Post

Visualizzazione dei post da aprile 28, 2013

Programmazione annuale di tecnologia per la classe prima della scuola primaria

Programmazione didattica  annuale
Classe prima                                                                                                TECNOLOGIA
Macro-indicatori
Traguardi per lo sviluppo delle competenze
Obiettivi di Apprendimento Esplorare il mondo fatto dall’uomo
-Esplora il mondo fatto dall’uomo, coglie le differenze tra manufatti e cose naturali, distingue elementi del mondo naturale e artificiale -Individua le funzioni di un oggetto (a che cosa serve) e ne distingue le diverse parti -Usa oggetti e strumenti coerentemente con le loro funzioni -Realizza oggetti cooperando con i compagni -Utilizza semplici materiali digitali per l’apprendimento -Utilizza strumenti informatici per giocare


-Distinguere oggetti da macchine -Cogliere le funzioni degli oggetti (serve per) -Conoscere i diversi materiali degli oggetti e le loro principali proprietà -Nominare  gli ele

Programmazione annuale di religione per le classi prima e seconda della scuola primaria

Programmazione didattica annuale
Classi I- II RELIGIONE

MACRO INDICATORI TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO


DIO E L’UOMO


L’alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sui dati fondamentali della vita di Gesù e sa collegare i contenuti principali del suo insegnamento alle tradizioni dell’ambiente in cui vive.
Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre e che fin dalle origini ha voluto stabilire un’alleanza con l’uomo. Conoscere Gesù di Nazareth, Emmanuele e Messia, crocifisso e risorto e come tale testimoniato dai cristiani. Individuare i tratti essenziali della Chiesa e della sua missione. Riconoscere la preghiera come dialogo tra l’uomo e Dio, evidenziando nella preghiera cristiana la specificità del Padre Nostro.

IL LINGUAGGIO RELIGIOSO

Riconosce il significato cristiano del Natale e della Pasqua.
Ri…

Le parole capricciose

Immagine
Completa le seguenti frasi mettendo al posto giusto cu o qu. Il custode Pasquale è molto curioso. Il vento ha spezzato alcuni rami della quercia. La nonna in cucina prepara pranzi squisiti. Elisa scrive sul quaderno a quadretti. Artur ha messo nella brocca quattro cubetti di ghiaccio. Parole capricciose Scuola, cuoco, cuore, cuoio, taccuino, percuotere, scuotere, riscuotere, cuocere.
Frasi con le parole capricciose Io vado a scuola molto volentieri perché imparo tante cose interessanti. Il cuoco prepara da mangiare per tutti i bambini che, come me, pranzano alla mensa scolastica. Io ho un bel cuore finto che, appena si tocca, imita il suono del battito cardiaco. La mamma ha portato i suoi stivaletti di cuoio dal calzolaio per farli tingere di nero. Il papà possiede un taccuino su cui scrive tutti i numeri telefonici dei clienti.
Visualizza e stampa con Google Docs
Link correlati: Come si scrive? dettato ortografico grammatica

I nomi comuni e i nomi propri

Immagine
Metti nella colonna giusta i seguenti nomi propri e nomi comuni. Roma, città, Fido, cane, Anna Maria, maestra, Fufi, gatto, Gabriella, bidella, Tonina, cuoca, Federica, alunna, Alessio, scolaro,Chiara, sorella.
Nomi propri Roma, Fido, Anna Maria, Fufi, Gabriella, Tonina, Federica, Alessio, Chiara. Nomi comuni città, cane, maestra, gatto, bidella, cuoca, alunna, scolaro, sorella.
Nomi comuni e nomi propri di animale Il gatto si chiama Fufi. Il cane si chiama Bobi. Il cavallo si chiama Dic. Il passerotto si chiama Cip. La gallina si chiama Rossina.
Visualizza e stampa con Google Docs


Nomi propri e nomi comuni - Parole con le doppie

Immagine
Metti al posto giusto i seguenti nomi propro e nomi comuni. Imperia, cane, gatto, Ercole, fratello, Sara, monte, lago, Garda, nave, sarta, nonno, Bruno
Nomi propri: Imperia, Ercole, Sara, Garda, Bruno.
Nomi comuni: cane, gatto, fratello, monte, lago, nave, sarta, nonno.
Dividi in sillabe per due le seguenti parole: scuola, rischio, barba, vento, calma, mensa, campo, tempo, squalo. Scuo-la,ri-schio,bar-ba, ven-to, cal-ma, men-sa, cam-po, tem-po, squa-lo-
Dividi in sillabe per tre: cartone, fragole, lavagna, Milano, pompieri, cannone, lombrico, merenda, Antonio. Car-to-ne, fra-go-le, la-va-gna, Mi-la-no, pom-pie-ri, can-no-ne, lom-bri-co, me-ren-da, An-to-nio
Dividi in sillabe per quattro: temperino, aquilone, merenda, Antonio. Tem-pe-ri-no, a-qui-lo-ne, me-ren-da, An-to nio.

