I migliori post di didattica: racconti, fiabe, poesie, filastrocche. Scheda stampabile.

I post della sezione "Racconti, poesie e filastrocche del maestro Ercole" che hanno maggiormente interessato insegnanti, bambini e genitori, a seconda del numero di visualizzazioni, nell'anno scolastico 2013/2014 sono i seguenti:









Racconti

Due novembre

Quanti fiori di tanti colori: bianchi, gialli, rosati, violacei, azzurri come il cielo, in questa insolita giornata di novembre. Sono tiepidi oggi i raggi di un pallido sole; compare di tanto in tanto a riscaldarci, mentre gli alti cipressi controllano i passanti: con passo lento, in una lunga fila, si avvicinano per l'incontro con i propri cari. L'immagine sbiadita dei marmi è ricoperta da strisce dorate e solenni. In disparte una serie di croci senza nome, semplici, in legno povero, senza fiori. Solo i bambini fanno festa lì intorno, e giocano a nascondino, e corrono veloci per arrivare primi alla meta. Ora il luogo diventa un giardino colorato, si riempie di profumi e chiacchierii, di tanto in tanto una lacrima bagna la terra, vola tra le grigie nuvole una semplice preghiera.

Ercole Bonjean

Poesie

La stella cometa

La stella cometa

infrange il buio della notte.
La luce inonda
la piccola capanna
e illumina le genti.
“E’ nato!” ci dice.

Il tempo fugge via veloce,
le strade brillano di luci.
La gente corre,
compra regali.
Si vende, si vende,
a Natale.
Ma un volto sorride nell’ombra,
una mamma stringe il figlio al suo seno,
un padre comprende i suoi errori,
un soldato ritorna a casa.
E’ Amore,
non si compra,
non si vende,
si regala.
E’ nato,
è nato Gesù!
Compare la stella cometa,
avvolge il mondo di luce,
risplende nella notte stellata.

Ercole Bonjean

Filastrocche

Il signor Inverno

Con un passo lento lento
getta pioggia, neve, vento;
com'è freddo quel suo viso,
com'è avaro di sorriso.
Prova solo un po' di gioia,
quando i bimbi fan baldoria,
dai suoi occhi va via il gelo
e di luce irradia il cielo.
Piano piano col bastone
ferma il vento e l'alluvione;
ed è giunta ormai la sera,
chiude gli occhi: è Primavera.

Ercole Bonjean

Racconti

Due novembre

Quanti fiori di tanti colori: bianchi, gialli, rosati, violacei, azzurri come il cielo, in questa insolita giornata di novembre. Sono tiepidi oggi i raggi di un pallido sole; compare di tanto in tanto a riscaldarci, mentre gli alti cipressi controllano i passanti: con passo lento, in una lunga fila, si avvicinano per l'incontro con i propri cari. L'immagine sbiadita dei marmi è ricoperta da strisce dorate e solenni. In disparte una serie di croci senza nome, semplici, in legno povero, senza fiori. Solo i bambini fanno festa lì intorno, e giocano a nascondino, e corrono veloci per arrivare primi alla meta. Ora il luogo diventa un giardino colorato, si riempie di profumi e chiacchierii, di tanto in tanto una lacrima bagna la terra, vola tra le grigie nuvole una semplice preghiera.

Ercole Bonjean

Link correlato a questo post:


Commenti

Post popolari in questo blog

I nomi difettivi, sovrabbondanti, invariabili: spiegazioni ed esercizi per la scuola primaria.

Verifica di analisi grammaticale per la classe quarta della scuola primaria. - Schede stampabili

Rimborso delle spese sanitarie per gli insegnanti della scuola dell'infanzia e della scuola primaria: ex ENAM ora INPDAP - Modello per il contributo

Esercizi di analisi grammaticale per la classe quinta

I nomi concreti e i nomi astratti

Esercizi di analisi logica per la scuola primaria

Geografia - Le regioni d'Italia - L'Abruzzo - Spiegazioni e prova di verifica per la classe quinta della scuola primaria

Che cos'è la storia?

I termini della moltiplicazione: moltiplicando, moltiplicatore, prodotto, fattore