DIDATTICA SCUOLA PRIMARIA

Didattica Scuola Primaria di Ercole Bonjean

Didattica della lingua italiana - Didattica della Storia - Didattica della Geografia - Didattica della matematica - Il metodo globale fonematico - Esercizi di grammatica - Testi di vario tipo - Prove di verifica - Lettura e comprensione del testo - Ortografia - Schemi per la costruzione del testo - Schede di dettati svolti in classe - Schede di valutazione delle competenze - Aspetti normativi e deontologici della funzione docente - Il testo poetico: analisi ed interpretazione, schemi di lavoro, schede.

lunedì 4 gennaio 2010

Verifiche primo quadrimestre


Comunicazione ai genitori delle classi seconde

In questi giorni gli alunni eseguiranno le prime prove di verifica di lingua italiana con valutazione. L'intento è quello di permettere all'insegnante di valutare i livelli di apprendimento raggiunti dalla classe e, nel contempo, consentire all'alunno di cominciare a valutarsi. Considero una verifica valida, per proseguire nello svolgimento del programma, quando la stragrande maggioranza degli alunni ha acquisito gli obiettivvi didattici previsti dalla programmazione E' bene comunque precisare quanto segue:
la valutazione, a mio giudizio, non ha un carattere sommativo (es. 4+8= 12 : 2= 6) ma formativo: quello che conta non è la somma dei voti, ma ciò che l'alunno ha realmente e oggettivamente acquisito al termine del 2° quadrimestre.

Ascolto, rifletto, scrivo
  1. Un gatto salta sul tetto.

  2. In settembre le giornate diventano più corte.

  3. Un cane corre nel giardino di Emilio e Sofia.

  4. Lucrezia vuole la pappa e sveglia il maestro Ercole.

  5. La mamma prepara le patate al forno.

  6. In autunno le rondini migrano verso i paesi caldi.(15 settembre)
(15 settembre)

La pioggia

Oggi piove e non potremo trascorrere l'intervallo in piazza Roma.
L' aria è più fresca, il mare sembra grigio. Speriamo che torni presto il sole. In ogni caso la pioggia è utile perché le campagne hanno bisogno di tanta acqua.
(16 settembre)

L'estate

Oggi è l'ultimo giorno d'estate. Da domani tocca al signor “Autunno”. Diciamo ciao ai giochi sulla riva del mare, ai bagni nell'acqua salata, ai castelli di sabbia. La scuola è già cominciata, ma non ci dispiace poi troppo. E' piacevole cambiare, a parte i compiti.
Le prime foglie gialle sono già cadute, ne scenderanno tante altre sino a formare un magnifico tappeto per gli animaletti del bosco.
(20 settembre)

Primi giorni di scuola

La scuola è iniziata da pochi giorni, ma con tante novità.
Sono con noi due nuovi compagni, Giorgio ed Antonio, sono simpatici ed intelligenti. Sono arrivate tre maestre molto brave: Loredana, Monica ed Ornella.
In questo anno scolastico il maestro Ercole ci insegnerà a giocare a scacchi. Ci riusciremo?
Non mancherà il teatro e la recita, ricca di emozioni, insieme alla maestra Antonella ed alla maestra Francesca. Non sarà sicuramente un anno barboso.
(22 settembre)

Ora è veramente autunno

Solo una settimana fa indossavamo vestiti estivi: i bambini delle classi seconde e gli insegnanti portavano i pantaloni leggeri e le magliette a mezze maniche.
Oggi, per la merenda in piazza Roma, indossiamo abiti pesanti, quasi invernali. La temperatura è scesa, ma il sole splende e non c'è il vento. Ne approfittiamo.
(19 ottobre)

La visita alla biblioteca civica di Imperia “Lagorio”

E' arrivato il gran giorno: alle ore 9,30 si parte. Siamo saliti su due pulmini che ci hanno portato alla biblioteca “Lagorio” di Imperia. Sulla porta della biblioteca ci ha accolto la direttrice Silvia Bonjean, ci guida per un corridoio molto lungo: possiamo ammirare il museo “De Amicis” e le stupefacenti foto d'epoca. Saliamo sino al secondo piano ed entriamo … Ora siamo nel cuore della biblioteca: l'ingresso dove ti iscrivi e chiedi i libri in prestito. Subito dopo curiosiamo nella sala computer: vi torneremo e andremo su internet la prossima visita.
(21 ottobre)

Ascolto, rifletto, scrivo
  1. Il vigile dirige il traffico.

