Cellulari antisocial e buonismo in educazione




Quando il buonismo educativo è così pregnante, non va bene. Noi non abbiamo più figli, ma piccoli Budda a cui noi siamo devoti, per cui possono fare tutto. Scelgono dove andare a mangiare, in quale parco giochi. Siamo diventati genitori che dicono sempre di si. Ma questo è sbagliato. Non possiamo generalizzare, ma in molti casi è così ...

Paolo Crepet

Continua a leggere con un clic qui

Condivido appieno quanto affermato da Paolo Crepet. Aggiungo, tuttavia, che chi comanda oggi sono i cellulari e i social,  vera piaga antisocial. Sicuramente il contesto sociale in cui viviamo rende più difficile il compito di educare per genitori e insegnanti.

(e.b.)

Ti potrebbe interessare la rubrica del sito:

Genitori e figli

Commenti

Post popolari in questo blog

Esercizi di analisi grammaticale per la classe quinta

Verifica di analisi grammaticale per la classe quarta della scuola primaria. - Schede stampabili

Esercizi di analisi logica per la scuola primaria