Post

Visualizzazione dei post da maggio 11, 2014

Scienze classe seconda: l'ambiente nel mare.

Immagine
a



NEL MARE
Come abbiamo già visto, anche nel mare troviamo i 5 elementi che compongono ogni ambiente:
- aria - acqua - suolo - vegetali (alghe) - animali (molluschi; crostacei; pesci; mammiferi).
Prendiamo in considerazione alcuni animali marini tra i più comuni: - medusa - stella marina - acciuga - tonno - gabbiano comune - tursione (delfino) - balenottera comune
L'ACCIUGA
E' un piccolo pesce che vive in banchi (gruppi) immensi formati da innumerevoli individui.
E' carnivora: si nutre di plancton animale (un insieme di microorganismi).
Uno dei principali predatori di acciughe è il tonno.
L'acciuga respira attraverso le branchie poste ai lati della testa che le permettono di utilizzare l'ossigeno che si trova nell'acqua. E' ovipara: depone le uova. Non cura i piccoli. Viene pescata in grande quantità perché è buona da mangiare anche per gli uomini.

Link correlati a questo post:

Scienze classe prima

Scienze

Visualizza e stampa con Google Docs
Lavoro condotto dall'insegnante Nadia…

Compiti per le vacanze estive. "Le avventure di Pokonaso", capitolo VI

Immagine
Da “Le avventure di Pokonaso” VI capitolo
Lettura e comprensione del testo
Secondo Babbo perché viene l'inverno? Qual è lo scopo della “Danza del Sole”? Quali preparativi vengono fatti? Che cosa viene acceso verso sera? Perché vengono accesi i fuochi? Perché Pokonaso è convinto di essere il bambino più felice del mondo? Che cosa riceve in regalo alla fine?

Secondo Babbo l'inverno giunge perché il sole sorge tardi e tramonta presto a causa del lavoro compiuto durante l'estate e che lo ha molto stancato. Lo scopo della “Danza del Sole” è quello di aiutare il sole a lavorare anche l'anno successivo. I preparativi che vengono fatto sono molti: prima di tutto viene liberato dalla neve un intero spazio, sono raccolti rami di tasso, di abete e d'agrifoglio, vengono recuperati grappoli di vischio verde e di alloro scuro. Poi sono tagliati ciuffi di saggina e di ginestra. Tutto ciò è usato infine per decorare il bosco e far vedere al sole com'è l'estate. Verso sera vengono acce…

Compiti per le vacanze estive per la classe terza della scuola primaria.

Immagine
Le avventure di Pokonaso
Lettura e comprensione del testo Chi dipingeva le grotte? Perché? Che cosa dipingevano? Come mai Pokonaso scopre la grotta dipinta? Che cosa vede Pokonaso dipinto sulla parete? Chi entra da un'apertura della caverna? Che cosa rivela ai Nasastri la presenza di Pokonaso? Perché i Nasastri ad un certo punto rinunciano all'inseguimento di Pokonaso?
I Nasastri dipingevano le grotte perché credevano in una magia che assicurasse loro una buona caccia. I Nasastri dipingevano scene di caccia, animali e danzatrici. Pokonaso scopre la grotta dipinta seguendo il corso di un ruscello. Pokonaso sulla parete vede: branchi di mammut, cavalli al galoppo, tori alla carica e una schiera di cacciatori armati di lance. C'era in particolare una figura, un enorme bisonte che sembrava dipinta di fresco. Da un'apertura della caverna entrano i Nasastri coperti da terrificanti maschere colorate che saltando e cantando danno vita a una danza magica per assicurarsi u…

Esercizi d'ortografia per la classe quarta della scuola primaria.