  2. La giraffa ha il collo lungo.

  3. Lo sciatore scende a spazzaneve sulla pista numero tre.

  4. I mandarini hanno un gusto gradevole per il palato.

  5. Gli amici di Sara verranno a trovarci.

  6. Le streghe buone portano i regali.
(10 novembre)

Buon compleanno Gesù

Tra poco sarà il compleanno di Gesù. In questi giorni non compiranno gli anni solo Francesca, Mara, Alessia ed Ercole. Tutto il mondo festeggerà la nascita di Gesù, tanti presepi ricorderanno quel giorno. Certo saranno molti di più gli alberi di Natale che altissimi e luccicanti brilleranno nella notte in tutte le più famose piazze del globo: da Roma a New York, da Caracas a Londra, da Pechino a Parigi. Tutti festeggeranno, anche chi non crede in Dio. Gesù nacque povero in una piccola capanna. Lo riscaldano d'amore i poveri giunti da ogni parte della Palestina. Certi cristiani si vergognano a dire che amano Gesù, noi lo amiamo e siamo orgogliosi di amarlo. Il nostro dono sarà quello di provare ad essere tutti più buoni e forti anche nei giorni qualunque. La preghiera ci aiuterà ad essere come Lui. Il maestro e le maestre ci hanno autorizzato a copiare Gesù, anche durante la verifica: il 10 è assicurato.
(12 dicembre)

A letto con la febbre

Tra poco sarà Natale, Giulia ha una brutta febbre. Ha tanto freddo ma la mamma continua a dire che è calda, troppo calda. La bambina è giù di morale, non potrà alzarsi domani e neppure aprire i regali.
Scocca ormai la mezzanotte quando riesce a prendere sonno. Nel sogno le appare Babbo Natale. Ha un pancione enorme ed una grande barba bianca, non porta regali con sé ma ha in braccio un bambino grassottello. Il piccolo la guarda negli occhi e sorride. Si sveglia molto presto e non ha più la febbre: è contenta. Qualcuno la osserva: “Mamma è tanto che voglio dirtelo, vorrei un fratellino”. Il volto le si avvicina sempre di più sino a sfiorarle l'orecchio, ora quella voce la accarezza: “E' qui con noi, tu non lo vedi perché è dentro di me”.
(15 dicembre)

Ascolto, rifletto, scrivo, rileggo
  • Emilio ha vinto un importante torneo della scuola ed è tornato a casa con un premio stupefacente: un magnifico computer portatile.

  • I miei genitori hanno deciso che andremo a Viareggio per festeggiare il Carnevale. Il prossimo anno ci piacerebbe festeggiarlo a Venezia.
(25 gennaio)

Ascolto, rifletto, scrivo, rileggo
  1. “A carnevale ogni scherzo vale”.

  2. Chiara ha acquistato alcuni sacchetti di coriandoli e stelle filanti.

  3. Ho telefonato a Sara ma era già uscita di casa.

  4. Per la festa di carnevale Benedetta ha scelto di indossare un vestito da ballerina spagnola.

  5. Durante una meravigliosa vacanza in Egitto, tra le stupefacenti rive del fiume Nilo, ho potuto osservare un enorme coccodrillo che spalancava le grosse fauci ricche di denti aguzzi e affilati.
(2 febbraio)

Ascolto, rifletto, scrivo, rileggo
  1. Lorenzo ha chiesto in prestito a Benedetta un pastello di colore azzurro.

  2. Ho chiesto alla nonna se preferiva che la chiamassi alle ore otto o alle nove.

  3. Perché non hai chiesto una lettera di scuse ai tuoi amici?

  4. Purtroppo alcune persone non hanno festeggiato il nuovo anno molto bene perché hanno adoperato dei fuochi d'artificio proibiti e pericolosi.
(3 febbraio)

Ascolto, rifletto, scrivo, rileggo
  1. Ho realizzato un piccolo quadretto con gli acquerelli, lo regalerò per Pasqua ai nonni.

  2. Le favole antiche iniziavano con questa frase: "C'era una volta ... ".

  3. L'inverno non vuole più andarsene, fa ancora tanto freddo e le giornate di pioggia sono certamente più numerose di quelle in cui compare il sole.

  4. Gli esperti prevedono ancora brutto tempo ma, a poco a poco, la Terra si muove verso la primavera; per San Benedetto e dintorni la rondine comparirà di nuovo nell'azzurro cielo di fine marzo.

  5. Mi piace sempre di più colorare con i pastelli a cera. Quanti bei disegni si possono creare.

  6. Ieri le strade e le vie si sono colorate di profumate e gialle mimose in omaggio a tutte le donne e le mamme del mondo: AUGURI!
(9 marzo)

Ascolto, rifletto, scrivo, rileggo
  1. Le cuoche della mensa preparano il polpo alla ligure: un piatto prelibato.

  2. Un aquilone vola nel cielo azzurro: un piccolo monello lo osserva divertito.

  3. Nel mese di aprile parteciperemo al torneo di scacchi organizzato per i bambini che frequentano la scuola primaria.

  4. Finalmente è tornato il sole e con esso il piacere dei giochi all'aria aperta: da tanto tempo non potevamo fare merenda in piazza Roma per il freddo di questi giorni.

  5. Il dodici aprile con Ercole, Francesca ed Antonella ci recheremo a Genova per un viaggio d'istruzione al museo Luzzati. In quell'occasione impareremo nuove tecniche per il disegno; sarà divertente realizzare dei piccoli quadretti che conserveremo come ricordo di un'altra utile esperienza di studio e di piacere.
    (12 marzo)
(Ercole Bonjean)




Ascolto, rifletto, scrivo
L'acqua è indispensabile per la vita dell'uomo sulla Terra.
Il nostro corpo è composto in massima parte da acqua.











Se questo post ti è piaciuto, condividilo su FaceBook, Twitter o Google Plus
Se non hai trovato quello che cercavi, cerca nel sito

0 commenti:

Posta un commento