La forza dell'amicizia - Analisi, comprensione ed interpretazione, del testo



La forza dell’amicizia


C’erano una volta un cervo, una tartaruga ed un uccello che erano amici.
Una notte il cervo rimase impigliato in una rete. Mentre la tartaruga rodeva la rete per liberarlo, l’uccello distraeva il cacciatore che tornava a controllare ciò che conteneva la rete. Il cacciatore si arrabbiò perché la rete era vuota ed aveva perso tempo ad inseguire l’uccello. Prese una freccia. Mentre stava mirando per colpire l’uccello, la tartaruga gli urtò un piede e gli fece sbagliare il colpo. Il cacciatore la catturò e la mise in un sacco.
Tornando a casa il cacciatore si fermò a fare uno spuntino e appoggiò il sacco a terra. Il cervo riuscì a portarglielo via. L’uccello con il becco, ruppe la tela e liberò la tartaruga.
I tre amici si erano così salvati a vicenda.


Analisi, comprensione ed interpretazione, del testo
  1. Chi sono i protagonisti della storia?
  2. Chi rimane impigliato in una rete?
  3. Chi lo salva? In che modo?
  4. Chi vuole colpire con una freccia il cacciatore?
  5. Chi salva l’uccello? Come?
  6. Chi liberò la tartaruga?
  7. Cosa ci insegna questa favola?
  8. Cosa significa l’espressione “l’unione fa la forza”?

Commenti