DIDATTICA SCUOLA PRIMARIA

Didattica Scuola Primaria di Ercole Bonjean

Didattica della lingua italiana - Didattica della Storia - Didattica della Geografia - Didattica della matematica - Il metodo globale fonematico - Esercizi di grammatica - Testi di vario tipo - Prove di verifica - Lettura e comprensione del testo - Ortografia - Schemi per la costruzione del testo - Schede di dettati svolti in classe - Schede di valutazione delle competenze - Aspetti normativi e deontologici della funzione docente - Il testo poetico: analisi ed interpretazione, schemi di lavoro, schede.

domenica 3 luglio 2011

La gita scolastica

L'argomento gita scolastica, alias viaggio d'istruzione, ha suscitato notevole interesse tra i lettori. Vi propongo un'interessante intervento nel blog di Daniela una collega che la pensa come molti di noi su questo spinoso argomento in cui dalla parte della ragione finisce che, senza motivo alcuno, passiamo dalla parte del torto.

"Salve, le avevo scritto qualche mese fa. Aggiornamento: come temevo, una collega mi ha chiesto di raccogliere i soldi per la gita nella classe dove insegno (non sono coordinatrice ma doc. di sostegno). Si trattava di raccogliere un tot. di circa 400 euro da versare in banca. Ho detto di no. Un'altra collega mi ha rinfacciato in classe (con stizza!) davanti ai ragazzi, il mio comportamento. Io ho ribadito che non sono obbligata a farlo, non voglio prendermi questa responsabilità. L'avrei anche fatto, alla fine, per fare un favore all'altra collega già oberata da ulteriori raccolte di soldi in un'altra classe, ma volevo essere coerente con la mia precedente presa di posizione. Risultato: critiche anche cattive da parte dell'altra collega che si è quindi accollata l'impegno, e critiche anche a casa mia, dove questo mio rifiuto è stato giudicato negativamente .. PS. non si tratta di volersi opporre a tutti i costi a qualcosa, ho sempre fatto volentieri vari favori e ho cercato (e cerco tuttora) di essere disponibile con i colleghi. Volevo provare ad essere, appunto, coerente, ma a quanto pare così sbaglio io! Grazie per l'attenzione. Daniela"

Quanto afferma non mi sorprende, risponde ad un'effettiva realtà. Ribadisco: non esiste normativa che obblighi in alcun modo un docente a maneggiare denaro per dare vita ad un viaggio d'istruzione. E' vero il contrario, non è ammissibile farlo. Ma andiamo per ordine:
  • Nello specifico del tuo caso. Perché spetta all'insegnante di sostegno raccogliere il denaro ed effettuare i versamenti?. Se proprio ci tengono lo facciano le colleghe promotrici del viaggio, detto comunemente ed impropriamente gita scolastica.
  • Grave coinvolgere i ragazzi: è mancanza di professionalità un atteggiamento di tale tipo che sarebbe, questa sì, da sanzionare da chi di dovere.
  • Esistono i bollettini postali dove i familiari dei ragazzi possono erogare direttamente alla segreteria della scuola i costi per il viaggio d'istruzione.
  • Io non credo nell'insegnante missionario, credo nel docente appassionato e professionale, ma essere presi in giro in questo modo è vergognoso. Non scenderei a compromessi su questo punto anche vista l'arroganza che mi segnali della collega in questione.

    Visualizza e stampa con Google Docs



Se questo post ti è piaciuto, condividilo su FaceBook, Twitter o Google Plus
Se non hai trovato quello che cercavi, cerca nel sito

0 commenti:

Posta un commento