Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2014

Insegnare a leggere e scrivere in una prima classe della scuola primaria: il metodo globale fonematico di Ercole Bonjean

In questi anni molto spesso sul metodo di insegnamento della lingua italiana in una prima classe ci sono state idee del tutto diverse, talvolta contrapposte. A mio parere la classica contrapposizione tra metodo globale e il suo opposto il metodo analitico non aveva ragione di esistere, i due metodi avevano il grosso limite di praticare una didattica estrema che non generava buoni risultati. L'enunciato teorico che sottende anche il nostro iter didattico è il seguente: è vero che la visione del tutto è anteriore alla ricognizione analitica delle parti (metodo globale), ma proprio per questo l'analisi va fatta ed è importante (metodo analitico). In altri termini, quando un bambino entra in classe ha dapprima una visione globale dell'aula ma poi va a cogliere i particolari: il banco, la lavagna, ecc. Se questo è vero, ed è difficile poter affermare che non lo è, dal punto di vista didattico ne deriva che occorra partire prima dalla frase (visione del tutto) per poi passare al

Odorato e olfatto

Immagine
HANNO ODORE / NON HANNO ODORE L'ODORE E' LA PROPRIETA' DEGLI OGGETTI RILEVABILE CON L'ODORATO E  L'OLFATTO COLORA SOLO GLI OGGETTI CHE EMETTONO ODORE

Odori gradevoli e sgradevoli

Immagine
Giovedì 27 marzo SCRIVIAMO DEGLI OGGETTI DELLA SCHEDA PRECEDENTE SU DUE COLONNE ODORI GRADEVOLI                                   ODORI SGRADEVOLI OLIO                                                         PESCE MELA                                                        ALCOOL TORTA                                                      BENZINA CAFFE'                                                      RIFIUTI   DISEGNA UN OGGETTO DALL'ODORE MOLTO INTENSO E SGRADEVOLE PANNOLINO DISEGNA UN OGGETTO DALL'ODORE POCO INTENSO E GRADEVOLE SUCCO                                                  

"La dinastia dei poltroni" di Gianni Rodari

Immagine
La dinastia dei poltroni  Dunque se state buoni oggi vi spiego la dinastia dei Poltroni. Capostipite e fondatore fu re Poltrone Primo, detto il Dormitore, che regnò su Poltronia vent'anni e un palmo. Dopo di lui nell'ordine, regnarono: Poltrone Secondo, detto il Calmo;  Poltrone Terzo, detto il Cuscinetto; Poltrone Quart o, inventore dello scaldaletto; Poltrone Quinto,  detto lo Spinto, perché se non lo spingevano sul trono s'addormentava sui gradini; Poltrone Sesto, lo Schiacciapiumini; Poltrone Settimo, il Riposato; Poltrone il Riposato, detto il Nono per isbaglio; Poltrone Decimo, detto Accidenti - alla - Sveglia (sposò la regina Sbadiglia ed ebbero per figli diciassette sbadigli). Infine la corona coronò la Pelata  di Poltrone Undicesimo, detto il Medesimo, perché per lui tutto faceva lo stesso; il bello e il brutto, la pace, la guerra, il cielo, la terra, la frittata, il ragù, la lepre in salmì. Con lui la dinastia finì.

Il tatto

Immagine
  Mercoledì, 2 aprile 2014 IL TATTO LA DUREZZA, LA RUVIDEZZA, IL CALORE, IL PESO SONO PROPRIETA' DEGLI OGGETTI RILEVABILI CON IL TATTO . CON IL TATTO SENTIAMO CHE LA MELA ... - E' FRESCA - E' LISCIA - E' DURA - E' UN PO' PESANTE Visualizza e stampa con Google Docs

