Insegnare a leggere e scrivere in una prima classe della scuola primaria: il metodo globale fonematico di Ercole Bonjean

In questi anni molto spesso sul metodo di insegnamento della lingua italiana in una prima classe ci sono state idee del tutto diverse, talvolta contrapposte. A mio parere la classica contrapposizione tra metodo globale e il suo opposto il metodo analitico non aveva ragione di esistere, i due metodi avevano il grosso limite di praticare una didattica estrema che non generava buoni risultati. L'enunciato teorico che sottende anche il nostro iter didattico è il seguente: è vero che la visione del tutto è anteriore alla ricognizione analitica delle parti (metodo globale), ma proprio per questo l'analisi va fatta ed è importante (metodo analitico). In altri termini, quando un bambino entra in classe ha dapprima una visione globale dell'aula ma poi va a cogliere i particolari: il banco, la lavagna, ecc. Se questo è vero, ed è difficile poter affermare che non lo è, dal punto di vista didattico ne deriva che occorra partire prima dalla frase (visione del tutto) per poi passare al

Dettato ortografico per la prima classe della scuola media (verifica dei prerequisiti ortografici)


Dettato ortografico (per la prima classe della scuola media)


  1. Gliel'ho ripetuto diverse volte, ma non intende darmi ascolto!
  2. Te l'ho detto di cercare il telo da portare alla spiaggia.
  3. L'hanno invitato per l'anno prossimo.
  4. Mi dai una mela? Non posso, l'ha mangiata Stefano.
  5. Ha messo a soqquadro la sua cameretta ma non ha trovato il taccuino del papà.
  6. Quest'estate ci recheremo in vacanza in Sicilia, non vedo l'ora di ammirare le bellezze ambientali e storiche di questa splendida isola.
  7. Cosa v'è accaduto? Vi raccomando di comportarvi bene.
  8. Se n'è andato senza neanche ringraziare gli zii.
  9. Qual è il tuo programma per questo fine settimana? Non lo so ancora, l'ho solo pensato senza prendere alcuna decisione in merito.
  10. Non me la sento di venire, m'è venuta una terribile emicrania.
  11. Sta’ fermo, non vedi quant’è pericoloso attraversare col rosso.
  12. Non è stato invitato nessun altro alla tua festa?
  13. Fa’ quello che ti dico e non te ne pentirai.


Commenti