Post

Visualizzazione dei post da giugno 1, 2014

Progetto Accoglienza

Immagine
Nel sito potrete trovare diversi spunti educativo didattici per il "Progetto Accoglienza" per l'anno scolastico 2014/2015. Eccovene solo un esempio tra quelli più visitati dai lettori del sito.



La fine di un'amicizia
Il cane e il gatto una volta erano amici: dormivano insieme, mangiavano in compagnia, giocavano d’amore e d’accordo. Accadde però che un giorno il gatto si specchiò sulle rive di un laghetto e, molto contento di se stesso, pensò di essere il più bello, il più elegante degli animali. Da quel giorno guardò il cane con aria di superiorità, si sentiva il re degli animali. Il cane che non era certo bello (si trattava di un povero bassotto) se la prese a male. Fu così che i due animali non si poterono più vedere, il cane giocava con i cani, il gatto con il gomitolo della padrona. Finì per sempre l’amicizia, divennero nemici.
(Ercole Bonjean)







LIVELLO REFERENZIALE Il cane e il gatto sono sempre stati nemici? Che cosa accadde? Quale fu l'atteggiamento del gatto dopo c…

Giochi per bambini: "Numero mancante"

Immagine
Giochi per bambini: "Numero mancante"
Uno tra i giochi di matematica e numeri più comuni e conosciuti. Si può giocare tutti contro tutti oppure di possono formare due squadre
Età: dai 10 anni in poi
Materiale occorrente: carta e matite
Dove si gioca: automobile, aereo, treno nave.
Link correlati a questo post:
Giochi per bambini
Visualizza e stampa con Google Docs

Giochi per bambini: "Numeri e segni"

Immagine
Giocare a "Numeri e segni" ricorda in un certo qual modo quando si cucina. Si usano ingredienti diversi, materie prime e spezie, che mischiati tra di loro daranno vita a un piatto.
Età: dai 10 anni in poi
Materiale occorrente: Carta e matite
Link correlati a questo post:
Giochi bambini
Visualizza e stampa con Google Docs

Giochi per bambini: "Sinonimi e sinonimi"

Immagine
Sinonimi e sinonimi
Un gioco utile ed educativo, che aiuterà i bambini a imparare i tanti sinonimi che possono avere le parole della lingua italiana.
Età: dagli otto anni in poi
Link correlati a a questo post:
Giochi bambini
Visualizza e stampa con Google Docs

A crocodile’s tears

Immagine
A crocodile’s tears
The crocodile’s tears pour like a waterfall into the big river. The moon watches him, laughing. It asks the sun for some light, so that it can take a photograph of the scene. The crocodile cries for the small, delicate gazelle who used to run free between the river banks. She is not going to run anymore, and she won’t be eating the tasty grass off the riverbanks anymore. This thought makes the crocodile weep with sadness and guilt for his moments of cruelty. The yellow face of the sun disappears into the darkness of the sky, and the crocodile feels even lonelier. Eventually, he loses consciousness and manages to sleep a healing sleep. He sleeps for few hours, being woken by a feeble sunray. The path to dawn has begun. His first feeling is one of deep hollowness. His stomach is grumbling and demanding to be filled. Like every morning, this demand is one that the crocodile simply cannot wish away; so he crawls into the thickest bush on the riverbank, and he waits.�…

Scienze classe seconda: viventi e non viventi.

Immagine
VIVENTE O NON VIVENTE?
Scrivi per ogni numero il nome dell'elemento rappresentato e aggiungi VIVENTE oppure
NON VIVENTE come nell'esempio. PIATTO – NON VIVENTE BICCHIERE – NON VIVENTE CANE – VIVENTE BAMBINO – VIVENTE GIORNALE – NON VIVENTE FOGLIE – VIVENTE CHIOCCIOLA – VIVENTE RUSCELLO – NON VIVENTE L'AMBIENTE
Potrebbe vivere una mucca nel mare? NO
Una balena sul prato? NO
Disegna la situazione.
Ora rimetti tutto a posto, disegnando gli animali nell'ambiente adatto.
Link correlati a questo post:
Scienze classe prima
Scienze classe seconda
Visualizza e stampa con Google Docs
Lavoro condotto dall'insegnante Nadia Zunino

Scienze classe seconda: l'ambiente.