"Il vigile urbano" di Gianni Rodari

Immagine
Il vigile urbano  Chi è più forte del vigile urbano? Ferma i tram con una mano. Con un dito, calmo e sereno, tiene indietro un autotreno: cento motori scalpitanti li mette a cuccia alzando i guanti. Sempre in croce in mezzo al baccano: chi è più forte del vigile urbano? Gianni Rodari Tratto da "Filastrocche in cielo e in terra", Einaudi Ragazzi Visualizza e stampa Ti potrebbero interessare Le poesie Le filastrocche La raccolta dei temi Il testo narrativo Il testo descrittivo Il testo argomentativo Il testo poetico Il testo umoristico Scrittura creativa Argomenti di vario tipo Dettato ortografico Lettura e comprensione del testo Antologia Elementary school Genitori e figli La grammatica a fumetti Le favole di Esopo: analisi ed interpretazione del testo Le fiabe classiche Le regole della grammatica e dell'ortografia Leonardo da Vinci: lettura e comprensione del testo di favole Le avventure di Pinocchio: lettura e comprensione del

80 euro in busta paga di maggio per i docenti. (SCHEDA DEGLI AUMENTI)

Immagine
Bonus Irpef, arrivano le istruzioni-lampo dell'Agenzia delle Entrate: 80 Euro in busta paga di maggio. Arrivano a tempo di record le istruzioni dell'Agenzia delle Entrate per applicare, a partire dalla busta paga di maggio, il bonus Irpef da 80 euro. E' stata infatti pubblicata la circolare con le indicazioni per riconoscere il credito ai lavoratori "dipendenti e assimilati" con un reddito fino a 26mila euro. Il bonus per lavoratori dipendenti e assimilati sarà riconosciuto in busta paga, a partire da maggio, senza dover fare alcuna domanda. Il credito, riservato a chi guadagna fino a 26mila euro, sarà infatti erogato direttamente dai datori di lavoro in tutti i casi in cui l'imposta lorda dell'anno è superiore alle detrazioni per lavoro dipendente.  Chi ha tutti i requisiti per ricevere il bonus, ma non ha un sostituto d'imposta, ad esempio perché il rapporto di lavoro si è concluso prima del mese di maggio, chiarisce l'Agenzia, po

Lettura e comprensione del testo: percorso operativo per la scuola media di primo grado.

Eurialo e Niso, due amici inseparabili Quella notte i Rutuli di guardia tutt’intorno all’accampamento troiano gozzovigliavano e facevano festa, sicuri di sferrare, il giorno dopo, un attacco vittorioso. Ma i Troiani, nel timore di essere assaliti, non riposavano: un gruppo di armati ispezionava le porte del campo. A guardia di una di esse c’era Niso, guerriero valoroso, molto abile con l’arco e con il giavellotto; con lui c’era il suo fedele compagno Eurialo, il giovinetto più bello, gentile e gaio tra quelli che avevano seguito Enea. C’era tra loro un grande e reciproco affetto: essi combattevano sempre insieme e, in quel momento, vegliavano insieme a difesa della stessa porta. A un tratto Niso disse: -Non so se è un dio a ispirarmi questo pensiero, ma il mio più ardente desiderio è quello di uscire dall’accampamento e di compiere un’impresa memorabile contro i nemici. Detesto starmene qui inerte. Vorrei tentare di raggiungere Enea per informarlo di quanto accade. L’occasione è favore

"Pasqua" di Oscar Wilde (in italian and english version)

Immagine
Easter day The simple trumpetsrang across the Dome         The people knelt upon the ground with awe:        And born upon the necksof men I saw, Like some great God, the Holy Lord of Rome. Priest like, he wore a robe more white than foam,        And king-like,swathed himself in royal red,        Three crowns of gold rose high upon his head: In splendour and in light the Pope passed home. My hearth stole back across wide wastes of years        To one who wandered by a lonely sea,        And sought in vain for any place of rest:        “Foxes have holes, and every bird its nest. I, only I, must wander wearily, And bruise my feet, and drink wine salt with tears” Pasqua Le trombe argentee squillarono nella Cupola:        La gente cadde in ginocchio a terra emozionata:        E recato sul collo degli uomini io vidi, Come un gran Dio, il Santo Signore di Roma. Sacerdotale, egli portava una veste più bianca della spuma,        E, regale si p

Scuola news: le principali notizie della settimana.

