Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2021

Insegnare a leggere e scrivere in una prima classe della scuola primaria: il metodo globale fonematico di Ercole Bonjean

In questi anni molto spesso sul metodo di insegnamento della lingua italiana in una prima classe ci sono state idee del tutto diverse, talvolta contrapposte. A mio parere la classica contrapposizione tra metodo globale e il suo opposto il metodo analitico non aveva ragione di esistere, i due metodi avevano il grosso limite di praticare una didattica estrema che non generava buoni risultati. L'enunciato teorico che sottende anche il nostro iter didattico è il seguente: è vero che la visione del tutto è anteriore alla ricognizione analitica delle parti (metodo globale), ma proprio per questo l'analisi va fatta ed è importante (metodo analitico). In altri termini, quando un bambino entra in classe ha dapprima una visione globale dell'aula ma poi va a cogliere i particolari: il banco, la lavagna, ecc. Se questo è vero, ed è difficile poter affermare che non lo è, dal punto di vista didattico ne deriva che occorra partire prima dalla frase (visione del tutto) per poi passare al

Carnevale: i post più letti per la didattica nella scuola primaria

Immagine
Il Carnevale è una delle feste più amate dai bambini ed offre numerosi spunti per le attività educativo didattiche. Nel sito per la scuola primaria sono presenti poesie, dettati, racconti e filastrocche, che mi auguro possano esservi utili. Ho raccolto i post preferiti dai lettori del sito secondo le visualizzazioni di pagina. Eccovi la classifica: Il Carnevale Filastrocca di Carnevale Dettato: "E' Carnevale" Racconto di Carnevale: "Gli specchi di Pulcinella" "Il vestito di Arlecchino" di Gianni Rodari “Racconto di Carnevale” di Piero Bargellini "Filastrocca di Carnevale" di Gianni Rodari Il Carnevale: "Il gioco dei se" di Gianni Rodari - Filastrocca a rima alternata. Filastrocca di Carnevale di Gianni Rodari "Filastrocca di Carnevale" di Gabriele D'Annunzio Ti potrebbero interessare:  Tutti i post relativi al Carnevale

Unità educativo didattiche di apprendimento per la settimana - L'inverno, il mese di febbraio, le favole di Fedro e di Esopo, vari argomenti di grammatica

Immagine
E' domenica e già ci si prepara per le lezioni da predisporre per la prima settimana del mese di febbraio. Il sito di didattica è ricco di argomenti per questo periodo e pertanto vi propongo alcune unità educativo didattiche che potrebbero risultare utili nelle varie attività di apprendimento.  I post proposti tengono conto anche degli articoli che i docenti ricercano sul sito in questo periodo dell'anno scolastico: Febbraio, poesia di Vincenzo Cardarelli - Analisi, comprensione, ed interpretazione del testo - Aspetti semantici e grammaticali - La metafora nella poesia Febbraio: brevi unità didattiche di apprendimento. "Febbraio", filastrocca di Ercole Bonjean "Nevicata" descrizione di Ada Negri - Analisi del testo: dati visivi, dati tattili, dati olfattivi, dati di movimento. "Nevicata" di Pasquale Ruocco - Prosa e analisi della poesia - La metafora e la similitudine presenti nel testo Leggere e comprendere il contenuto di una poesia: "Invern

“Gli interventi dei fratelli Biazaci da Busca nel dianese: le immagini come didattica” del professor Carlo Agen

Immagine
  Il mio libro dal titolo “Gli interventi dei fratelli Biazaci da Busca nel dianese: le immagini come didattica” è ora acquistabile nelle librerie imperiesi, quali Ubik, Mondadori Bookstore (anche a Diano Marina) e online su Ibs, Mondadori store, La Feltrinelli, Il Libraccio, Libreria Universitaria ecc.. Leggendolo potrete conoscere e apprezzare le testimonianze di questi artisti buschesi che hanno arricchito con la loro arte, dalla chiara finalità didattica, il patrimonio storico e artistico del dianese. La loro pittura comunica una sensibilità estetica che ancora oggi, dopo secoli, continua a commuovere, a toccare le corde più profonde dell’anima.  Professor Carlo Agen https://www.ibs.it/libri/ autori/carlo-agen https://www.mondadoristore.it/ interventi-fratelli-Biazaci- Carlo-Agen/eai979122031222/ https://www.lafeltrinelli.it/ smartphone/libri/interventi- fratelli-biazaci-busca- dianese/9791220312226? productId=9791220312226 https://m. libreriauniversitaria.it/#!/ product/BIT/979122

