "Vivevo in un mondo di criceti. Ero immerso da piccoli topini e tra loro mi sentivo il più grande di tutti! Erano talmente tanti che non sapevo più dove mettere i piedi.  Loro erano bravi e mi portavano a esplorare tutti i particolari del loro villaggio.  C'erano piazze con mini giochini, molti edifici e palazzi con rappresentati tutti i criceti più importanti.  Le cose di ognuno dei topi erano piccolissime e quindi c'era il problema di dove mettermi a dormire. Io e i criceti decidemmo di costruire una casa grande, apposta per me. Al termine del lavoro la casa era stupenda. Si andava a scuola anche al loro villaggio: i criceti più piccoli andavano all'asilo mentre i più grandi frequentavano la scuola. Le mamme dei criceti

Filastrocche a rima baciata e a rima alternata.

Immagine
Filastrocca capricciosa Una bimba capricciosa quasi sempre dispettosa con la bocca sempre ad u scrive squola con la q. Ma nel fondo del suo cuore vive ancora tanto amore. Lo capisce un bel mattino quando incontra un cagnolino, lui la lecca sul nasino e le dona un bel bacino. Con l'aiuto del suo cuore scrive bene a tutte l'ore: senza gioia ed emozione fare bene è un'illusione. Ercole Bonjean Filastrocca mascherata CORRE NEL CIELO UNA STELLA FIL ANTE CORRE IL TEMPO A RITMO INCESS ANTE CORRE ARLECCHINO CON COLOMB INA BACIA BRIGHELLA L’ AZZURRA FAT INA CORRE IL CARRO DELL’ ALLEGR IA DI SUONI E COLORI RIEMPIE LA V IA CORRE IL TEMPO ED E’ GIA’ S ERA SCAPPA VIA L’ALLEGRA BUF ERA COL BIDONE E LA RAM AZZA LO SPAZZINO TUTTO SP AZZA Ercole Bonjean Link correlati: Testo poetico  Antologia Racconti, poesie e filastrocche, del maestro Ercole Visualizza e stampa co

Riconosco ed uso in modo corretto i nomi collettivi

Immagine
Imparo a riconoscere e ad usare i nomi collettivi. Tanti alberi formano un  bosco . Tante rondini formano uno  stormo . Tanti giocatori formano una  squadra . Tanti bambini formano una  classe . Bosco, stormo, squadra, classe,  in grammatica si definiscono nomi collettivi. Ecco altri  nomi collettivi : flotta  > è un insieme di navi gregge  > è un insieme di pecore faggeto  > è un insieme di faggi pineta  > è un insieme di alberi di pino folla  > è un insieme di tante persone esercito  > è un insieme di soldati Mattia, classe terza Visualizza e stampa con Youblisher Visualizza e stampa con Google Docs

La leggenda del crisantemo

Immagine
La leggenda del crisantemo In una casetta del bosco vivevano una mamma ed una bambina. Intorno alla casetta sbocciavano bellissimi fiori; quando giunse la brutta stagione i fiori appassirono. Solo uno era rimasto alla bimba perché ella lo aveva conservato in casa. Un giorno la mamma della bimba si ammalò gravemente allora colse il fiore e l'offri alla Madonna, perché facesse guarire la sua mamma. Mentre pregava sentì una voce: "La tua mamma vivrà tanti anni quanti sono i petali che mi hai donato!". La bambina contò i petali del fiore e vide che erano pochi; allora per amore della mamma ridusse i pochi petali in tante striscioline. Così i petali divennero molti e la mamma visse per tanti anni. Nacque così il Crisantemo il fiore dai mille petali. Link correlati a questo post: Lassù nel cielo Ad un passo dalla costa Due novembre   Visualizza e stampa con Google Docs

Prova di verifica per la classe terza: dettato ortografico.