Inventiamo una storia con queste parole: cane, gatto, salsiccia.

Immagine
Inventiamo una storia con queste parole: cane, gatto, salsiccia. L'astuto gattino C'era una volta un grosso cane affamato che, per strada, aveva trovato una grossa salsiccia profumata. Mentre la stava mangiando, arrivò un piccolo gatto che aveva anche lui tanta fame; di scatto gli soffiò la cena e se la portò a casa.
Visualizza e stampa con Google Docs

Esercizi di analisi grammaticale svolti in classe quinta (le locuzioni avverbiali)

Esercizi di analisi grammaticale Ho ascoltato con attenzione la lezione del maestro. Il cacciatore quando vide un rinoceronte imbizzarrito scappò a gambe levate. La nonna camminava a fatica, Mario la aiutò dandole la mano. All'improvviso la luna scomparve nella notte buia. Verrò di sicuro nel pomeriggio. In men che non si dica tornò a casa. Luana mangiava la minestra di malavoglia. 1) Ho ascoltato = voce del verbo ascoltare 1^ coniugazione modo indicativo tempo passato prossimo 1^ persona singolare con attenzione = locuzione avverbiale di modo la = articolo determinativo femminile singolare lezione = nome comune di cosa femminile singolare del = preposizione articolata formata da di + il maestro = nome comune di persona maschile singolare
2) Il = articolo determinativo maschile singolare cacciatore = nome comune di persona maschile singolare quando = avverbio di tempo vide = voce del verbo vedere 2^ coniugazione modo indicativo tempo passato remoto 3^ persona plurale un = articolo indetermina…

Parole con le doppie - Divisione in sillabe (classe seconda)

Immagine
Ripassiamo le parole con le doppie. In alcune parole se non mettiamo la doppia esse cambiano di significato. Esempi: casa > cassa sete > sette note > notte polo > pollo tori > torri
Scrivi delle frasi con le seguenti parole: casa, cassa, sete, sette, polo, pollo. Cristian mi ha portato a casa sua. Bau non trovava più l'osso, andò a vedere nella cassa e lo trovò. Io ho visto un bambino che aveva tanta tanta sete. Io l'anno scorso ho compiuto sette anni. Mio papà è andato allo zoo a vedere gli orsi del Polo Nord. Mia mamma ieri ha fatto un pollo squisito. Dividi in sillabe le seguenti parole: sacco, becco, riccio, goccia, buffone, bellezza, stoffa, maggio, collana, terreno, cassetto, donna, zuppa, carro, ottobre. Sac-co, bec-co, ric-cio, goc-cia, buf-fo-ne, bel-lez-za, stof-fa, mag-gio, col-la-na, ter-re-no, cas-set-to, don-na, zup-pa, car-ro, ot-to-bre.
Visualizza e stampa con Google Docs

Invento una storia con queste parole: bambino, zoo,scimmia.

Immagine
Invento una storia con queste parole: bambino, zoo, scimmia.
C'era una volta un bambino che desiderava andare allo zoo. Allora chiese alla mamma: “Mamma posso andare allo zoo?”. La mamma gli disse: “Va bene, basta che ti comporti bene”. Allora il bambino andò allo zoo, vide tante tigri, tanti leoni, tanti ippopotami, tante scimmie che giocavano tra loro. Ne vide una che aveva tanta fame e il bambino gli diede un po' di noccioline e la scimmia lo salutò con la mano.
Visualizza e stampa con Google Docs

Poesie sull'autunno

Immagine
E' cominciato l'autunno: scriviamo tre poesie che lo descrivono molto bene.
Ecco l'autunno Quando la terra si mette a dormire con la coperta di foglie leggere, quando gli uccelli non cantan più niente, quando di ombrelli fiorisce la gente, quando si sente tossire qualcuno: ecco l'autunno.
Ho visto l'autunno Io vidi una mattina l'autunno camminare. Aveva nella mano tre gocciole di brina, nel cesto un venticello per sollevar foglie. Portava per mantello un grigio nuvolone e andava lento lento curvo sul suo bastone
Cadono le castagne Cadono le castagne sopra il tetto della casa del bosco. I piccoli animali scavano tane fra le radici scure e noi guardiamo dietro la finestra la pioggia che ci tiene prigionieri.
Visualizza e stampa con Google Docs

Se cerchi su altri post relativi all'autunno clicca sul seguente link:

Argomenti stagionali: brevi unità didattiche relative all'autunno.

L'autunno

Immagine
L'autunno L'autunno è la stagione più varia. Gli alberi cambiano colore, il verde diventa giallo, rossastro e le foglie cadono ad una ad una. Nei filari dei campi pendono i bei grappoli dolci che diventano buon vino dopo la vendemmia. Si raccolgono le castagne, che piacciono tanto a grandi e piccini. Partono le rondini; altri animali cadono in letargo e anche la terra si prepara al riposo.
Visualizza e stampa con Google Docs

Altri post correlati a questo tema:

Argomenti stagionali: brevi unità didattiche relative all'autunno.