Post

Visualizzazione dei post da novembre 13, 2016

Didattica scuola primaria: i post più popolari della settimana.

Immagine

Il Gigante Egoista di Oscar Wilde: lettura e comprensione del testo, approfondimenti grammaticali.

Immagine
Il Gigante Egoista: lettura e comprensione del testo (prima parte)

Ogni pomeriggio, terminata la scuola, i bambini andavano a giocare nel giardino del Gigante.
Era un grande, bellissimo giardino ricoperto di tenera erbetta verde. Qua e là sull'erbetta, spiccavano fiori simile a stelle; in primavera i dodici peschi si ricoprivano di fiori rosa e di perla, e in autunno, davano i frutti. Gli uccellini si posavano sugli alberi e cantavano così dolcemente che i bambini fermavano i loro giochi per ascoltarli.
- Come siamo felici qui!- si dicevano l'un l'altro.
Un giorno il Gigante ritornò. Era stato a far visita al suo amico, l'Orco della Cornovaglia, e vi era rimasto per sette anni.
Trascorso questo periodo, egli aveva detto tutto quel che aveva dire perché la sua conversazione era limitata, e quindi decise di ritornare al castello. Al suo arrivo vide i bambini che giocavano nel giardino.
- Che cosa state facendo voi qui?- esclamò con voce burbera, e i bambini scapparono.

Carta del docente

Immagine
All'indirizzo http://www.istruzione.it/news121116.html  sono state pubblicate  le modalità per utilizzare i 500 Euro della "Carta del docente".

Immagine: Gilda Venezia

Link correlati a questo post:

Scuola News

Le favole di Esopo: percorsi educativo didattici di apprendimento

Immagine

"I vestiti nuovi dell'imperatore" di Hans Christian Andersen - Lettura e comprensione del testo

Immagine
I vestiti nuovi dell'imperatoreC'era una volta un imperatore che amava così tanto la moda da spendere tutto il suo denaro soltanto per vestirsi con eleganza. Non aveva nessuna cura per i suoi soldati, né per il teatro o le passeggiate nei boschi, a meno che non si trattasse di sfoggiare i suoi vestiti nuovi: possedeva un vestito per ogni ora del giorno, e mentre di solito di un re si dice: "È nella sala del Consiglio", di lui si diceva soltanto: "È nel vestibolo". Nella grande città che era la capitale del suo regno, c'era sempre da divertirsi: ogni giorno arrivavano forestieri, e una volta vennero anche due truffatori: essi dicevano di essere due tessitori e di saper tessere la stoffa più incredibile mai vista. Non solo i disegni e i colori erano meravigliosi, ma gli abiti prodotti con quella stoffa avevano un curioso potere: essi diventavano invisibili agli occhi degli uomini che non erano all'altezza della loro carica, o che erano semplicemente m…