Immagine
Prova di verifica per la classe terza: dettato ortografico. Pizza, poliziesco, esercizi, Fabrizia, attrezzi, marziano, disgrazia. Colomba, lombrico, trampolino, ombrello, lampadario. Tempo, tanto, trombetta, tenda, Campobasso, bambola, incompleto. Sbadiglio, triciclo, tram, braccialetto, gridare, criniera, grissini, sgridata, braccia, fragola, drago, crema, briciole, pranzo. Tricheco, dromedario, criceto, fringuello, bruco, granchio. Sfera, stoffa, sgarbato, scaldabagno, sdentata. Candela, marcia, micro, cocco, fanciulla, caucciù. Gallina, fagiano, gommone, gondola, guscio, giovane, canguro, aragosta, pigiama, guasto, valigie. Mara classe terza - I quadrimestre   Visualizza e stampa con Youpublisher Visualizza e stampa con Google Docs

Il testo narrativo : "Una giornata di scuola che rimarrà per sempre impressa nei miei ricordi".

Immagine
Tema Una giornata di scuola che rimarrà per sempre impressa nei miei ricordi Una giornata di scuola che rimarrà per sempre impressa nei miei ricordi fu questa, dell'anno scorso: la festa alla nostra cara maestra Tilde che, purtroppo, ora è andata in pensione. Il maestro, qualche mese prima, disse a tutte le nostre mamme:"Vorrei organizzare una festa in un'aula per la maestra Tilde che quest'anno andrà in pensione". Le mamme erano tutte d'accordo e quindi,, con molte richieste, riuscimmo fortunatamente ad ottenere l'aula nel giorno preciso. Qualche tempo dopo, in classe, il maestro Ercole disse a tutti noi: "Bambini verso la fine della scuola ci sarà la festa per la maestra Tilde: mi raccomando, non ditele niente!!". Noi eravamo felicissimi per la notizia però dovevamo prepararci molto bene per non rovinare tutto. Siccome nei giorni finali della scuola, i nostri maestri non ci fanno mai lavorare tanto, decisero di prepararci a

La divisione in sillabe, gli accenti, la maiuscola e la minuscola, la punteggiatura. - Schede stampabili e gratuite.

Immagine
La musica della parola Mi piace pensare ai vari segni della punteggiatura come alle pause di uno spartito musicale nel quale le parole sono le note e i segni d’interpunzione le pause, i tempi dell’opera. Il compositore è libero di creare musica come desidera; mentre compone l’opera suona il pianoforte e sovente cambia le pause, talvolta cambia le note, e la musica cambia. E’ ciò che avviene quando si scrive, se sposti una virgola cambia il senso di quanto vogliamo affermare. La grammatica non può dettarci una regola che non ha regola. Sta a noi valutare attentamente quando occorra o meno inserire nello scritto il segno che ci sembra più adatto allo scopo. Il buon senso e la logica sono la regola non scritta a cui dobbiamo fare riferimento. Come si scrive?                                                                               Come si scrive la parola rocce? Maestro guardi ho trovato un errore d’ortografia sul nostro libro di lettura! Perché il cielo è azzurro? Cosa sign

Una poesia sul mare: "Luci azzurre" di Ercole Bonjean

Luci azzurre Si accendono le luci e il mare si illumina di tanti azzurri. E' bello curiosare il suo manto e le sue tinte: il tenue e il forte, il chiaro e lo scuro; è uguale e diverso, è gioia e dolore, è immenso Amore. Si spengono le luci, solo un frammento di luna rischiara il buio delle acque; giunge il suo mormorio e, se impari ad ascoltarlo, ti invade il piacere della quiete. Ercole Bonjean Link correlati a questo post: Racconti, poesie e filastrocche del maestro Ercole Antologia Visualizza e stampa con Google Docs

Arricchire il lessico: i sinonimi.

