Un racconto per amare di più la natura e meno il cellulare: "Il Bosco Incantato di Pixel" (creato da Copilot microsoft)

**Il Bosco Incantato di Pixel** C'era una volta un bosco incantato chiamato Pixel, dove gli alberi sussurravano storie antiche e i fiori danzavano al ritmo del vento. In questo bosco magico, viveva un piccolo folletto di nome Luce, che aveva il potere di far brillare le cose con un semplice tocco. Un giorno, Luce notò che i bambini del villaggio vicino passavano tutto il loro tempo a fissare dei piccoli rettangoli luminosi, chiamati cellulari, dimenticandosi di giocare all'aria aperta. Preoccupato, Luce decise di usare la sua magia per mostrare ai bambini la bellezza della natura. Con un pizzico di polvere di stelle, Luce fece sì che ogni cellulare mostrasse immagini del bosco incantato. Gli alberi sembravano così reali che i bambini sentirono il profumo del muschio e il canto degli uccellini. Incantati, misero da parte i cellulari e corsero verso il bosco. Arrivati nel bosco, i bambini scoprirono un mondo di meraviglie. Inseguirono farfalle arcobaleno, costruirono castelli di

Le fiabe classiche: "Cenerentola"

<
Cenerentola

C'era una volta una ragazza bella, buona e gentile. Purtroppo, aveva una matrigna e due sorellastre brutte, cattive e sgarbate, che la trattavano malissimo e la facevano lavorare tutto il giorno. La sera la ragazza era così stanca che si addormentava in un angolo del camino, sulla cenere: così, visto che nessuno si ricordava più il suo vero nome, tutti la chiamavano Cenerentola.
Un giorno il principe invitò le ragazze in età da marito a un gran ballo. Felici, le sorellastre passarono la giornata a prepararsi, mentre la povera Cenerentola correva avanti e indietro per aiutarle. “Cenerentola! Dov'è finita la mia borsetta?”
“Cenerentola! Sbrigati a pettinarmi!” “Cenerentola! Questo vestito è da accorciare!”
Quando finalmente partirono per il castello, Cenerentola scoppiò in lacrime. “Come mi piacerebbe andare al ballo!” singhiozzava. Per fortuna la sua fata madrina la sentì piangere e volle accontentarla. “Basta lacrime, ti aiuto io!” le disse. E, con qualche colpo di bacchetta magica, trasformò una zucca in una carrozza dorata, con sei magnifici cavalli e un elegante cocchiere baffuto. Poi trasformò gli stracci di Cenerentola nel più bel vestito mai visto e i suoi zoccoli in scarpette di cristallo. Infine le raccomandò; “Ora corri al ballo e divertiti. Ma ricorda: devi tornare prima che scocchi la mezzanotte, perché allora l'incantesimo finirà!”.
Quando Cenerentola fece il suo ingresso nel salone, era così bella che venne accolta da un “Ooooh” di meraviglia, e il principe ballò solo con lei per tutta la sera. Ma, poco prima di mezzanotte, Cenerentola ricordò ciò che le aveva detto la fata, e scappò via così in fretta che perse una scarpetta.
Il principe, che aveva seguito Cenerentola sperando di fermarla, raccolse la sua scarpetta e disse: “Sposerò solo colei che riuscirà a calzarla”.
Il giorno dopo, per ritrovare la fanciulla del ballo, il principe fece provare la scarpetta di cristallo a tutte le ragazze del regno, ma nessuna aveva un piedino tanto piccolo. Mentre tornava al castello, triste e sconsolato, una fanciulla coperta di stracci gli chiese: “Posso provarla anch'io?”. Un po' stupito il principe acconsentì, e Cenerentola porse il piedino che scivolò nella scarpa senza fatica. Il principe allora la riconobbe e la portò con sé al castello.

Dopo qualche tempo si sposarono e vissero per sempre felici e contenti.

Commenti

I vostri preferiti degli ultimi sette giorni

Verifica di analisi grammaticale per la classe quarta della scuola primaria. - Schede stampabili

Esercizi di analisi grammaticale per la classe quinta

Esercizi di analisi grammaticale per la classe terza della scuola primaria - Schede stampabili

La gita scolastica: testi con schema per la scuola primaria e media

TITOLI DI TEMI

Verifica di analisi logica per la classe quinta della scuola primaria

Giornata mondiale della Terra (Earth Day): attività educativo didattiche di apprendimento.

Tema: "Il mio cane" - Schema del testo descrittivo, relativo ad un animale, per la scuola primaria e media

Verifiche finali di italiano per la classe quinta della scuola primaria

Esercizi di analisi logica per la classe quinta della scuola primaria