Post

Visualizzazione dei post da novembre 12, 2017

Didattica scuola primaria: i post più popolari della settimana.

Immagine

Conta dei mesi, filastrocca popolare

Immagine
Conta dei mesi

Trenta giorni ha novembre,
con april, giugno e e settembre.
Di ventotto ce n'è uno,
tutti gli altri ne han trentuno.

Filastrocca popolare

Potrebbe interessarti:

"I mesi dell'anno" filastrocca di Angiolo Silvio Novaro

"I mesi dell'anno" filastrocca di Renzo Pezzani

Immagine: istitutocomprensivosantarosa

"Nella notte di Natale" di Umberto Saba

Immagine
Nella notte di Natale
Io scrivo nella mia dolce stanzetta, d’una candela al tenue chiarore, ed una forza indomita d’amore muove la stanca mano che si affretta. Come debole e dolce il suon dell’ore! Forse il bene invocato oggi m’aspetta. Una serenità quasi perfetta calma i battiti ardenti del mio cuore. Notte fredda e stellata di Natale, sai tu dirmi la fonte onde zampilla Improvvisa la mia speranza buona? E’ forse il sogno di Gesù che brilla nell’anima dolente ed immortale del giovane che ama, che perdona?
Umberto Saba
Visualizza e stampa
Potrebbero interessarti:
La stella cometa: analisi ed interpretazione del testo
Il testo narrativo fantastico: "Babbo Natale e le renne", schema del lavor

"Natale" poesia di Salvatore Quasimodo

Immagine
Natale

Natale. Guardo il presepe scolpito, dove sono i pastori appena giunti alla povera stalla di Betlemme. Anche i Re Magi nelle lunghe vesti salutano il potente Re del mondo. Pace nella finzione e nel silenzio delle figure di legno: ecco i vecchi del villaggio e la stella che risplende, e l'asinello di colore azzurro. Pace nel cuore di Cristo in eterno; ma non v'è pace nel cuore dell'uomo. Anche con Cristo e sono venti secoli il fratello si scaglia sul fratello. Ma c'è chi ascolta il pianto del bambino che morirà poi in croce fra due ladri?

Salvatore Quasimodo
Visualizza e stampa
Potrebbero interessarti:
La stella cometa: analisi ed interpretazione del testo

La descrizione di un fenomeno naturale: "Prima del temporale" di Ardengo Soffici - Approfondimenti semantici e grammaticali

Immagine
Prima del temporale

Immensi cumuli di nuvole bigie, bianche, violette, quasi nere pendono dal cielo come tante spugne inzuppate. Le strade sono scialbe, cineree, squallide; il verde dei campi si fa via via più cupo ...
Il cielo, dove poco fa ciondolavano nuvole immense color di cenere, sfilacciate giù come cenci tesi ed all'orizzonte aveva come uno squarcio di chiarezza sulfurea, è ora tutto chiuso, bigio, giallognolo, uniforme, A ogni palpito un lampo violetto o verdastro palpita ...

Ardengo Soffici (brano tratto da "Il giornale di bordo)

Approfondimenti semantici

Ricerca sul vocabolario il significato delle parole che non conosci:

Esempi:

cineree = grigie, del colore della cenere

ciondolavano = penzolavano oscillando

cenci = tessuti vecchi e logori, stracci

scialbe = di un colore pallido, smorto

sulfurea = del colore dello zolfo

Approfondimenti grammaticali

Collega nel brano gli aggettivi qualificativi con i nomi a cui si riferiscono

Prima del temporale

Immensi cumuli di nuvole b…

Filastrocca del Congiuntivo

Immagine
Il Signor Congiuntivo

E' un signore di una certa età

che sperava nell'immortalità.

"Se vivessi, amare ancora potrei,

ipotesi, dubbi, speranze, sogni ... non lascerei!".

Ma il mondo cambia: tutto è imperfetto,

solo indicativo,

a poco, a poco se ne va,

il caro vecchio amico Congiuntivo.

Ercole Bonjean

Visualizza e stampa

Potrebbero interessarti:

Il modo congiuntivo

I verbi

Racconti, poesie e filastrocche, del maestro Ercole

Immagine: gliamantideilibri

"L'albero" di Luigi Pirandello - Analisi, comprensione, interpretazione del testo - Approfondimenti grammaticali e lessicali

Immagine
L'albero

Un povero albero, nato in un oscuro cortile, si era levato dritto spinto dal desiderio di vedere il sole e respirare l'aria libera.
Aveva avuto tanta paura, ma finalmente c'era arrivato. Le fronde della cima brillavano felici e destavano invidia alle foglie che stavano in basso prive di aria e di sole!
In tutte le stagioni, all'ora del tramonto, quell'albero si popolava di una gran quantità di uccelli, e pareva che ogni foglia avesse voce, che tutto l'albero cantasse: dalle finestre delle case i bambini assistevano ai loro giochi assordanti.
Ora avviene che il proprietario un bel giorno pensò di alzar la casa di un altro piano. E l'albero, che si era guadagnato la libertà del sole a prezzo di grandi fatiche, piegò avvilito la cima e si piegò sul tronco.
- Su! Su! - Gli gridavano i passeri, e spiccavano il volo per incitarlo più da vicino a rizzarsi.
- Su! Su! - Ma il vecchio albero non pensava che a morire! Al tramonto si raccoglievano su di lui a mille …