Post

Visualizzazione dei post da aprile 6, 2014

"Allegrezza ... e tristezza" nella leggenda, di Leonardo da Vinci

Immagine
Allegrezza ...

"Chi è l'animale più allegro di  tutti?" chiesero una volta ad un vecchio contadino.


"E' il gallo" rispose il contadino. "Il gallo e l'allegria sono la stessa cosa. Si rallegra quando nasce il giorno, e canta; si rallegra quando spunta il sole, e canta; corre, salta, combatte e scherza, cantando sempre, felice e contento, e tutto il cortile lo ascolta e si rallegra".


... e tristezza

"E l'animale più triste?" domandarono ancora al saggio contadino.
"L'animale più triste è il coro" rispose. "La tristezza rassomiglia proprio a lui.
Quando nel nido si schiudono le uova e gli nascono i figlioli, il corvo, nel vederli così spennati e bianchi, fugge per il gran dolore e li abbandona. Si ritira a piangere sopra un albero vicino, rifiutando di nutrirli. Poi, finalmente, si accorge che sulla loro pelle incominciano a spuntare le prime penne nere, e allora ritorna. 

Link correlati a questo post:

Antologia

Racconti …

Festa della mamma: racconti, poesie, filastrocche. Itinerari educativo didattici di apprendimento.

Immagine
Festa della mamma

L'11 maggio 2014 è il giorno prescelto per una delle feste più amate dai bambini e dalle loro famiglie. Il sito didattica propone diversi tipi di testo per programmare un'efficace programmazione educativo didattica. Personalmente ritengo che il miglior regalo in questa occasione sia quello di scrivere una lettera, una descrizione, o una poesia che tocca subito le corde più recondite dell'animo sia per chi scrive sia per chi legge. Un'unità didattica su questo tema genera una forte spinta motivazionale e i bambini e le bambine offrono il meglio di sé.

Ecco a vostra disposizione una serie di link che possono offrire piacevoli spunti di lavoro:

Festa della mamma

La descrizione della persona

Antologia

Potrebbe interessare le classi terze, quarte e quinte questo tipo di lavoro, un tema con relativo schema.
Mi auguro possa esservi utile:



Tema
La mia mamma
Presentazione del personaggio
"Cosa hai fatto oggi a scuola" queste sono le prime parole di quando ritor…

Mamma (la mia mamma) poesia di Francesca Jupe

Immagine
MAMMA
Basta un suo piccolo sorriso  e di colpo passa tutto. E’ la persona della quale non puoi fare a meno. Hai il suo cuore in mano .. non ti serve altro, .. non chiederle altro! Risveglia ogni qualvolta quell’istinto infantile che solo a lei puoi mostrare .. serenamente. Ha la forza di un guerriero dall’aspetto sempre più fiero. Un amore che non le sai ricambiare  ma sii fiero di poterlo tramandare. 
Francesca Jupe


Francesca è una giovane scrittrice di 22 anni. Dalle pagine di questo blog le consiglio di continuare a credere nel suo sogno.

Link correlati a questo post:

La festa della mamma

L'amicizia di Francesca Jupe

Antologia

Visualizza e stampa con Google Docs

Poesia della mamma

Immagine
Poesia della mamma
Mamma sei bella come una stella che brilli di notte. Ti amo ebbene sì ma ... Nei miei sogni ti trovo ma non negli incubi nei fantastici sogni. Ogni volta che ti vedo  sembra un'eruzione senza lava  ma sole che riempie di gioia i nostri cuori. Ma il tuo cuore non riempie il mio, lo fa esplodere. Sei la mamma migliore del mondo!
Beatrice Pozzo

La bambina della poesia compie oggi 8 anni.
Tanti Cari Auguri di Buon Compleanno!
Link correlato a questo post:
Festa della mamma
Visualizza e stampa con Google Docs

Festa della mamma 2014: filastrocca a rima alternata di Gianni Rodari

Immagine
Mi ha fatto mia mamma

Persone male informate
o più bugiarde del diavolo
dicono che tu sei nato
sotto a una foglia di cavolo.
Altri maligni invece
sostengono senza vergogna:
sei venuto al mondo
a bordo di una cicogna.

Se mamma ti ha comperato
come taluni pretendono
dimmi: dov’è il negozio
dove i bambini si vendono.

Tali notizie sono
prive di fondamento,
ti ha fatto la tua mamma
e devi essere contento.

Gianni Rodari

Link correlati a questo post:

Festa della mamma

La descrizione della mamma: tema con schema di lavoro.

Il testo descrittivo

Antologia

Visualizza e stampa con Google Docs

Leonardo Da Vinci: "La pecchia e i fuchi".

La pecchia e i fuchi

"Fannulloni!" diceva una vecchia ape operaia ai maschi che volavano sfaccendati intorno all'alveare. "Non avete mai voglia di far nulla. Guardate me, che lavoro tanto! Guardatevi intorno, e vedrete che tutti lavorano! La formica, per esempio, per tutta l'estate pensa all'inverno; anche lei come me, ha un istinto naturale che la spinge a fare provviste".
"Bella roba!" rispose un fuco annoiato. "La formica uccide il seme di ogni raccolto per impedirgli di rinascere; per mangiare d'inverno un chicco di grano, uccide la vita che sta racchiusa in quel seme".

Leonardo da Vinci

Link correlati a questo post:

Antologia

Visualizza e stampa con Google Docs

"Miao! Ciao!", filastrocca sugli animali di Gianni Rodari

Immagine
Miao! Ciao!

Mi piacerebbe un giorno
poter parlare
con tutti gli animali.
Che ve ne pare?

Chissà che discorsi geniali
sanno fare i cavalli,
che storie divertenti
conoscono i pappagalli,
i coccodrilli, i serpenti.

Una semplice gallina
che fa l'uovo ogni mattina
chissà cosa ci vuol dire
con il suo coccodè.

E l'elefante, così grande e grosso,
la deve saper lunga
più della sua proboscide:
ma chi lo capisce
quando barrisce?

Nemmeno il gatto
può dirci niente.
Domandagli come sta
non ti risponde affatto.
O - al massimo - fa "miao",
che forse vuol dire "ciao".

Gianni Rodari

Link correlati a questo post:

Antologia

La descrizione del gatto

La descrizione del cane

Il testo descrittivo

Visualizza e stampa con Google Docs