Immagine
Arricchire il lessico mediante l'uso dei sinonimi. I sinonimi sono vocaboli che, pur essendo differenti, hanno significato affine. - Debora ha paura del buio. Quali parole possono sostituire i termini paura e buio senza che la frase cambi significato? Debora ha terrore del buio. Debora ha timore del buio. Debora ha paura dell' oscurità . Debora ha paura delle tenebre . Terrore > paura forte Timore > paura meno intensa Oscurità > buio meno intenso Tenebre > buio completo In grammatica terrore e timore sono sinonimi di paura; tenebre e oscurità sono sinonimi di buio. Troviamo insieme dei sinonimi di: alunno > scolaro baccano > chiasso vestito > abito urlo > grido tranquillità > calma strada > via Cerco i sinonimi dei seguenti nomi: casa > abitazione, dimora quadro > pittura, dipinto divertimento > svago, passatempo, distrazione punizione > pena, castigo, condanna

La punteggiatura: esercizi di grammatica.

Imparare ad usare la punteggiatura. Correggo le frasi mettendo al posto giusto la virgola. ES: Mentre il cane abbaia il gatto, beve il latte. (Sbagliato)       Mentre il cane abbaia, il gatto beve il latte. (Giusto) Mentre la mamma cucina il papà, fuma la pipa. Mentre la mamma cucina, il papà fuma la pipa. La mamma stira il bambino legge una storia. La mamma stira, il bambino legge una storia. La segretaria scrive a macchina il direttore, telefona. La segretaria scrive a macchina, il direttore telefona. Alice disegna Chiara, studia. Alice disegna, Chiara studia. Correggo le frasi mettendo il punto e la lettera maiuscola. La scorsa estate, con la mia famiglia, sono andato in vacanza in Sardegna durante il viaggio ho potuto ammirare le bellezze della natura. La scorsa estate, con la mia famiglia, sono andato in vacanza in Sardegna . D urante il viaggio ho potuto ammirare le bellezze della natura. Ieri pomeriggio, dopo aver st

I sinonimi e i contrari: schema per la descrizione della persona.

I sinonimi e i contrari Forma e dimensione di una corporatura: robusta > esile, gracile tarchiata > snella enorme > minuta, mingherlina Colore della pelle: abbronzata > chiara scura, olivastra > chiara rosea > pallida Dimensione e forma delle mani: ruvide > morbide callose > morbide tozze > affusolate sudate > asciutte Forma e espressione del volto: triste  > allegro malinconico > ridente, gaio pallido > roseo Espressione e colore degli occhi: furbi > ingenui meravigliati > spaventati aperti > chiusi chiari > scuri Link correlati a questo post: Il testo descrittivo L'aggettivo qualificativo Visualizza e stampa con Google Docs

Illustro il dettato con i disegni e i fumetti

Immagine
Un leone, un orso e una volpe. Un leone e un orso trovarono un pezzo di carne e si misero a litigare. L'orso non voleva cedere e il leone altrettanto. Lottarono a lungo e alla fine caddero a terra privi di forze. Una volpe nascosta lì vicino, vide il pezzo di carne, lo addentò e fuggì via. Illustro con un disegno e i fumetti Link correlati a questo post: Il dettato ortografico Classe seconda Visualizza e stampa con Google Docs

"Il corvo e la volpe" di Esopo - Analisi e comprensione del testo - Illustrazione in sequenza temporale

Immagine
La volpe e il corvo Una volpe vide un corvo che aveva nel becco un bel pezzo di formaggio. Volendo impadronirsene gli disse: - Corvo hai delle penne stupende. Se la tua voce è pari allo splendore delle tue penne, tu sei veramente il più bello degli uccelli! E lo stupido corvo toccato nella sua vanità, aprì il becco per cantare e lasciò cadere il formaggio che l'astuta volpe addentò felice. Esopo Analisi del testo Rispondi alle domande sul racconto Che cosa vide la volpe? Che cosa disse al corvo? Che cosa fece il corvo? Come andò a finire? La volpe vide un corvo su un albero che aveva un pezzo di formaggio nel becco. La volpe disse al corvo: - Come canti bene! Fammi sentire la tua voce. Il corvo iniziò a cantare e il pezzo di formaggio cadde sull'erba. Andò a finire che la volpe addentò il pezzo di formaggio e scappò via.  Puoi visionare l'intero lavoro anche in versione publisher:   Link correlati a questo post: Lettura e co