Post

Visualizzazione dei post da luglio 2, 2017

"X agosto" di Giovanni Pascoli - Prosa della poesia (per una classe quinta della scuola primaria)

Immagine
X agosto

San Lorenzo, io lo so perché tanto di stelle per l'aria tranquilla arde e cade, perché sì gran pianto nel concavo cielo favilla.
Ritornava una rondine al tetto: l'uccisero: cadde tra spini: ella aveva nel becco un insetto: la cena dei suoi rondinini.

Ora è là, come in croce, che tende quel verme a quel cielo lontano; e il suo nido è nell'ombra, che attende che pigola sempre più piano.

Anche un uomo tornava al suo nido: l'uccisero: disse: Perdono; e restò negli aperti occhi un grido: portava due bambole in dono…

Ora là, nella casa romita, lo aspettano, aspettano in vano: egli immobile, attonito, addita le bambole al cielo lontano.

E tu, Cielo, dall'alto dei mondi sereni, infinito, immortale,

La mia scuola - Traccia del tema per la classe terza della scuola primaria

Immagine
La mia scuola
Traccia del tema
Introduzione
Dov’è la tua scuola? Come ci arrivi? Vai da solo? Ti accompagnano i tuoi genitori? Vi è un mezzo particolare della scuola? Come si presenta all’esterno la tua scuola? E’ grande, piccola, moderna, vecchia. Come è la via in cui è situata?
Svolgimento
Come è articolata la scuola al suo interno? (Le aule, il cortile, la palestra, i corridoi). Odori e rumori della scuola. Le sue figure particolari: il bidello, il Direttore, le maestre e i maestri. Racconta qualche storiella che è successa nella tua scuola.
Conclusione Il tuo giudizio sulla scuola che frequenti. La trovi: bella, brutta, comoda, fredda, ecc.
Tema
La mia scuola
La mia scuola è lontana da casa mia. Mi accompagna sempre la mamma ma io vorrei andare da sola. La mia scuola all’esterno è molto pulita, solo che certi bambini danno dei calci al pallone e così è un po’ rotta nei fondi dei muri. E’ grande e vecchia solo che hanno messo delle cose nuove. La strada che arriva a piazza Roma è piena di ville…