Post

Visualizzazione dei post da maggio 3, 2015

Didattica Scuola Primaria: Verifica di analisi logica per la classe quinta: s...

Didattica Scuola Primaria: Verifica di analisi logica per la classe quinta: s...: Verifica di analisi logica per la classe quinta - I quadrimestre Quali domande mi pongo ( puoi aiutarti con...

Didattica Scuola Primaria: Dettato ortografico per la prima classe della scuo...

Didattica Scuola Primaria: Dettato ortografico per la prima classe della scuo...: Dettato ortografico (per la prima classe della scuola media) Gliel'ho ripetuto diverse vole, ma non intende darmi ascolto! ...

Analisi del testo: "La ricompensa del lupo" di Esopo

Immagine
La ricompensa del lupo

Un lupo inghiottì un osso, che gli restò in gola. Il grande dolore lo rese mansueto ed egli cominciò a raccomandarsi a tutti gli animali affinché lo liberassero da quel supplizio.
Si fece avanti una gru, che, dopo avergli fatto giurare che non le avrebbe fatto alcun male una volta liberato, introdusse il suo lungo becco nella gola del lupo ed eseguì la delicata operazione.
Poi domandò una ricompensa, ma il lupo le disse:
- Hai potuto togliere la testa dalla mia bocca senza che io ti mangiassi, e chiedi una ricompensa?

Esopo

Analisi del testo
Chi sono i protagonisti della storia?Cosa accadde al lupo?Cosa chiese agli altri animali?Chi lo aiutò?Cosa si fece giurare la gru?Come tolse la spina la gru?Cosa chiese al lupo?Perché il lupo non le diede alcuna ricompensa?Come giudichi il comportamento del lupo?Visualizza e stampa
Link correlati a questo post:
Lettura e comprensione del testo
Antologia
Il testo narrativo
Racconti, poesie e filastrocche, del maestro Ercole
Immagine d…

Compiti per le vacanze estive: "Il Gigante Egoista" di Oscar Wilde

Immagine
Il Gigante Egoista: lettura e comprensione del testo (prima parte)
Ogni pomeriggio, terminata la scuola, i bambini andavano a giocare nel giardino del Gigante. Era un grande, bellissimo giardino ricoperto di tenera erbetta verde. Qua e là sull'erbetta, spiccavano fiori simile a stelle; in primavera i dodici peschi si ricoprivano di fiori rosa e di perla, e in autunno, davano i frutti. Gli uccellini si posavano sugli alberi e cantavano così dolcemente che i bambini fermavano i loro giochi per ascoltarli. - Come siamo felici qui!- si dicevano l'un l'altro. Un giorno il Gigante ritornò. Era stato a far visita al suo amico, l'Orco della Cornovaglia, e vi era rimasto per sette anni. Trascorso questo periodo, egli aveva detto tutto quel che aveva dire perché la sua conversazione era limitata, e quindi decise di ritornare al castello. Al suo arrivo vide i bambini che giocavano nel giardino.  - Che cosa state facendo voi qui?- esclamò con voce burbera, e i bambini scapparono. - Il mi…

Il Gigante Egoista di Oscar Wilde

Immagine
Il Gigante Egoista
Ogni pomeriggio, terminata la scuola, i bambini andavano a giocare nel giardino del Gigante. Era un grande, bellissimo giardino ricoperto di tenera erbetta verde. Qua e là sull'erbetta, spiccavano fiori simile a stelle; in primavera i dodici peschi si ricoprivano di fiori rosa e di perla, e in autunno, davano i frutti. Gli uccellini si posavano sugli alberi e cantavano così dolcemente che i bambini fermavano i loro giochi per ascoltarli. - Come siamo felici qui!- si dicevano l'un l'altro. Un giorno il Gigante ritornò. Era stato a far visita al suo amico, l'Orco della Cornovaglia, e vi era rimasto per sette anni. Trascorso questo periodo, egli aveva detto tutto quel che aveva dire perché la sua conversazione era limitata, e quindi decise di ritornare al castello. Al suo arrivo vide i bambini che giocavano nel giardino.  - Che cosa state facendo voi qui?- esclamò con voce burbera, e i bambini scapparono. - Il mio giardino è il mio giardino! - disse il Gigante…

Sciopero nazionale della scuola: esplode la rabbia dei docenti.