Immagine
Completa le frasi con ce l'hai ce l'hanno Sapevamo del tuo arrivo ce l'hanno detto i tuoi nonni.
Non trovo la mia scatola di pennarelli: se ce l'hai tu, per favore, ridammela.
Completa le frasi con melome lomelame la, me l'ha Su quel melo c'era una bella mela rossa: il nonno me l'ha raccolta e ora io me la mangio.
Completa le frasi sera o s'era S'era appena addormentato quando squillò il telefono.
Rosso di sera, bel tempo si spera!
Al calar della seras'era sdraiato sul letto e subito s'era appisolato.
Completa le frasi con te, t'è,t'era Gioco volentieri con te.
Come t'è venuto in mente.
Tutti volevano sapere se t'era mai capitata prima una cosa simile.
Completa le frasi con me, m'èm'era Vuoi venire con me al cinema?
Francesco m'è molto simpatico.
Non m'era mai capitata una cosa simile prima d'ora.
Completa le frasi con ho od oh Io ho scritto alla nonna per informarmi sulle sue effettive condizioni di salut…

Scuola News: il commento del Maestro Roberto.

Immagine
Ringrazio, dalle pagine del sito di didattica per la scuola primaria, il collega ed amico, Maestro Roberto, che con il suo autorevole commento dà ulteriore impulso alla nuova sezione diScuola News che ogni domenica presenta una raccolta delle notizie più interessanti della settimana:


"Il primo Scuola News ha assunto le caratteristiche di un vero e proprio video magazine ed il notiziario era fruibile in doppia veste, testuale e video. Le ultime edizioni invece sono uscite solo in forma testuale, con i vari link di approfondimento. Invito tutti i colleghi a seguire con attenzione questa nuova utile rubrica, segnalando all'amico e collega Ercole suggerimenti e stimoli per rendere questo servizio sempre più interessante."
Segnalo inoltre ai colleghi che i primi 3 video del notiziario settimanale sono ora presenti su tutti i post.  Aspetto i vostri commenti e suggerimenti per migliorare la nuova rubrica d'informazione. Link correlati a questo post: Maestro Roberto Notiziario se…

Verifica di italiano per la classe quarta della scuola primaria. Scheda stampabile del lavoro.

Immagine
Verifica di italiano per la classe quarta

Le due caramelle magiche
Tanti anni fa, in una scuola del paese delle fate, c'era un bambino di nome Matteo che frequentava la classe terza. Questo bambino non otteneva mai ottimi risultati, era intelligente e buono ma non interveniva mai alle lezioni, era sempre chiuso perché non aveva fiducia in sé stesso ed era triste. Un giorno che Matteo era assente per una visita medica, il maestro Magister portò i suoi alunni in palestra e, alla fine, si fermarono a discutere sul problema di Matteo perché erano tutti molto preoccupati. Magister, però, capì che Matteo aveva bisogno di molto affetto e di molta comprensione. Trovata la soluzione, Magister non sapeva comunque come risolvere il problema; pensò a lungo e poi chiamò la fata Amor, l'unica che potesse aiutare Matteo con qualche magia. Quando Amor arrivò, Magister le espose subito il problema del suo alunno; la fata rifletté parecchio tempo e pensò di creare una caramella contro la timidezza …

Costruire un testo di tipo narrativo: traccia del lavoro.

Immagine
Schema
Per costruire un testo occorrono Uno o più personaggi;un ambiente;un avvenimento, un'esperienza;sensazioni, impressioni, emozioni, commenti sui fatti raccontati;una conclusione;il rispetto dell'esposizione dell'ordine cronologico dei fatti e dell'uso adeguato dei connettivi logici.



Il principe nel bosco
Il bosco era fitto e scuro. Il principe spronò il cavallo, impaziente e ansioso di arrivare. Ma la notte era ancora lunga. Il bosco, buio ed insidioso, risuonava di strani richiami: o era il vento che sibilava tra gli alberi? Il principe cercava di dominare la paurapensando alla bella dama che aspettava il suo aiuto. Nelle favole le strade sono sempre molto lunghe: il principe dovette cavalcare per molti giorni e per molte notti, ogni tanto era prossimoa perdersi d'animo. Si cibava di frutti selvatici e beveva acqua di fonte. Il bosco era sempre più intricato e la strada era stretta e scoscesa.
Legenda:
Fatti: ------------------
Commenti: ---------------------
Sens…

La descrizione soggettiva ed oggettiva: schema per lo svolgimento del testo.