Video lettura di Carnevale: " Il vestito di Arlecchino" di Gianni Rodari

Immagine
  Un vestito di Carnevale per Arlecchino. Il famoso personaggio, forse tra i più amati dai bambini, raccontato in una filastrocca del Maestro Gianni Rodari. Un abito formato da tante pezze di svariati colori uniti insieme dai suoi amici Pulcinella, Brighella, Pantalone e Colombina.  Per visualizzare e stampare la poesia vai  qui Ti potrebbero interessare: Il Carnevale: racconti, dettati, poesie e filastrocche, per la scuola primaria Il canale di didattica di youtube

Giornata della memoria: video lettura della poesia "Per non dimenticare" del maestro Ercole

Immagine
  Oggi, 27 gennaio, ricorre il giorno dedicato alla Shoah. La scuola non può fare a meno di educare alla pace, all'amore tra i popoli e non dimenticare quanto accaduto.  Sono questi obiettivi irrinunciabili a cui la società tutta deve dare il proprio contributo. Le bambine e i bambini si rivelano molto sensibili a questi argomenti che incidono sulla sfera motivazionale, fanno da leva alla volontà, e offrono spunti straordinariamente coinvolgenti, trasversali a tutte le materie oggetto di studio. In questo video recito una mia poesia "Per non dimenticare" dedicata a tutti noi. Per visualizzare e stampare la poesia vai qui Ti potrebbero interessare: "La paura" di Eva Picková  Per non dimenticare ( poesia) Giornata della pace della fraternità e del dialogo tra appartenenti a culture e religioni diverse (4  ottobre) Scuola e immigrazione: poesie, filastrocche, temi. Festa della Repubblica, 2 giugno Come mai gli uomini muoiono in guerra? Tema: Racconto la mia esperie

Post in evidenza: "La giornata della memoria: poesie e testi di vario tipo per non dimenticare"

Immagine
 Oggi, 27 gennaio, ricorre il giorno dedicato alla Shoah. La scuola non può fare a meno di educare alla pace, all'amore tra i popoli e non dimenticare quanto accaduto.  Sono questi obiettivi irrinunciabili a cui la società tutta deve dare il proprio contributo. Le bambine e i bambini si rivelano molto sensibili a questi argomenti che incidono sulla sfera motivazionale, fanno da leva alla volontà, e offrono spunti straordinariamente coinvolgenti, trasversali a tutte le materie oggetto di studio. Nel sito sono numerose le attività educativo didattiche che affrontano questi argomenti. Ve li propongo quale spunto per le lezioni: "La paura" di Eva Picková  Per non dimenticare ( poesia) Giornata della pace della fraternità e del dialogo tra appartenenti a culture e religioni diverse (4  ottobre) Scuola e immigrazione: poesie, filastrocche, temi. Festa della Repubblica, 2 giugno Come mai gli uomini muoiono in guerra? Tema: Racconto la mia esperienza con i compagni di scuola stra

La descrizione della persona: raccolta di temi, con il relativo schema, per la scuola primaria

Immagine
Introduco il testo di tipo descrittivo in classe terza, nel II quadrimestre, contemporaneamente all’aggettivo qualificativo. E’ un'unità didattica che ha tempi lunghi di attuazione ma ha generato buoni risultati. Propongo uno schema, relativo alla persona, che mi è stato di particolare utilità per favorire la capacità del bambino di elaborare i propri pensieri in forma scritta. Negli anni, questo tipo, di lavoro ha subito varie modifiche e miglioramenti anche se l’impalcatura in buona sostanza è rimasta la stessa. Lo schema del testo descrittivo relativo a persone può risultare particolarmente stimolante per i bambini perché offre loro la possibilità di delineare i tratti della personalità di figure importanti come il papà e la mamma ed altri modelli identificativi in cui si riconoscono. In questa fase, in terza elementare, nel delineare i tratti della personalità dei personaggi non mancano le critiche dei bambini, accanto alle lodi, sottolineate con un buon senso dell’ironia. Per