Immagine
Lo sciopero nazionale del personale della scuola ha registrato una massiccia adesione, oltre l'80 per cento dei docenti non si è presentato alle lezioni del 5 maggio e circa 500.000 persone hanno manifestato pacificamente nelle piazze delle maggiori città italiane per esprimere il proprio dissenso alla riforma. Non è condivisa la scelta, presente nel disegno di legge, di dare maggiore potere ai Dirigenti Scolastici e la mancata assunzione di almeno 200.000 precari. Da più parti inoltre si richiede di destinare maggiori risorse alla scuola per avvicinarsi quantomeno agli standard degli altri Paesi europei: non dimentichiamo che l'Italia rappresenta il fanalino di coda per le retribuzioni ai docenti. In altri termini si rischia, per l'ennesima volta, di fare le nozze con i fichi secchi.
(e.b)
Link correlati a questo post:
Scuola News
Notiziario 

Immagine: Corriere della Sera

La cicala e la formica: analisi ed interpretazione del testo

Immagine
L'iter di questa importante unità didattica parte dalla lettura e dalla successiva interpretazione della famosissima favola. Un questionario la ripercorre e il disegno aiuta non poco i bambini a ben memorizzare. Quindi la interpretano attraverso il dialogo ed un questionario. Il lavoro si conclude con la famosa filastrocca di Gianni Rodari tutta in chiave critica e quasi opposta a quella espressa dall'omonima favola del poeta e scrittore francese Jean De La Fontaine. Mi pongo, strano a dirsi, nel mezzo e, ancora una volta, scrivo.







La cicala e la formica
Era un'estate felice per la cicala che si godeva il sole sulle foglie degli alberi e cantava, cantava, cantava. Venne il freddo e la cicala si trovò senza rifugio e senza cibo. Si ricordò della formica che per tutta l'estate aveva accumulato provviste nella sua calda casina sotto terra. Andò dunque a bussare alla porta della formica. La formica venne ad aprire reggendo una vecchia lampada ad olio. - Cosa vuoi? - chiese piut…

La cicala e la formica: cambio il finale della storia.

Immagine
La cicala e la formica
Era un'estate felice per la cicala che si godeva il sole sulle foglie degli alberi e cantava, cantava, cantava. Venne il freddo e la cicala si trovò senza rifugio e senza cibo. Si ricordò della formica che per tutta l'estate aveva accumulato provviste nella sua calda casina sotto terra. Andò dunque a bussare alla porta della formica. La formica venne ad aprire reggendo una vecchia lampada ad olio. - Cosa vuoi? - chiese piuttosto seccata. - Ho freddo, ho fame ... - balbettò la cicala. Dietro di lei si vedeva la campagna innevata. - Ah sì! - disse la formica. - Io ho lavorato tutta l'estate per accumulare per l'inverno. Tu cosa hai fatto in quelle giornate di sole? - Io ho cantato. - Hai cantato! ... Ebbene adesso balla! La formica sbatté la porta e tornò alle sue faccende, mentre la cicala, con il suo violino coperto di neve, si allontana ad ali basse nella campagna.
Un finale diverso per "La cicala e la formica"
... - Va bene entra, però mi dovrai…

Scuola News: notiziario n° 10 - Sciopero nazionale unitario della scuola (video)

Immagine
Sciopero nazionale unitario della scuola (5 maggio 2015)
L'adesione allo sciopero dovrà essere massiccia per dare un segnale chiaro a tutti sulla Riforma della Scuola. Personalmente mi auguro che dopo questo sciopero vi siano altre azioni di lotta a favore della società per una riforma che va contro gli interessi dell'Italia. Ribadisco anche in questo articolo come alla scuola occorra dare maggiori risorse. In sintesi: Adeguare gli stipendi degli insegnanti italiani alla media europea.Assumere dal 1° settembre 2015 tutti gli insegnanti precari sui posti vacanti e disponibili (circa 200.000, con decreto legge d'urgenza).Diminuire il potere dei Dirigenti Scolastici.Eliminare le classi "pollaio" per una scuola di qualità (max 23 alunni).Aumentare il sostegno agli alunni diversamente abili (volutamente non dico ore di ...) Restituire le ore di contemporaneità alle classi: un solo docente non può da solo affrontare problemi quali la dislessia, la discalculia, la disgra…