DIDATTICA SCUOLA PRIMARIA

Didattica Scuola Primaria di Ercole Bonjean

Didattica della lingua italiana - Didattica della Storia - Didattica della Geografia - Didattica della matematica - Il metodo globale fonematico - Esercizi di grammatica - Testi di vario tipo - Prove di verifica - Lettura e comprensione del testo - Ortografia - Schemi per la costruzione del testo - Schede di dettati svolti in classe - Schede di valutazione delle competenze - Aspetti normativi e deontologici della funzione docente - Il testo poetico: analisi ed interpretazione, schemi di lavoro, schede.

venerdì 15 agosto 2014

Tema: "Le mie domeniche"




Tema

Le mie domeniche

I miei genitori di domenica organizzano sempre qualche cosa. Spesso le loro iniziative sono belle e interessanti, qualche volta sono dei veri sacrifici per me.
Quando d'estate andiamo al mare mi diverto tantissimo perché ci sono i miei amici con cui posso giocare; certe volte, quando si può, viene mio papà e così facciamo nuotate lunghissime insieme.
Le domeniche che non sopporto per niente sono quando organizziamo gite in montagna. Bisogna alzarsi presto, percorrere il tragitto in macchina e, come se non bastasse, arrivati alla meta, ci mettiamo a camminare sotto un sole cocente, senza contare le volte che faceva freddissimo. Se chiedo di mangiare mia mamma risponde prontamente: “No Marta, adesso no! Quando arriveremo in cima mangerai”.
D'inverno, però, le gite in montagna mi piacciono tantissimo: bisogna alzarsi presto, percorrere il tragitto in macchina, ma appena arriviamo ci mettiamo gli sci ai piedi e … via, per le discese di Monesi!
Mi diverto molto anche se siamo io e i miei genitori, perché mio padre, siccome scia molto bene, mi fa un po' da istruttore.
Le domeniche che trovo più piacevoli sono quelle che trascorro nella casa di campagna che mio padre e mia madre hanno fatto ristrutturare.
Mi piace tanto perché vengono i miei zii con la mia cuginetta Elena di pochi mesi. Passiamo lì il fine settimana e il sabato sera invitiamo amici a cenare a casa nostra.
I miei zii restano a dormire con noi; è bellissimo la domenica essere svegliati dal pianto della mia cuginetta. La tengo in braccio tutto il giorno, la cambi e soprattutto sono felice perché mia zia mi fa fare tutte queste cose.
La sera quando se ne vanno a casa mi dispiace un sacco e rincorro la loro macchina per tutta la salita fino ad essere completamente senza fiato.
Anche quando piove ed è tempo brutto io e i miei familiari usciamo: andiamo a casa di amici oppure a pranzare da mia nonna e dalla mia prozia.
Mi ritengo una bambina molto fortunata ad avere dei genitori così dinamici che mi fanno trascorrere delle domeniche tanto piacevoli; a dir la verità, non potrei desiderare di più.

Marta, classe quinta, 1997

Visualizza e stampa


Se questo post ti è piaciuto, condividilo su FaceBook, Twitter o Google Plus
Se non hai trovato quello che cercavi, cerca nel sito

0 commenti:

Posta un commento