Immagine
L'AMBIENTE
L'ambiente è lo spazio che ci circonda, il luogo in cui viviamo. Gli ambienti sono tutti uguali? NO Quali ambienti conosciamo? Conosciamo tanti ambienti: il prato, il bosco, lo stagno, il fiume, il lago, il mare, la collina, la montagna. DENTRO L'AMBIENTE
Cosa c'è nell'ambiente? Abbiamo osservato le immagini di vari ambienti.ua;
Dopo aver confrontato le nostre osservazioni abbiamo concluso che in ogni
ambiente troviamo: aria; acqua; suolo; vegetali; animali. L'ARIA
L'aria c'è ma non si vede. Proviamolo con un esperimento.
Occorrente: una bottiglietta vuota; una vaschetta piena d'acqua; Procedimento (1^ parte):
- inclina la bottiglietta e immergila nella vaschetta, - dalla bottiglietta escono delle bolle - l'acqua entra nella bottiglietta? Sì
Procedimento (2^ parte)
Capovolgi la bottiglietta e immergila nella vaschetta tenendola ben dritta. L'acqua entra nella bottiglietta? No Escono delle bolle d'aria? No L'aria rimane nella bottiglietta. L&…

Giochi per bambini: "Picnic"

Immagine
Se il viaggio sta diventando lungo, per evadere dalla noia imperante si può giocare a "Picnic"
Età: dai 6 anni in poi
Link correlati a questo post:
Estate
Giochi per bambini
Visualizza e stampa con Google Docs

Giochi per bambini: "Passa la sillaba"

Immagine
Prontezza di riflessi e capacità linguistica: sono queste le doti per vincere a "Passa la sillaba".
Età: dagli 8 anni in poi

Link correlati a questo post:

Estate

Giochi per bambini
Visualizza e stampa con Google Docs

Learning how to write a text appropriate to the addressee

Learning how to write a text appropriate to the addressee
Let’s write and read through the following texts: The Trip My mum woke me up saying: “Wake up, lazybones!” That’s right. I don’t understand how such an integral part of my body can be used as an insult. But I got up anyway, I got ready and I set out, or setted out or however you spell that past tense, towards the school bus. The school trip to Mt. Resegone was a complete blast, from start to finish. We made so much noise, we were unstoppable. The driver, a touchy and hostile man, kept instigating confrontation. But who cares! He was such a pain! We had so much fun! We could not stop laughing! Even the teachers were laughing non-stop. The trip That morning my mum woke me up saying: “Wake up, lazybones!” I turned the other way, but then I remembered that I was supposed to leave for my school trip that morning and I got up right away. I set out, or setted out, I should check the correct grammar, towards the school. The coach…

A nursery rhyme… in fancy dress

Immagine
A nursery rhyme… in fancy dress
In the sky a streamer runs In the sky a streamer’s spun Arlequin and Colombina are on the run Brighella and the Blue Fairy share in the fun
The joyful chariot spins With sounds and colours it fills the streets Time flies and evening comes, The storm packs up and goes With his bin and with his broom
The sweeper takes what the day’s consumed
Ercole Bonjean

Translation by Chiara Amoretti
Similar posts:
Ercole Bonjean poem
Ercole Bonjean short story
Elementary school
Saves and prinks

Scienze classe seconda: l'acqua, il ciclo dell'acqua.

Immagine
L'ACQUA

CHE CARATTERISTICHE HA?

