Post

Visualizzazione dei post da ottobre 20, 2013

Racconti, poesie e filastrocche, del maestro Ercole

Immagine
I racconti, le poesie e le filastrocche presenti in questo post nascono dapprima da esigenze didattiche, in seguito è subentrato il piacere di scrivere: ora che sono in pensione ho più tempo a disposizione, anche se preferirei ritornare ad essere quel giovane maestro precario che varcò per la prima volta la soglia della scuola nell'oramai lontano febbraio del 1973. La raccolta suscita l'interesse dei lettori e delle lettrici del sito didattica scuola primaria ma gli scritti che la compongono erano un po' in ordine sparso; per renderne più fruibile l'accesso e la lettura ho creato un'apposita serie di link: non è detto che non possano esservi di un qualche aiuto per lo svolgimento delle lezioni.
Racconti, poesie e filastrocche, del maestro Ercole:

Racconti:

Due novembre

A letto con la febbre

Ad un passo dalla costa

La scuola di cioccolato

Le lacrime del coccodrillo

Una volpe poco astuta

Felici come una Pasquetta

Il Carnevale

La fine di un'amicizia

La scuola di cioccolato

Logo…

Festa di Halloween: schede da stampare per la scuola dell'infanzia.

Immagine
Ringrazio le colleghe della scuola dell'infanzia di Dolcedo (Imperia) per le carinissime schede di Halloween che hanno preparato per i bambini. La nostra scuola dell'infanzia è tra le migliori del mondo, mi sia permesso di dirlo nel mio piccolo. Naturalmente su questo punto regna sovrana l'omertà mediatica. E' logico, quando qualcosa funziona in questo Paese è meglio stare zitti: perché farci del bene? Un grazie dal sito di didattica a Voi tutte.
Ercole Bonjean

Link correlati a questo post:

Halloween: filastrocca a rima alternata

Halloween, "Nella notte buia e scura": filastrocca a rima baciata

Visualizza e stampa con Google Docs

"La scuola di cioccolato" di Ercole Bonjean

Immagine
La scuola di cioccolato
Un giorno il Ministro della Pubblica Istruzione, pensò di cambiare i programmi e l’organizzazione delle scuole  elementari. Una sera al telegiornale dichiarò: - Finiamola con questa scuola dove i bambini devono studiare per ore ed ore, eseguire i compiti e non fare mai niente che li renda felici. Da ora in poi  a scuola ci si dovrà divertire. Tutte le aule dovranno essere piene di giochi, e di tanti bei dolci: cioccolata, caramelle e tanta tanta Coca Cola. I maestri e le maestre dovranno organizzare feste e giochi, e numerose gite divertenti. Dovranno essere proiettati film e cartoni animati intelligenti. Facendo così i bambini ameranno la scuola e di conseguenza studieranno di più; è tanto semplice. La notizia fece il giro del mondo e tutti lodarono la magnifica iniziativa. I bambini erano felici e già si leccavano i baffi. L’unico ad essere un po’ arrabbiato era il Ministro dell’Economia. Tra sé pensava: “Come faremo a pagare tutti quei giochi, tutti quei dolci, …

"E' Natale" di Ercole Bonjean

Immagine
E' Natale

E' Natale miei cari bambini,
è arrivato per tutti,
per grandi e piccini.
E' nato Gesù
come tanti bambini
in questo giorno nel mondo.
Ti porta un regalo
che non è un trenino,
ti porta un regalo
che non è un giochino,
ti porta un grande bacio,
grande come l' Amore:
ti può servire usalo a tutte l'ore.

Ercole Bonjean

Adatta per una classe prima della scuola primaria


Link correlati a questo argomento:
Natale
La stella cometa: la poesia, il lavoro in classe
E' Natale
Regalo di Natale
A letto con la febbre
Buon compleanno Gesù
Visualizza e stampa con Google Docs

"Notte estiva" di Federico Garcia Lorca

Immagine
Notte estiva

L'acqua della fonte
suona il tuo tamburo
d'argento.
Gli alberi tessono il vento
e i fiori o tingono
di profumo.
Una ragnatela immensa
fa della luna una stella.

Federico Garcia Lorca


Link correlati a questo post:

Antologia

Racconti e poesie d'autore

Visualizza e stampa con Google Docs

"Temporale" di Pablo Neruda

Temporale

Tuona sopra i pini
La nube densa sgrana le sue uve,
cade l’acqua da tutto il cielo vago,
il vento scioglie la sua trasparenza,
si riempiono gli alberi di anelli,
di collane, di lacrime fuggenti.

Goccia a goccia
la pioggia si raccoglie
ancora sulla terra.
Un solo tuono vola
sopra il mare e i pini,
un tuono opaco, oscuro,
un movimento sordo:
si trascinano
i mobili del cielo.

Di nube in nube cadono
i pianoforti delle altezze,
gli armadi celesti,
le sedie e i letti cristallini.
Tutto è trascinato dal vento.
Canta e racconta la pioggia.