Il giorno della Memoria: "Umberto Saba e Francisco de Zurbarán per commemorare le vittime dell'Olocausto" (adatto per i ragazzi della scuola media) del professor Carlo Agen

Immagine
  "Umberto Saba e Francisco de Zurbar á n per commemorare le vittime dell'Olocausto" Che la poesia e la pittura provengano dalla stessa matrice, l'anima dell'uomo, è cosa risaputa da tempo. Infatti  « La pittura è poesia silenziosa, e la poesia è pittura che parla » , scrisse lo storico e filosofo greco Plutarco nella sua opera  De gloria Atheniensium  (I-II sec d.C.). E, prima ancora di Plutarco, fu il poeta latino Quinto Orazio Flacco (65 - 8 a.C.) a scrivere, nella sua grande epistola in versi dal titolo  Ars Poetica  (o  Epistula ad Pisones , perché dedicata a Lucio Calpurnio Pisone Frugi e ai suoi figli), la celebre locuzione  « ut pictura poësis » , fino ad arrivare al  Novecento, secolo in cui, numerose sono le sperimentazioni tra arte e poesia. Nella poesia  La Capra  (1921), Umberto Saba (di origine ebraica), adotta l'immagine della  capra  che egli sente legata a sé in modo fraterno, perché compagna di un dolore eterno. Nell'ebraismo del resto du

Il testo narrativo fantastico: lettura e comprensione del testo

Immagine
  Quali sono i confini tra la realtà e la fantasia, tra la storia e la leggenda? Il divario è sottile e la metafora può diventare specchio del reale. Il mondo del fantastico stimola il piacere di conoscere dei bambini e di conseguenza fa leva sulla volontà di apprendere.  Vi propongo alcuni racconti fantastici, con il relativo schema per l'analisi del testo, che potrebbero risultare utili per le varie attività educativo didattiche di apprendimento: "Il Gigante Egoista" racconto di Oscar Wilde: lettura, comprensione del testo, approfondimenti grammaticali. Racconto di primavera: "La pioggia e le farfalle" - Analisi, comprensione ed interpretazione, del testo Il mito classico: "Proserpina" - Analisi del testo e riassunto (classe quinta - prima media) Il testo narrativo fantastico: "Felici come una Pasquetta", traccia del racconto. La leggenda della Luna - Lettura e comprensione del testo "I giorni della merla" leggenda popolare - Anal

Unità educativo didattiche di apprendimento per la settimana - L'inverno, il mese di gennaio, le favole di Esopo, vari argomenti di grammatica

Immagine
 E' domenica e già ci si prepara per le lezioni da predisporre per l'ultima settimana del mese di gennaio. Il sito di didattica è ricco di argomenti per questo periodo e pertanto vi propongo alcune unità educativo didattiche che potrebbero risultare utili nelle varie attività di apprendimento.  I post proposti tengono conto anche degli articoli che i docenti ricercano sul sito in questo periodo dell'anno scolastico: "Nevicata" descrizione di Ada Negri - Analisi del testo: dati visivi, dati tattili, dati olfattivi, dati di movimento. "Nevicata" di Pasquale Ruocco - Prosa e analisi della poesia - La metafora e la similitudine presenti nel testo Leggere e comprendere il contenuto di una poesia: "Inverno" "Notte di gelo" di Boris Pasternak, "Il dottor Zivago" - Le metafore e le similitudini - Ricerca grammaticale di nomi e aggettivi Descrivo la neve che scende e i mutamenti che provoca nella natura. - Traccia del testo  La metaf

La descrizione degli animali: "Il coniglio", tratto da Marcovaldo di Italo Calvino - Analisi della struttura del testo descrittivo