L'acqua:
NON nasce,NON cresce,NON si nutre,NON respira,NON si riproduce,NON muore,NON si muove,NON interagisce con gli altri.L'acqua è una cosa non vivente ma è indispensabile alla vita.
Facciamo un esperimento. Scopo: dimostrare che l'acqua è indispensabile alla vita (in particolare dei vegetali).
Materiale occorrente: 2 vassoi di plasticacotonesemiacquaProcedimento: sistemare il cotone sui vassoi,disporre i semi in uguale quantità sui due vassoi,bagnare il cotone solo del primo vassoio,Dopo una settimana
Nel primo vassoio hanno germogliato i semi di fagiolo, di zucca, di astro. I fagiolo e la zucca hanno già un bel gambo di due foglie. Nel secondo vassoio non è successo niente.
Dopo due settimane
Primo vassoio: il fagiolo e la zucca sono cresciuti tanto, l'astro invece è appassito perché aveva poco nutrimento, il nasturzio ha germinato ed è cresciuto un po'.
Secondo vassoio: non è successo niente.
Conclusione
Nel secondo vassoio non è successo…

Giochi per bambini: "Memory"

Immagine
Memory
Uno dei giochi di memoria con le carte più conosciuto e famoso al mondo: adatto a qualsiasi età, richiede grande capacità di concentrazione e un'ottima memoria visiva.
Età: dai sei anni in poi
Materiale occorrente: un mazzo di carte
Link correlati a questo post:
Estate

Giochi per bambini
Visualizza e stampa con Google Docs

Giochi per bambini: "Lettere e numeri"

Immagine
E' il gioco adatto per allentare la tensione che si prova quando si ha la disavventura di rimanere invischiati in una coda.
Età: dai 6 anni in poi
Materiale occorrente: carta e matite
Link correlati a questo post:
Estate
Giochi per bambini
Visualizza e stampa con Google Docs

Giochi per bambini: "L'ultima sillaba"

Immagine
L'ultima sillaba
E' un gioco all'apparenza semplice ma , man mano che il suo svolgimento prosegue, diviene sempre più difficile e avvincente
Età: dagli 8 anni in poi
Link correlati  a questo post:
Estate

Giochi bambini
Visualizza e stampa con Google Docs

Giochi per bambini: "Mani birichine"

Immagine
Mani birichine
I giocatori non devono farsi ingannare e devono rispondere a degli ordini prestabiliti con dei gesti precisi, senza farsi confondere dalle astute manovre del capogioco.
Link correlati a questo post:
Estate

Giochi per bambini
Visualizza e stampa con Google Docs

Giochi per bambini: "Mago Merlino"

Immagine
Bambini che si trasformano in un animale o in un oggetto: tutto questo può accadere grazie a mago Merlino!
Età: dai sei anni in poi
Link correlati a questo post:
Estate 

Giochi per bambini
Visualizza e stampa con Google Docs

Giochi per bambini: "Apelle, figlio d'Apollo"

Immagine
Apelle, figlio d'Apollo
Un semplice passatempo per lenire la noia di un lungo viaggio e un modo divertente per confrontarsi su uno degli scioglilingua più famosi e conosciuti.
Eta: dai 6 anni in poi
Link correlati a questo post:
Estate
Giochi per bambini
Visualizza e stampa con Google Docs

Scuola news: notiziario n°6.

Cari amici, vicini e lontani, eccovi il notiziario di questa settimana:
Amianto, intonaci e degrado:per 3600 scuole servono interventi urgenti
Gli edifici scolastici italiani sono vecchi e spesso malandati. Ma soltanto il 7 per cento dei presidi chiede (o spera) di cambiare la sede della propria scuola o di costruire un edificio nuovo. Lo rivela l’indagine del Censis sullo stato della nostra edilizia scolastica. Si stima che in 24.000 istituti su 41 mila gli impianti (elettrici, idraulici, termici) non funzionano, sono insufficienti o non sono a norma. Sono 9.000 le strutture con gli intonaci a pezzi. In 7.200 edifici occorrerebbe rifare tetti e coperture. Sono 3.600 le sedi che necessitano di interventi sulle strutture portanti («tra queste mura 580.000 ragazzi trascorrono ogni giorno parecchie ore») e 2.000 le scuole «che espongono i loro 342.000 alunni e studenti al rischio amianto».
SCATTI D'ANZIANITA'
Scatti: finalmente il 5 giugno trattativa all´aran
"Finalmente, dopo l…