Post

Anno scolastico 2021/2022: primi giorni di scuola - Attività educativo didattiche di apprendimento di italiano e matematica per tutte le classi della scuola primaria

  "Chi parte bene è a meta dell'opera", così recita un antico detto popolare. L'antico proverbio si può e si deve, a mio parere, applicare alla didattica. E' importante un primo proficuo percorso operativo di apprendimento nei primi giorni di scuola. Nel sito di didattica per la scuola primaria numerose sono le proposte utili quale spunto per le varie attività educativo didattiche oramai sempre più vicine. Ma q uali argomenti possono essere utili, per l'inizio delle scuole, quale spunto per le lezioni? Penso che possa essere producente proporre alle bambine ed ai bambini alcuni dei numerosi post presenti nel sito relativi ai primi giorni di scuola per tutte le classi nelle varie materie oggetto di studio. Per la parte grammaticale il sito è ricco di proposte che vi propongo in toto. Non rimane che sfogliarle, potrebbero offrire qualche idea adatta per i vari percorsi educativo didattici di apprendimento.  Auguro a tutti Voi un proficuo anno scolastico 2021/202

Gabriele D'Annunzio: poesie per la scuola primaria.

Immagine
Gabriele D'Annunzio scrittore, poeta e drammaturgo italiano, raggiunse il massimo della celebrità ai primi del novecento. Le sue poesie, in particolare, lo resero famoso per la lirica toccante e innovativa. Inventore di neologismi che hanno resistito allo scorrere del tempo. Nel sito per la scuola primaria ho inserito alcuni testi poetici adatti, ancor oggi, alle nuove generazioni. Eccovi i link relativi: "Filastrocca di Carnevale" di Gabriele D'Annunzio "I Re Magi" di Gabriele D'Annunzio "Il presepio" di Gabriele D'Annunzio - Poesia di Natale per la scuola primaria L'onda di Gabriele D'Annunzio Ti potrebbero interessare: Le poesie Le filastrocche La raccolta dei temi Il testo narrativo Il testo descrittivo Il testo argomentativo Il testo poetico Il testo umoristico

Il verbo avere: brevi unità didattiche per la scuola primaria - Spiegazioni ed esercizi per la correttezza ortografica

Immagine
La lettera h, priva di suono, presenta non poche difficoltà per i bambini e gli adulti di tutte le età. Come usare in modo corretto questa lettera apparentemente così insidiosa? Vi sono vari metodi che possono essere utilizzati nella didattica. Tra i più efficaci ve ne segnalo alcuni che mi auguro sciolgano ogni dubbio ai nostri piccoli alunni. Eccovene un esempio unitamente ad alcuni link che fanno al caso nostro: Ha o a? - Nicoletta ... giocato ... scacchi. Proviamo a sostituire i puntini con aveva: - Nicoletta aveva giocato aveva scacchi. Notiamo subito che una parte della frase "Nicoletta aveva giocato" va benissimo: è una frase che ha senso, logica e quindi occorre la lettera h. Non è logico e fa anche ridere il finale della frase: "Nicoletta aveva giocato aveva scacchi". In questo caso niente lettera h. Ora possiamo scrivere con sicurezza: "Nicoletta ha giocato a scacchi". Utilizziamo lo stesso metodo con o od ho.

Pablo Neruda: poesie per la scuola primaria

Immagine
Le poesie di Pablo Neruda suscitano nei piccoli lettori piacevoli emozioni che accendono l'interesse verso l'amore per la vita e parallelamente verso la pace tra gli uomini. Il poeta cileno, premio Nobel per la letteratura nel 1941, rappresenta nelle sue liriche i buoni sentimenti ed esprime la propria bellezza interiore nell'arte dello scrivere. Il sito di didattica per la scuola primaria vi propone alcuni dei testi poetici più famosi dello scrittore che hanno coinvolto, in modo estremamente positivo, le bambine ed i bambini di varie generazioni. Analisi, comprensione, ed interpretazione del testo poetico: "Sono felice" di Pablo Neruda Primavera: "Ode a un ciuffo di violette" poesia di Pablo Neruda - Spunti grammaticali "La mimosa" di Pablo Neruda "Ottobre arriva" di Pablo Neruda "Temporale" di Pablo Neruda La canzone dell'albero vecchio  di Pablo Neruda "Il primo giorno dell'anno", poes

