Anno scolastico 2021/2022: primi giorni di scuola - Attività educativo didattiche di apprendimento di italiano e matematica per tutte le classi della scuola primaria

  "Chi parte bene è a meta dell'opera", così recita un antico detto popolare. L'antico proverbio si può e si deve, a mio parere, applicare alla didattica. E' importante un primo proficuo percorso operativo di apprendimento nei primi giorni di scuola. Nel sito di didattica per la scuola primaria numerose sono le proposte utili quale spunto per le varie attività educativo didattiche oramai sempre più vicine. Ma q uali argomenti possono essere utili, per l'inizio delle scuole, quale spunto per le lezioni? Penso che possa essere producente proporre alle bambine ed ai bambini alcuni dei numerosi post presenti nel sito relativi ai primi giorni di scuola per tutte le classi nelle varie materie oggetto di studio. Per la parte grammaticale il sito è ricco di proposte che vi propongo in toto. Non rimane che sfogliarle, potrebbero offrire qualche idea adatta per i vari percorsi educativo didattici di apprendimento.  Auguro a tutti Voi un proficuo anno scolastico 2021/202

Perché si dice: "Sapere di non sapere è sapere" (Socrate)



Socrate e Sapientino


Nell'antica città di Atene viveva un discepolo di Socrate, Sapientino, il quale, nonostante i ripetuti insegnamenti del suo Maestro, riusciva ad imparare ben poco. Durante lo studio era solito pensare, gonfio d'orgoglio:
Che m'importa di studiare il mare e i monti, con la mia intelligenza mi basta guardare la Terra per capire che è solo una grande tavola con tanta acqua, un po' di verde e qualche asperità, tutto qui, cosa c'è da sapere d'altro”.
E il cielo? Non è altro che aria colorata d'azzurro”.
Il Sole? E' un'enorme palla infuocata da tanta legna”. Basta ragionare, non serve leggere e studiare.
Nel buio della notte osservava la luna e le stelle:
Non sono altro che grandi fiaccole degli dei accese per illuminarci, è tutto molto semplice basta essere intelligentissimi come me e ragionarci un po' sopra”.
Una mattina Socrate gli domandò:
Com'è nata la ruota?”.
Ma da nessuno, c'è e basta”.
Il Maestro scosse il capo:
No, non è così”. Rispose con tono comprensivo.
Sapientino diventò rosso dalla vergogna e con voce flebile disse:
Non lo so …”.
Bene, questa è una buona risposta, da adesso puoi cominciare ad imparare. Oggi hai messo un piede nel meraviglioso mondo della conoscenza: hai capito di non sapere, ora sai già qualcosa di molto importante”.
Sapientino, da quel momento, iniziò ad imparare ed a trovare le giuste risposte ai perché della vita di ogni giorno.

Ercole Bonjean 


Ti potrebbero interessare: 

Commenti