"Pioppo morto" poesia di Federico Garcia Lorca



Pioppo morto

Vecchio pioppo!
Sei caduto 
nello specchio
dello stagno addormentato.

Non sarai più
la culla della luna, 
né il magico riso 
della brezza,
né il bastone
di una stella a cavallo.

Non tornerà la primavera
della tua vita,
né vedrai fiorire
i seminati.

Sarai nido di rane e di formiche.
Avrai per capelli le ortiche
e un giorno la corrente
porterà via la tua corteccia
tristemente.

Vecchio pioppo!
Sei caduto 
nello specchio
dello stagno addormentato.

Federico Garcia Lorca

Visualizza e stampa

Ti potrebbero interessare:

Le poesie di Federico Garcia Lorca

Lettura e comprensione del testo poetico


Commenti