"Bambino", poesia di Alda Merini - Educare alla pace

Immagine
Bambino Bambino, se trovi l’aquilone della tua fantasia legalo con l’intelligenza del cuore. Vedrai sorgere giardini incantati e tua madre diventerà una pianta che ti coprirà con le sue foglie. Fa' delle tue mani due bianche colombe che portino la pace ovunque e l’ordine delle cose. Ma prima di imparare a scrivere guardati nell’acqua del sentimento. Alda Merini Visualizza e stampa Ti potrebbero interessare: Giornata della pace della fraternità e del dialogo tra appartenenti a culture e religioni diverse (4  ottobre) Scuola e immigrazione: poesie, filastrocche, temi. Festa della Repubblica, 2 giugno Come mai gli uomini muoiono in guerra? Tema: Racconto la mia esperienza con i compagni di scuola stranieri Breve unità didattica sul Natale: "Se io fossi Gesù Bambino vorrei che ... ". San Francesco: attività educativo didattiche per la scuola primaria. La leggenda dell'estate di San Martino - Percorsi educativo didattici di app

Giacomo Leopardi: poesie per la scuola primaria.

Immagine
Giacomo Leopardi poeta italiano e patrimonio culturale del mondo ha scritto poesie di una tale bellezza espressiva che, a mio parere, debbono essere proposte agli alunni delle scuole di ogni ordine e grado. I bambini quando leggevo le sue opere rimanevano a bocca aperta, le imparavano a memoria e ne coglievano il senso. Il sito di didattica per la scuola primaria vi propone alcune tra le liriche più famose e toccanti del poeta di Recanati.   “L’infinito” di Giacomo Leopardi, festa del bicentenario della stesura. Lettura del testo per la scuola primaria. Giacomo Leopardi: "Brilla nell'aria" - Prosa della poesia (prose version of the poem) Alla luna di Giacomo Leopardi A Silvia di Giacomo Leopardi  Il sabato del villaggio di Giacomo Leopardi Ti potrebbero interessare: Le poesie di Giosuè Carducci , Giovanni Pascoli , Angiolo Silvio Novaro , Gabriele D'Annunzio

Giacomo Leopardi: "Brilla nell'aria" - Prosa della poesia (prose version of the poem)

Immagine
Brilla nell'aria   Primavera d'intorno. Brilla nell'aria  e per li campi esulta,  si' ch'a mirarla intenerisce il core odi greggi belar, muggire armenti e gli altri augelli contenti a gara insieme, per lo libero ciel  fan mille giri, pur festeggiando il lor tempo migliore. Giacomo Leopardi Spring poetry: “Brilla nell’aria” by Giacomo Leopardi  Prose version of the poem: Spring brightens the sky, and it is as if the fields exulted at its coming. At its passage, the heart fills with emotions and you listen to the sheep bleating with joy, the cows mooing; the birds happily circle the sky and, like a joyful race, fly free, celebrating the best season of their life. Prosa della poesia La primavera illumina il cielo ed è come se i campi esultassero al suo incedere. Al suo passaggio il cuore si riempie d'emozioni e ascolti le pecorelle che belano dalla gioia, i muggiti delle mucche; gli uccelli felici ruotano nel cielo e, come in una gara della

"Prendi un sorriso" di Mahatma Gandhi - Educare ai valori fondamentali della persona: la pace, la libertà, l'uguaglianza tra i popoli.

