Un metodo semplice ed efficace ampiamente collaudato

Insegnare a leggere e scrivere in classe prima: schede didattiche da stampare

In questi anni molto spesso sul metodo di insegnamento della lingua italiana in una prima classe ci sono state idee del tutto diverse, talvolta contrapposte. A mio parere la classica contrapposizione tra metodo globale e il suo opposto il metodo analitico non aveva ragione di esistere, i due metodi avevano il grosso limite di praticare una didattica estrema che non generava buoni risultati. L'enunciato teorico che sottende anche il nostro iter didattico è il seguente: è vero che la visione del tutto è anteriore alla ricognizione analitica delle parti (metodo globale), ma proprio per questo l'analisi va fatta ed è importante (metodo analitico). In altri termini, quando un bambino entra in classe ha dapprima una visione globale dell'aula ma poi va a cogliere i particolari: il banco, la lavagna, ecc. Se questo è vero, ed è difficile poter affermare che non lo è, dal punto di vista didattico ne deriva che occorra partire prima dalla frase (visione del tutto) per poi pas

"Il leone vecchio e la volpe" di Esopo - Analisi ed interpretazione del testo



Il leone vecchio e la volpe

Un leone, diventato vecchio e incapace di procurarsi il cibo con le proprie forze pensò che gli bisognava far ciò con l'astuzia. Ritiratosi, pertanto, in una spelonca, e quivi sdraiatosi, fingeva di essere infermo; e così assaliva e divorava le fiere che andavano a visitarlo. Quando un buon numero ne aveva così uccise, la volpe, che era venuta a conoscere quell'astuzia, si presentò, e fermatasi a distanza dalla caverna, si fece a domandargli come stesse. Avendole esso risposto: "Male!", e chiedendole perché non entrasse, "Ma io entrerei - rispose la volpe - se non contassi tante orme di animali che entrano, e nessuna di animali che escono".

Esopo

Analisi del testo:
1.   Chi sono i personaggi della favola?
2.   Perché il leone finge di essere malato?
3.   Cosa accade?
4.   Perchè la volpe non entra nella caverna?

Interpretazione del testo
  1. Da cosa è dettato il comportamento del leone?
  2. Condividi il suo atteggiamento?
  3. Qual è la morale di questa favola?
  4. Trovi adatto a questa storia il proverbio: "La prudenza non è mai troppa"?




Potrebbero interessarti:





Commenti