Immagine
Saper raccontare un'esperienza personale
Testo n° 1
Mi sono svegliato verso le sette e mezzo. Mi sono alzato e mi sono subito lavato e vestito. Facendo colazione, mi sono accorto che era tardi. Afferrata la cartella sono uscito di corsa e ho percorso velocemente la strada fino a scuola. Suonava già la campana e tutti si accalcavano per entrare. Ho trovato i miei compagni e abbiamo fatto le scale di corsa. In classe ci eravamo appena seduti quando è arrivata l'insegnante.
Testo n° 2
Mi sono svegliato verso le sette e mezzo. Il sole entrava dalla finestra illuminando la stanza. Mi sono alzato e mi sono subito lavato e vestito: che piacere l'acqua fresca sulla faccia! Facendo colazione, mi sono accorto che era tardi. Mi seccava molto arrivare tardi a scuola, tanto più che mi sono ricordato che all'inizio della giornata c'era la verifica di grammatica.
Il confronto tra i due testi evidenzia che entrambe rispettano l'ordine cronologico dei fatti, ma mentre nel primo testo l…

I migliori post di didattica: racconti, fiabe, poesie, filastrocche. Scheda stampabile.

Immagine
I post della sezione "Racconti, poesie e filastrocchedel maestro Ercole" che hanno maggiormente interessato insegnanti, bambini e genitori, a seconda del numero di visualizzazioni, nell'anno scolastico 2013/2014 sono i seguenti:









Racconti

Due novembre

Quanti fiori di tanti colori: bianchi, gialli, rosati, violacei, azzurri come il cielo, in questa insolita giornata di novembre. Sono tiepidi oggi i raggi di un pallido sole; compare di tanto in tanto a riscaldarci, mentre gli alti cipressi controllano i passanti: con passo lento, in una lunga fila, si avvicinano per l'incontro con i propri cari. L'immagine sbiadita dei marmi è ricoperta da strisce dorate e solenni. In disparte una serie di croci senza nome, semplici, in legno povero, senza fiori. Solo i bambini fanno festa lì intorno, e giocano a nascondino, e corrono veloci per arrivare primi alla meta. Ora il luogo diventa un giardino colorato, si riempie di profumi e chiacchierii, di tanto in tanto una lacrima bagna…

Schema per la creazione del testo di fantasia. Scheda stampabile dell'unità didattica.

Immagine
Sapiens e le sue parole magiche


Personaggi
Nell'anno scolastico duemilasei, in un periodo non molto gradito dalla classe quarta B, c'era un alunno di nome Leonardo che si vantava perché credeva di essere un genio e, per questo motivo, i suoi compagni di classe lo chiamavano Genius.
Ambiente
Leonardo si dava arie di superiorità con tutti, persino con il maestro e riteneva inutile ascoltare le sue lezioni. Questo bambino non studiava perché pensava di sapere già tutto ed aveva già deciso di diventare uno scienziato.
Problema
I suoi compagni di classe, stufi del suo comportamento, ma anche preoccupati, all'uscita della scuola decisero di riunirsi nel grande piazzale per discutere sul comportamento di Leonardo. Loro pensarono molto e trovarono una soluzione: rivolgersi al mago Sapiens. Sapiens era l'unico che poteva spiegare qualcosa a Leonardo; lo chiamarono e lui arrivò in poco tempo.

Scuola news: notiziario settimanale n° 3

Immagine
Cari visitatori del sito, vicini e lontani, eccovi le principali notizie della settimana.

Comincio con una notizia attinta dal sito del Maestro Roberto.
Siamo in piena fase di correzione delle prove INVALSI, adempimento snervante e frustrante che anche quest'anno sta impegnando per diverse ore tanti colleghi.
Occorre infatti precisare che aldilà della discussione da tempo in atto tra insegnanti sulla struttura delle prove, sulle modalità di partecipazione degli alunni, in particolare di quelli con maggiore difficoltà, sulle strampalate ipotesi di valutazione dell'operato dei docenti sulla base dei risultati, la piattaforma tecnologica dell'INVALSI continua a fare acqua da tutte le parti.

Vi invito a visitare il sito del collega ed amico Maestro Roberto per  l'analisi circostanziata di quanto avvenuto. Nel notiziario della scorsa settimana ho avuto modo di ribadire il mio netto dissenso alle prove INVALSI.

TFA

Consistente differenziazione di punteggio in favore del tirocinio …