Immagine
Compito della scuola è quello di educare ai valori fondamentali della persona: la pace, la libertà, l'uguaglianza tra i popoli. Sono questi obiettivi irrinunciabili a cui la società tutta deve dare il proprio contributo. Le bambine e i bambini si rivelano molto sensibili a questi argomenti che incidono sulla sfera motivazionale, fanno da leva alla volontà, e offrono spunti straordinariamente coinvolgenti, trasversali a tutte le materie oggetto di studio. Questa meravigliosa poesia fa bene a tutti. (e. b.) Prendi un sorriso Prendi un sorriso, regalalo a chi non l’ha mai avuto. Prendi un raggio di sole fallo volare là dove regna la notte. Scopri una sorgente fa bagnare chi vive nel fango. Prendi una lacrima, posala sul volto di chi non ha pianto. Prendi il coraggio, mettilo nell'animo di chi non sa lottare. Scopri la vita, raccontala a chi non sa capirla. Prendi la speranza, e vivi nella sua luce. Prendi la bontà, e donala a chi non sa donare. Scopri

Canva: utile strumento di grafica per alunni e insegnanti.

Immagine
"Canva è uno strumento disponibile online dal computer, o tramite app dallo smartphone.  Con Canva si possono creare bellissime grafiche di ogni tipo utili ad insegnanti, alunni e all'intera classe che potrà collaborare allo stesso progetto. Si possono creare: volantini, diagrammi di ogni tipo, presentazioni, poster, biglietti da visita e molto altro ancora. Inoltre, questo strumento può essere usato in modo semplicissimo: ti basterà selezionare il template che preferisci e cambiarlo in ogni sua parte: colori, testo, foto ecc. E non è finita qui, Canva è di base gratis per tutti, ma offre anche un abbonamento PRO che per le scuole è gratuito, questo dà la possibilità di accedere gratuitamente ANCHE alle risorse a pagamento: bellissime foto in più, più template e la possibilità di creare cartelle condivise. Ti puoi iscrivere qui  https://www.canva.com/it_ it/educazione/  "  Ti potrebbero interessare: Link consigliati

Link consigliati per l'anno scolastico 2019/2020

Immagine
Consiglio ai lettori del sito "didattica scuola primaria" di visionare i seguenti siti per l'anno scolastico 2019/2020:  Twinkl Maestro Roberto Ciao maestra   Canva sito di grafica online ilgomitolo   Rai scuola Bianco sul nero Gocce d'armonia abcteach CiaU Dada pasticciona Istituto comprensivo di Paternò Scuola "Giovanni Tancredi" di Monte SantAngelo   Risorse didattiche Istituto Comprensivo Altopascio Professione insegnante Orizzonte scuola Bussolascuola A tutta scuola Guamodì scuola Lavoro e formazione Sostegno forum attivo La girandola Non solo scuola Portale scuola Altervista La scuola dei genitori Invalsi Unascuola

"Gabbiani", poesia di Vincenzo Cardarelli - Analisi e comprensione del testo

Immagine
Gabbiani Non so dove i gabbiani abbiano il nido, ove trovino pace. Io son come loro in perpetuo volo. La vita la sfioro com'essi l'acqua ad acciuffare il cibo. E come forse anch'essi amo la quiete, la gran quiete marina, ma il mio destino è vivere balenando in burrasca. Vincenzo Cardarelli Analisi e comprensione del testo Il poeta esprime in brevi tratti di penna se stesso paragonando la sua vita a quella dei gabbiani in continuo volo "Non so dove i gabbiani abbiano il nido ove trovino pace. Io son come loro in perpetuo volo."  Proprio come i gabbiani che volano sopra le acque del mare alla ricerca del cibo, il poeta ricerca la quiete, la serenità " La vita la sfioro  com'essi l'acqua ad acciuffare il cibo. E come forse anch'essi amo la quiete,  la gran quiete marina,".  Ma mentre i gabbiani trovano pace tra le acque, la vita del poeta è inquieta, alla continua ricerca di una quiete che non trova " E come