Programmazione didattica annuale di matematica per la classe quinta della scuola primaria






Programmazione didattica annuale

Classe quinta MATEMATICA



Macro-indicatori

Traguardi per lo sviluppo delle competenze

Obiettivi di Apprendimento
Problemi

  • Affronta i problemi con strategie diverse e si rende conto che in molti casi possono ammettere più soluzioni
  • Riesce a risolvere facili problemi (non necessariamente ristretti a un unico ambito) mantenendo il controllo sia sul processo risolutivo, sia sui risultati





  • Saper leggere e comprendere il testo di un problema.
  • Saper organizzare in modo coerente ed efficace il proprio ragionamento.
  • Saper rielaborare il contenuto del problema in uno schema.
  • Saper tradurre uno schema di risoluzione in una espressione numerica.


Numeri





  • Sa operare con i numeri naturali e decimali e ne conosce il valore posizionale
  • Si muove con sicurezza nel calcolo scritto e mentale con i numeri naturali e decimali e sa valutare l’opportunità di ricorrere a una calcolatrice













  • Leggere, scrivere confrontare numeri decimali
  • Eseguire con sicurezza le quattro operazioni con numeri interi e decimali, valutando l’opportunità di ricorrere al calcolo mentale, scritto o con la calcolatrice a seconda delle situazioni.
  • Rappresentare i numeri conosciuti sulla retta e utilizzare scale graduate in contesti significativi per le scienze e per la tecnica.
  • Conoscere sistemi di notazioni dei numeri che sono o sono stati in uso in luoghi, tempi e culture diverse dalla nostra.
  • Dare stime per il risultato di una operazione.
  • Individuare multipli e divisori di un numero.
  • Conoscere il concetto di frazione e di frazioni equivalenti.
  • Utilizzare numeri decimali, frazioni e percentuali per descrivere situazioni quotidiane.
  • Interpretare i numeri interi in contesti concreti.



Spazio e figure




  • Percepisce e rappresenta forme, relazioni e strutture che si trovano in natura o che sono state create dall’uomo utilizzando in particolare strumenti per il disegno geometrico (riga, compasso,squadra ) e i più comuni strumenti di misura
  • Riconosce che gli oggetti possono apparire diversi a seconda dei punti di vista
  • Descrive e classifica figure in base a caratteristiche geometriche e utilizza modelli concreti di vario tipo anche costruiti o progettati con i suoi compagni

  • Descrivere e classificare figure geometriche identificando elementi significativi e simmetrie, anche al fine di farle riprodurre da altri.
  • Riprodurre una figura in base ad una descrizione, utilizzando gli strumenti opportuni ( carta a quadretti, riga e compasso, squadre ).
  • Utilizzare il piano cartesiano per localizzare punti.
  • Costruire e utilizzare modelli nello spazio e nel piano come supporto ad una prima capacità di visualizzazione.
  • Riconoscere figure ruotate, traslate e riflesse.
  • Riprodurre in scala una figura assegnata ( utilizzando ad esempio la carta a quadretti.)
  • Determinare il perimetro di una figura.
  • Determinare l’area di rettangoli e triangoli e di altre figure per scomposizione.
  • Riconoscere i principali solidi geometrici







Relazioni, dati, previsioni e misure


  • Utilizza rappresentazioni di dati adeguate e le sa utilizzare in situazioni significative per ricavare informazioni
  • Impara a costruire ragionamenti (se pure non formalizzati) e a sostenere le proprie tesi, grazie ad attività laboratoriali, alla discussione tra pari e alla manipolazione di modelli costruiti con i compagni
  • Impara a riconoscere situazioni di incertezza e ne parla con i compagni iniziando a usare le espressioni” è più probabile”, “ è meno probabile” e, nei casi più semplici, dando una prima quantificazione.



  • Rappresentare relazioni e dati e, in situazioni significative utilizzare le rappresentazioni per ricavare informazioni, formulare giudizi e prendere decisioni.
  • Usare le nozioni di media aritmetica e di frequenza.
  • Rappresentare problemi con tabelle e grafici che ne esprimono la struttura.
  • Conoscere le principali unità di misura per lunghezze, angoli, aree, volumi/capacità, intervalli temporali, masse/pesi e usarle per effettuare misure e stime.
  • Passare da una unità di misura ad un’altra limitatamente alle unità di uso più comune, anche nel contesto del sistema monetario.
  • In situazioni concrete, di una coppia di eventi intuire e cominciare ad argomentare qual è il più probabile, dando una prima quantificazione oppure riconoscere se si tratta di eventi ugualmente probabili.
  • Riconoscere e descrivere regolarità in una sequenza di numeri o di figure.


Commenti

Post popolari in questo blog

Argomenti stagionali: brevi unità didattiche relative all'autunno.

La leggenda dell'estate di San Martino - Percorsi educativo didattici di apprendimento

Testi utili per il riassunto

Esercizi di analisi grammaticale per la classe quinta

Che cos'è la geografia?

Verifica di analisi grammaticale per la classe quarta della scuola primaria. - Schede stampabili

Analizzare e comprendere un testo poetico: "San Martino" di Giosuè Carducci: poesia, prosa, biografia dell'autore - Analisi, comprensione, commento, illustrazione del testo.

Ortografia: come si scrive?

La leggenda del crisantemo

I frutti dell'autunno