Immagine
Il coniglio (brano tratto da Marcovaldo) di Italo Calvino  Era un coniglio di pelo lungo e piumoso, con un triangolino rosa di naso, gli occhi rossi e sbigottiti, le orecchie quasi implumi appiattite sulla schiena. Non che fosse grosso, ma in quella gabbia stretta il suo corpo ovale rannicchiato gonfiava la rete metallica e ne faceva spuntare fuori i ciuffi di pelo mossi da un leggero tremito. Fuori dalla gabbia, sul tavolo, c'erano dei resti d'erba e una carota. Marcovaldo pensò a come doveva essere infelice chiuso là allo stretto, vedendo quella carota e non potendola mangiare. Italo Calvino Analisi della struttura del testo Introduce la descrizione partendo dal particolare aspetto fisico Era un coniglio di pelo lungo e piumoso, con un triangolino rosa di naso, gli occhi rossi e sbigottiti, le orecchie quasi implumi appiattite sulla schiena. Parte centrale: racconta del coniglio rinchiuso in una gabbia Non che fosse grosso, ma in quella gabbia stretta il suo corpo ovale ranni

Unità educativo didattiche di apprendimento per la settimana - L'inverno, il mese di gennaio, vari argomenti di grammatica

Immagine
  E' domenica e già ci si prepara per le lezioni da predisporre per la terza settimana del mese di gennaio. Il sito di didattica è ricco di argomenti per questo periodo e pertanto vi propongo alcune unità educativo didattiche che potrebbero risultare utili nelle varie attività di apprendimento.  I post proposti tengono conto anche degli articoli che i docenti ricercano sul sito in questo periodo dell'anno scolastico: "Nevicata" descrizione di Ada Negri - Analisi del testo: dati visivi, dati tattili, dati olfattivi, dati di movimento. "Nevicata" di Pasquale Ruocco - Prosa e analisi della poesia - La metafora e la similitudine presenti nel testo Leggere e comprendere il contenuto di una poesia: "Inverno" "Notte di gelo" di Boris Pasternak, "Il dottor Zivago" - Le metafore e le similitudini - Ricerca grammaticale di nomi e aggettivi Descrivo la neve che scende e i mutamenti che provoca nella natura. - Traccia del testo  La metafora

"La pianura in inverno" descrizione di Guy De Maupassant - Analisi del testo

Immagine
  La pianura in inverno La grande pianura è bianca, immobile e senza voce. Non un rumore, non un suono, tutta la notte la vita è spenta. Solo si ode l'urlo di un cane senza rifugio. Non più canzoni, non più fiori, non più verde: gli alberi spogli tendono al cielo i loro scheletri ovattati di neve. La luna è grande e pallida, si direbbe che ha freddo nel gran cielo austero. Guarda la terra e, vedendo tutto deserto, sembra che si affretti a lasciarci. Oh, come sono terribili queste notti per i piccoli uccelli! Un vento gelido corre fra gli alberi e i poveretti non possono dormire sulle loro zampette gelate. Guy De Maupassant Analisi del testo Questionario Cosa descrive l'autore? In quale periodo dell'anno? Quali rumori si odono nella notte? Qual è l'aspetto della natura in questa stagione? Com'è la luna? Com'è la vita per gli uccellini? Rispondo alle domande L'autore descrive la pianura in inverno. Non si ode nessun rumore. Si ode solo l'urlo di un cane. N

"Il Barbone aristocratico" poesia di Ercole Bonjean

Immagine
  Il Barbone aristocratico Sono un barbone aristocratico, vivo di lussi in modo acrobatico: son ricco di sole, di luna e di stelle, e mi circondo di cose belle: di cielo, di mare, di vento, godo del giorno ogni momento. Suono con gioia note di vita, nella discesa e nella salita. Sono un uomo fortunato, amo ogni forma del Creato. Ercole Bonjean A Eugenio Visualizza e stampa Ti potrebbero interessare: Maestro Ercole: racconti, poesie, leggende, filastrocche, testi di vario tipo - Tutti i post per la scuola primaria e la scuola media inferiore