Post

Visualizzazione dei post da giugno 23, 2013

L'uomo di Neanderthal

Immagine
L'uomo di Naenderthal Neanderthal, perché questo nome? Poiché il primo fossile umano di questo periodo è stato trovato, nel 1856, a Neanderthal presso Dusseldorf, in Germania, gli uomini di questa epoca vengono chiamati anche uomini di Neanderthal.L'uomo di "Cro-Magnon". anche questo nome deriva dal luogo ove fu trovato il primo fossile di questa epoca (da 60000 a 10000 anni A. C.). Cro Magnon è una località della Dordonia la regione francese ove già si erano trovati fossili nel periodo di Neanderthal. A questo perio appartengono 16 scheletri trovati nelle grotte dei Balzi Rossi in Liguria.Visualizza e stampa con Google Docs

Il clima mediterraneo

Immagine
Il clima mediterraneo
Il clima che si manifesta nelle regioni costiere si può definire mediterraneo, perché è condizionato totalmente dalla presenza del mare, da cui prende il nome. L'autunno e l'inverno sono miti, abbastanza piovosi, ma con temperature superiori a quelle delle altre zone climatiche italiane, poiché il mare cede lentamente il calore accumulato nella buona stagione. La primavera e l'estate sono poco differenziate fra loro, poiché sono periodi molto soleggiati; Naturalmente d'estate fa più caldo, ma il calore è mitigato dalle brezze, venti che rinfrescano l'atmosfera. A volte il vento è forte e può causare mareggiate. Le particolari condizioni del clima favoriscono il turismo, che è consistente soprattutto in estate.
Visualizza e stampa con Google Docs

Programmazione didattica annuale di scienze, educazione alla salute, educazione ambientale, educazione alimentare, per la classe quinta della scuola primaria.

Immagine
Programmazione didattica annuale Classe quintaSCIENZEMacro-indicatoriTraguardi per lo sviluppo delle competenzeObiettivi di Apprendimento





Oggetti, materiali e trasformazioni
Ha capacità operative, progettuali e manuali che utilizza in contesti di esperienza-conoscenza Fa riferimento in modo pertinente alla realtà e in particolare all’esperienza che fa in classe, nel gioco, in famiglia Impara ad identificare gli elementi, gli eventi e le relazioni senza banalizzare la complessità dei fatti e dei fenomeni.

La flora e la fauna mediterranea

Immagine
La flora mediterranea
Le piante delle zone costiere costituiscono la macchia mediterranea, tipica delle regioni anche non italiane che si affacciano sul mar Mediterraneo. Ricordiamo il cespugli di lentisco, mirto, rosmarino, salvia, gli arbusti  di ginepro. i pini marittimi, i lecci, le ginestre, le palme. Nell'acqua del mare vivono le alghe. Il clima particolarmente mite favorisce, poco lontano dalla costa, la coltivazione di grano, avena, agrumi, olivi, pomodori, fiori.
La fauna mediterranea
La fauna mediterranea è costituita da molti uccelli come starne, colombacci, germani, aironi, aquile marine, gabbiani. In tratti di pinete costiere protette vivono daini e cerbiatti. In alcune grotte della Sardegna vive la foca monaca; sempre su quest'isola vivono mufloni e capre selvatiche. Nelle zone mediterranee l'uomo alleva pecore, capre, bovini. Nelle regioni meridionali sono stati introdotti bufali asiatici (il latte viene utilizzato per produrre le mozzarelle. Le acque del mare sono p…

Consigli per la sicurezza

Immagine
Consigli per la sicurezza
Quando imperversano condizioni atmosferiche violente come nubifragi, fulmini, trombe d'aria ecc. che possono mettere in pericolo la nostra incolumità è preferibile tener presente:
SE SE IN CASA: spegni la televisione e stacca la presa dell'antenna;abbassa le tapparelle o chiudi le imposte;ritira dai terrazzi stendini, vasi di fiori sui davanzali, tendaggi, sedie o quant'altro possa essere portato via dal vento.SE SEI IN STRADA: cerca di raggiungere la casa;non stare sotto alberi, tettoie, cartelloni pubblicitari o ripari non stabili;allontanati da tralicci d'alta tensione;evita di mettere i piedi nelle pozzanghere le quali potrebbero nascondere buche anche profonde.SE SEI IN AUTO: guida con maggiore attenzione moderando maggiormente la velocità;aumenta la distanza di sicurezza.SE SEI IN MONTAGNA: trova riparo in un rifugio o in auto allontanandoti dalle cime dei monti o dalle strade ferrate.SE SEI AL MARE: allontanati dalla battigia e dagli scogli.Vi…

Il Mesolitico e il Neolitico, transizione tra storia e preistoria

Immagine
Il Mesolitico ed il Neolitico: fase di transizione tra storia e preistoria
Nel Mesolitico, con il ritirarsi dei ghiacci, l'ambiente naturale mutò e gli uomini si adattarono alle nuove condizioni di vita. Oltre che di caccia di pesca e di raccolta, iniziarono ad allevare gli animali e divennero pastori. I loro viaggi si fecero stanziali, le case più robuste e meglio organizzate. Gli uomini scoprirono anche il modo di coltivare i cereali e le piante commestibili, e divennero agricoltori. Con l'agricoltura inizia il Neolitico durante il quale sorsero le città, furono scoperte la ceramica, la tessitura, l'aratro, la ruota e il commercio. Il neolitico termina con la scoperta dei metalli, fra il 4000 e il 3500 a. C.
Visualizza e stampa con Google Docs