Immagine
Nasce domani, domenica 27 aprile, la nuova rubrica online del sito “DIDATTICA SCUOLA PRIMARIA”.  Mi auguro che la conoscenza di determinate notizie possa esservi, care lettrici e cari lettori, di un qualche aiuto in un momento così difficile per l'Italia e, conseguentemente, per la scuola italiana. Il notiziario avrà cadenza settimanale, sarà in rete ogni domenica alle ore 18,30, fatta eccezione nel periodo estivo. A domani! (e.b.) Link correlato a questo post: Notiziario settimanale

Scuola media di primo grado: didattica della lingua italiana ("Achille e Patroclo" dall'Iliade di Omero).

Immagine
Achille e Patroclo: la vendetta di un eroe Patroclo sedeva in silenzio ad ascoltare Achille, che sulla cetra d’argento cantava le gesta di antichi eroi, quando vide avanzare verso la tenda Ulisse, Aiace e il vecchio Fenice. Achille sussultò, stupito, e si alzò per accogliere gli ospiti. Si rivolse poi al suo amico: - Patroclo, porta delle coppe e del vino, perché i miei migliori amici sono ora tutti sotto questo tetto. Intanto egli stesso sistemò sullo spiedo carne di pecora e di capra insieme a una spalla di maiale. Patroclo distribuì sul desco il pane e tutti insieme, dopo aver offerto agli dèi i bocconi migliori, cominciarono a mangiare. Quando furono sazi, Ulisse sollevò il calice in onore di Achille: - Abbiamo trovato qui ottimo cibo – disse. -Ma come possiamo mangiare con piacere, se tutto il nostro esercito è in pericolo? Tra poco Ettore, con l’aiuto di Zeus, piomberà su di noi come un fulmine e ci distruggerà insieme con le nostre navi. Ma se tu deponi la tua ira e torni

"Pianto antico" di Giosuè Carducci

Pianto antico L' albero  a cui tendevi la  pargoletta  mano, il  verde  melograno da' bei  vermigli  fior, nel  muto orto solingo rinverdì tutto or ora e giugno lo ristora di luce e di calor. Tu fior   della mia pianta percossa e inaridita , tu  dell' inutil vita estremo unico fior, sei  ne la terra  fredda , sei  ne la terra  negra ; né  il sol più ti rallegra né  ti risveglia amor. Giosuè Carducci Per ascoltare la poesia vai qui Link correlati a questo post: Antologia Visualizza e stampa con Google Docs

Prove INVALSI 2014

Immagine
Le prove di verifica Invalsi, a mio parere, proprio perché di natura oggettiva, valutano solo parzialmente i processi di insegnamento apprendimento. Vi sono taluni aspetti  irrinunciabili  dell'iter didattico che giocoforza vengono trascurati dal sistema di valutazione nazionale. Mi riferisco in particolar modo alla capacità di esposizione scritta ed orale degli alunni. Vi è una parte soggettiva della verifica che solo i singoli insegnanti possono valutare.  Se la premessa del mio ragionamento è corretta, ne consegue che la verifica delle competenze conseguite dai bambini, attraverso le prove  INVALSI , risulti essere poco aderente alla realtà scolastica in cui operiamo. Ma la mia è una valutazione personale, del tutto soggettiva! In ogni caso tuttavia, dura lex, sed lex, le prove vanno somministrate (brutto verbo, quasi peggio del sostantivo razionalizzazione, alias tagli) alle bambine e ai bambini. Di seguito troverete una serie di link atti allo scopo. In particolare trovo b