IL NATALE SI AVVICINA

Il Natale: i migliori racconti, poesie e filastrocche, temi, leggende, per la didattica nella scuola primaria - Schemi per l'analisi e la comprensione del testo.

  Le festività del Natale offrono molti spunti sia dal punto di vista didattico, sia educativo. Molto spesso si dice che la scuola italiana non sia al passo coi tempi.  Bene, ritengo invece che in alcuni casi sia meglio che la scuola  non si uniformi , non diventi lo specchio deformato di una realtà  volta all'immagine  più che  alla   sostanza ,  alla forma  più che  al contenuto . In particolare le festività natalizie sono diventate principalmente un affare commerciale e diventano l'esatto contrario dell'autentico messaggio di pace e d'amore. E' il momento quindi di andare  contro corrente  e ritornare al significato etimologico della parola Natale che significa  nascita , nascita di Gesù, ed esprime valori universali condivisibili dai credenti e dai non credenti: la pace, l'uguaglianza nella diversità, l'amore per se stessi e per gli altri, la solidarietà, sono valori dell'uomo in quanto tale.  I bambini risponderanno in modo positivo, alle poesie, ai

Il post del giorno: "Pinocchio" capitolo I, lettura e comprensione del testo

 

Le avventure del più famoso burattino del mondo con la relativa parte relativa alla lettura ed alla comprensione del testo. Un iter didattico, particolarmente stimolante per i bambini ed il docente, adatto per una classe quarta od una classe quinta della scuola primaria a seconda delle competenze pregresse raggiunte. Eccovi il link da poter visionare:


Come andò che maestro Ciliegia, falegname, trovò un pezzo di legno, che piangeva e rideva come un bambino.

Ti potrebbero interessare:

Capitolo II: "Maestro Ciliegia regala il pezzo di legno al suo amico Geppetto, il quale lo prende per fabbricarsi un burattino maraviglioso che sappia ballare, tirar di scherma e fare i salti mortali".

Capitolo III: "Geppetto, tornato a casa, comincia subito a fabbricarsi il burattino e gli mette il nome di Pinocchio. Prime monellerie del burattino".


Capitolo IV: "La storia di pinocchio col Grillo-parlante dove si vede come i ragazzi cattivi hanno a noia di sentirsi correggere da chi ne sa più di loro".


Capitolo V: "Pinocchio ha fame, e cerca un uovo per farsi una frittata; ma sul più bello la frittata gli vola via dalla finestra".


Capitolo VI: "Pinocchio si addormenta coi piedi sul caldano, e la mattina dopo si sveglia coi piedi tutti bruciati".


Capitolo  VII: "Geppetto torna a casa, e dà al burattino la colazione che il pover'uomo aveva portata con sè".


Capitolo VIII: "Geppetto rifà i piedi a Pinocchio e vende la propria casacca per comprargli l'abbecedario".


Capitolo IX: "Pinocchio vende l'abbecedario per andare a vedere il teatro dei burattini".


Capitolo X: "I burattini riconoscono il loro fratello Pinocchio e gli fanno una grandissima festa; ma sul più bello, esce fuori il burattinaio Mangiafoco, e Pinocchio corre il pericolo di fare una brutta fine". 


Capitolo XI: "Mangiafoco starnutisce e perdona a Pinocchio, il quale poi difende dalla moerte il suo amico Arlecchino".


Capitolo XII: "Il burattinaio Mangiafoco regala cinque monete d'oro a  Pinocchio perché le porti al suo babbo Geppetto: e Pinocchio, invece, si lascia abbindolare dalla Volpe e dal Gatto e se ne va con loro".


Capitolo XIII: "L'osteria del Gambero Rosso".


Capitolo XIV: "Pinocchio, per non aver dato retta ai buoni consigli del Grillo-Parlante, s'imbatte negli assassini".


Capitolo XV: "Gli assassini inseguono Pinocchio; e, dopo averlo raggiunto, lo impiccano a un ramo della quercia grande".


Capitolo XVI: "La bella bambina dai capelli turchini fa raccogliere il burattino: lo mette a letto, e chiama tre medici per sapere se sia vivo o morto".


Capitolo XVII: "Pinocchio mangia lo zucchero, ma non vuol purgarsi: però quando vede i becchini che vengono a portarlo via, allora si purga. Poi dice una bugia e per gastigo gli cresce il naso".


Capitolo XVIII: "Pinocchio ritrova la volpe e il gatto, e va con loro a seminare le quattro monete nel campo dei miracoli".


Capitolo XIX: "Pinocchio è derubato delle sue monete d'oro e, per gastigo, si busca quattro mesi di prigione".


Capitolo XX: "Liberato dalla prigione, si avvia per tornare a casa della Fata; ma lungo la strada trova un serpente orribile, e poi rimane preso alla tagliuola".


Capitolo XXI: "Pinocchio è preso da un contadino, il quale lo costringe a far da guardia a un pollaio".


Capitolo XXII: "Pinocchio scuopre i ladri e, in ricompensa di essere stato fedele vien posto in libertà..."


Capitolo XXIII: "Pinocchio piange la morte della bella bambina dai capelli turchini: poi trova un colombo che lo porta sulla riva del mare, e lì si getta in acqua per andare in aiuto del suo babbo Geppetto".


"Pinocchio" di Carlo Collodi, capitolo XXIV: "Pinocchio arriva all'isola delle api industriose e ritrova la fata".


Capitolo XXV: "Pinocchio promette alla fata di essere buono e di studiare,perché è stufo di fare il burattino e vuol diventare un bravo ragazzo".


Capitolo XXVI: "Pinocchio va co' suoi compagni di scuola in riva al mare, per vedere il terribile Pescecane".


Capitolo XXVII: "Gran combattimento fra Pinocchio e i suoi compagni: uno de' quali essendo rimasto ferito, Pinocchio viene arrestato dai carabinieri"


Capitolo XXVIII: " Pinocchio corre pericolo di essere fritto in padella come un pesce".


Capitolo XXIX: "Ritorna a casa della Fata, la quale gli promette che il giorno dopo non sarà più un burattino, ma diventerà un ragazzo. Gran colazione di caffè-latte per festeggiare questo grande avvenimento".


Capitolo XXX: "Pinocchio, invece di diventare un ragazzo, parte di nascosto col suo amico Lucignolo per il paese dei balocchi".


Capitolo XXXI: "Dopo cinque mesi di cuccagna, Pinocchio, con sua grande meraviglia, sente spuntarsi un bel paio d'orecchie asinine e diventa un ciuchino, con la coda e tutto".


Capitolo XXXII: "A Pinocchio  gli vengono gli orecchi di ciuco,  e poi diventa un ciuchino vero e comincia a ragliare"


Capitolo XXXIII: "Diventato un ciuchino vero, è portato a vendere, e lo compra ...


Capitolo XXXIV: "Pinocchio, gettato in mare, è mangiato dai pesci e ritorna ad essere un burattino come prima; ma mentre nuota per salvarsi è ingoiato dal terribile Pesce-cane".


Capitolo XXXV: "Pinocchio in corpo al pescecane ... chi ritrova? Leggete questo capitolo e lo saprete"


Capitolo XXXVI: "Finalmente Pinocchio cessa d'essere un burattino e diventa un ragazzo"


Commenti