Programmazione didattica annuale di tecnologia per la classe quinta della scuola primaria

Immagine
Programmazione didattica annuale Classe Quinta TECNOLOGIA
Macro-indicatori


Esplorare e interpretare il mondo fatto dall’ uomo:
OSSERVARE/ESPLORARE (artefatti, oggetti, macchine, processi,...)
INDIVIDUARE/ RILEVARE





INTERPRETARE INQUADRARE REALIZZARE









ESPLORARE USARE (nuove tecnologie e linguaggi multimediali)





UTILIZZARE (strumenti informatici e di comunicazione)

Traguardi per lo sviluppo delle competenze

Esplora e interpreta il mondo fatto dall’ uomo, individua le funzioni di un artefatto e di una semplice macchina, usa gli oggetti e strumenti coerentemente con le loro funzioni e ha acquisito i fondamentali principi di sicurezza
Realizza oggetti seguendo una definita metodologia progettuale cooperando con i compagni e valutando il tipo di materiali in funzione dell’ impiego
Esamina oggetti e processi in relazione all’ impatto con l’ ambiente e rileva segni e simboli comunicativi analizzando i prodotti commerciali





Rilev…

Eventi sismici

Immagine
Eventi sismici I terremoti sono manifestazioni naturali dovuti all'instabilità della superficie della terra, che sembra stabile ma che in realtà non lo è.Il terremoto crea ... Movimento sussultorio: palazzi, case, strade, alberi ecc. sobbalzano e si scuotono come se fossero vicini ad un martello pneumatico.Movimento ondulatorio: i lampadari oscillano, i piedi si muovono e si ondeggia come se ci girasse la testa.L'intensità del terremoto varia da scosse impercettibili a scosse distruttive e catastrofiche. Lo strumento che registra i terremoti si chiama sismografo.Se arriva un terremoto Se sei all'interno di un edificio non uscire sulla strada, ma riparati sotto il tavolo, un architrave e aspetta la fine delle scosse.Non precipitarti per le scale: sono pericolose. Non usare l'ascensore: si può bloccare, in strada potresti essere colpito da vasi, tegole, ed altri materiali che cadono.Se ti trovi in strada, dirigiti subito in luoghi aperti come piazze e giardini.Dopo. La scos…

L'uomo scopre la pastorizia

Immagine
L'uomo scopre la pastorizia
Nel tempo gli uomini impararono a conoscere gli animali e a poco a poco ne addomesticarono alcuni, quelli che più facilmente si abituavano a vivere con lui. Dapprima addomesticarono il cane e se ne servirono per la guardia e per la caccia. In seguito addomesticarono e allevarono la capra, la pecora, il maiale, l'asino, il bue. La domesticazione e l'allevamento degli animali ebbero conseguenze molto importanti per l'uomo, perché potè migliorare sensibilmente le sue condizioni di vita. Ebbe carne e latte.Poté disporre di pelli per confezionare vestiti, coperte e contenitori.Imparò a tosare il vello degli animali; a filare e tessere la lana, con cui otteneva stoffe per confezionare vestiti e coperte.Utilizzo gli asini e i buoi per trasportare i carichi prima a dorso e poi con carri d'oro dopo che, nel 3500 a. C., fu inventata la ruota.Visualizza e stampa con Google Docs


La collina

Immagine
La collina
CIMA > La parte più alta della collina.
VERSANTE > Ciascun fianco della collina.
PIEDE > Base della collina.
FIUME > Corso d'acqua più o meno grande.
BOSCO > Estensione di terreno con alberi d'alto fusto e arbusti selvatici.
Il clima della collina
Il clima della collina è più sano rispetto a quello della pianura: gli inverni sono freddi, ma non umidi, le estati sono calde, ma non afose, ciò è dovuto a un benefico cambio d'aria per la presenza dei venti. Nei tempi antichi, quando le pianure erano ancora paludose e abitarvi significava ammalarsi di malaria o di altre gravi malattie gli uomini costruirono i loro villaggi proprio sui rilievi collinari. In collina solo d'inverno di può trovare la neve; la primavera è mite; l'estate è calda e l'autunno mite e piovoso. Si può quindi dire che il clima della collina è temperato.
Visualizza e stampa con Google Docs



La divisione del lavoro in epoca neolitica

Immagine
La divisione del lavoro
All'interno delle famiglie il lavoro veniva diviso in base al sesso e all'età. Gli uomini lavoravano nei campi e badavano agli animali, costruivano gli attrezzi agricoli e le abitazioni sviluppando sempre nuove forme di artigianato. Le donne si occupavano dei lavori domestici, dell'allevamento dei figli, della raccolta delle coltivazioni negli orti. Aiutavano, se necessario, gli uomini nel lavoro dei campi, filavano e tessevano. Ogni villaggio aveva un capo, che esercitava il potere consigliato dagli anziani; aveva un sacerdote-stregone-mago che provvedeva alla vita religiosa e stabiliva le cerimonie.
La religione
Nel Neolitico esistevano diverse forme di religione: era praticato il culto deimorti, i quali venivano seppelliti con corredi funebri. Si era sviluppato il culto della luna, del sole e degli astri, da cui dipendevano le stagioni e i raccolti, e di quel culto restano grandi costruzioni in pietra: i Dolmen e i Menhir.
Menhir: monumento preistoric…