Pablo Neruda

Halloween - Filastrocca a rima alternata

Immagine
Halloween
Ecco la notte delle streghe:
farà fuggire i legionari
delle sette leghe.
Fantasmi, spettri e vampiri,
da far tremare bambini e fachiri.
La notte è scura, buia e paurosa,
Attenti bambini!
non è mica armoniosa!
Di certo non sarà noiosa,
sarà una festa favolosa!
Elena, classe quarta
Post correlati a questo tema:
Il testo poetico
Scrittura creativa
Visualizza e stampa con Google Docs

La descrizione della persona - Tema: "Il mio maestro"

Immagine
Tema Il mio maestro
Il mio maestro è proprio simpatico, sono quattro anni che è con noi ed è riuscito ad instaurare un rapporto meraviglioso. E' di statura un po' sotto la media, cicciottello, e in un viso paffuto sono incastonati due occhi di colore chiaro tendente al grigio, che, quando è felice, irradiano un senso di tranquillità e allegria, ma quando è arrabbiato lanciano tuoni e fulmini. Il naso, su cui appoggia un bel paio di occhiali, è aquilino; la bocca, piccola, stretta e dalle labbra sottili è quasi sempre sorridente. L'abbigliamento è quasi sempre sportivo: un maglione, sempre con un collo a “v”, un paio di jeans o di pantaloni di velluto. Il suo carattere è molto buono perché conduce le sue lezioni con simpatia e allegria, tuttavia è severo quanto basta per tenerci in riga. Quando deve sgridare lo fa, ma non sgrida semplicemente castigando, ma cerca di far capire l'errore commesso. E' spiritoso, ama scherzare ed è molto simpatico. In quarta siamo andati a f…

Tema: Caro Diario - Classe quinta scuola primaria

Immagine
Tema

Caro Diario, ti parlo di ...


Caro Diario, ti confesso che sono emozionata e un po' triste: sto per lasciare la scuola elementare della scuola primaria dopo cinque anni trascorsi anche troppo in fretta. Immagini vivissime affollano la mia mente e ricordo come se fosse ieri, il mio primo giorno di scuola ... Mi rivedo piccola e paffutella salire lo scalone dell'edificio, il mio passo era incerto e il mio cuore batteva forte. Quando entrai in classe non potei trattenere la meraviglia: non ti posso descrivere, caro Diario, le emozioni provate quel giorno. Conobbi subito i miei maestri, ma non osai dire loro nemmeno una parola: mi guardavo intorno timida e impacciata e, in quelle interminabili ore desiderai mille volte di essere a casa. Per fortuna i giorni trascorsero veloci, iniziai ad apprezzare i miei maestri, feci amicizia con molti compagni e ritornai ad essere la bambina giocherellona e allegra di sempre. Imparai velocemente a leggere e a scrivere, questa grande conquista mi…

Argomenti stagionali: brevi unità didattiche relative all'inverno.

Immagine
Gli argomenti stagionali costituiscono un ottimo spunto per vari iter didattici; in questa sezione del sito potrete trovare del materiale che potrebbe risultare utile per organizzare le lezioni. I post presentano poesie, filastrocche e racconti su questo tema che appassiona i bambini e le bambine, motivandoli a fare bene. Eccovi l'elenco dei link che potrebbero interessarvi. Non siamo ancora precipitati nel freddo della stagione, ma la mia esperienza mi dice che il lavoro va imbastito prima, "il tempo è un malandrino che fugge" scriveva una mia alunna tanto tempo fa; com'è vero, ahimè!


Eccovi una serie di link relativi all'argomento:

Lettura e comprensione del testo: "L'inverno in campagna".
La descrizione: "L'inverno nel bosco". Lettura, comprensione e interpretazione del testo.
Lettura e comprensione del testo: "Inverno in campagna"
Dettato e illustrazione del testo: "La cicala e la formica"
"Il Signor Inverno"…

La dislessia, la discalculia, la disgrafia, come imparare a conoscerle e cosa fare. - I consigli per le bambine e i bambini dislessici a scuola.

Immagine
Il problema della dislessia nei bambini è purtroppo di crescente attualità ed interessa circa il 3% per cento della popolazione scolastica italiana. Cosa possono fare genitori ed insegnanti di fronte a questo problema? Non resta che ampliare il campo delle nostre conoscenze e sperare che la ricerca offra delle soluzioni. Un dato interessante è che nei Paesi anglosassoni, ad esempio, il compito di bambini, docenti e genitori, diventa ancora più arduo e i problemi legati alla dislessia, alla discalculia e alla disgrafia arrivano in alcuni casi a toccare il 10% della popolazione scolastica. Perché in Italia il problema esiste ma con evidente minore entità? La risposta è semplice nella lingua italiana al suono corrisponde il segno, cosa che non accade in nessun'altra lingua. E' anche per questo motivo, e lo sottolineo ampiamente nella premessa al metodo globale fonematico, che il problema è sicuramente meno diffuso in Italia che all'estero. Mi si consenta inoltre di dire che p…

Genitori e figli: la nuova rubrica del sito "didattica scuola primaria"

Immagine
Quando una bambina o un bambino varca per la prima volta la soglia della scuola porta con sé un bagaglio d'esperienze che incideranno nella formazione della propria personalità e del carattere per tutta la vita. Nel libro di Piero Angela "Il bambino dagli 0 ai 3 anni", l'autore delinea in modo molto chiaro questo punto spesso erroneamente trascurato. Naturalmente ciò non significa che la scuola debba abdicare alla sua funzione: educare ed istruire nel miglior modo possibile, ma è bene, a mio parere, tenere presente l'incidenza fondamentale della famiglia nell'educazione delle nuove generazioni, del rapporto genitori e figli in un contesto sociale estremamente difficile e complesso. I post su questo delicato argomento non hanno la pretesa della completezza, ma non è detto che non possano essere di un qualche aiuto a tutti noi.
Qualche anno fa in India (da un tragico fatto di cronaca)
India, suicida bimba di reality show
Impiccata a casa sua con una sciarpa Una bam…

Corsi di educazione sessuale nelle scuole inglesi

Immagine