Post

Visualizzazione dei post da agosto 7, 2011

I complementi indiretti

Alla frase minima formata dal soggetto più il predicato possono aggiungersi altre parti del discorso che definiscono in modo più completo ed esauriente il significato di una frase. I principali complementi indiretti sono i seguenti:
il complemento di termine
il complemento di specificazione
il complemento di luogo
il complemento di tempo
il complemento di mezzo
il complemento di modo
il complemento di causa
il complemento di agente

Visualizza e stampa con Google Docs

Nel sito di didattica per la scuola primaria sono presenti numerosi post relativi all'analisi logica con la spiegazione del soggetto di una frase, del predicato verbale e nominale, di tutti i complementi e le prove di verifica. Accanto alla definizione di ogni singola parte troverete utili esercizi, da proporre alle bambine ed ai bambini, svolti a scuola. Eccovi l'elenco dei link a disposizione:

Che cos'è l'analisi logica e perché la studiamo

Il soggetto e il predicato: l'enunciato minimo, spiegazioni ed…

Il complemento di termine: definizione ed esercizi di analisi logica per la scuola media

Il complemento di termine indica la persona o la cosa su cui termina l'azione compiuta dal soggetto. Risponde alle domande: a chi ?, a che cosa?.
Esempio: Il papà regala un libro (a chi?) alla mamma.
I Romani, prima di andare in guerra, edificavano templi (a chi?) alla Dea Fortuna.
I gas di scarico delle automobili inquinano l'ambiente e fanno male (a che cosa?) ai polmoni.
L'Italia offre rifugio (a chi?) agli immigrati.
L'abuso di alcolici nuoce (a che cosa?) alla salute.
(a chi?) Ai giovani piace l'uso del computer e lo studio della lingua inglese.
Gesù portò dell'acqua e del cibo (a chi?) ai lebbrosi.
(a chi?) Ti (a te) leggerò un famoso romanzo della letteratura francese.
Non (a chi?) gli (a lui)chiesi spiegazioni per il suo comportamento.
Quando giunse a destinazione (a chi?) ci (a noi) inviò un messaggio.
L'aria e l'acqua sono indispensabili (a che cosa?) alla vita.Visualizza e stampa con Google Docs

Nel sito di didattica per la scuola primaria sono presen…

Primi giorni di scuola in classe seconda - italiano

Immagine
E' in rete il link relativo ai "Primi giorni di scuola in classe seconda" che ripercorre il lavoro d'italiano svolto all'inizio dell'anno scolastico.
Consiglio inoltre di dare un'occhiata all'intero lavoro svolto con i bambini in lingua italiana e atutti i dettati eseguiti, nell'arco dell'anno scolastico 2009/2010, in ordine di tempo e di competenze acquisite.

Nel web dal 29 agosto 2009 - idea e realizzazione di Ercole Bonjean © Riproduzione riservata Copyright © 2009 - 2010 - 2011 con il supporto tecnico di Alessandro Sposato www.xonic.it

Il complemento d'agente e il complemento di causa efficiente

Analizziamo la frase: "La mamma prepara la cena". Il soggetto compie l'azione di preparare, siamo quindi in presenza di una frase di forma attiva. Il significato della frase non cambia se trasformo la frase nella forma passiva. Esempio: "La cena è preparata dalla mamma". Tuttavia in questo caso il soggetto non compie l'azione, ma la subisce. Nella forma passiva colui che compie l'azione da soggetto diventa complemento d'agente. Risponde alla domanda: da chi?
Quando è un essere inanimato a compiere l'azione nella forma passiva dei verbi prende il nome di complementodi causa efficiente. Risponde alla domanda: da che cosa?

Trasforma le seguenti proposizioni dalla forma attiva alla forma passiva:
Esempio:
L'insegnante spiega la lezione
La lezione è spiegata dall'insegnante.

Mario ama la natura.
La gatta mangia la salsa.
Antonio legge il libro.
Sandro studia la lezione.
Individua, nelle seguenti frasi, il complemento d'agente o di causa effic…

Primi giorni di scuola in classe prima - italiano

Immagine
Per comodità delle lettrici e dei lettori del sito ho creato un apposito link relativo ai primi importanti giorni di scuola in una classe prima della scuola primaria:
Primi giorni di scuola in classe prima - italiano
Per il lavoro di tutto l'anno scolastico digita invece il seguente link:
Italiano in classe prima



Nel web dal 29 agosto 2009 - idea e realizzazione di Ercole Bonjean © Riproduzione riservata Copyright © 2009 - 2010 - 2011 con il supporto tecnico di Alessandro Sposato www.xonic.it

Il complemento predicativo del soggetto, il complemento predicativo dell'oggetto

Il complemento predicativo del soggetto è un aggettivo o un sostantivo che si collega dal punto di vista grammaticale al soggetto e completa il significato del verbo. Lo si identifica con i cosiddetti verbi copulativi quali, ad esempio, sembrare, diventare, apparire, nascere, morire che hanno bisogno di un nome che li completi. Esempio: "La mamma appariva stanca".
Inserisci nelle seguenti frasi i complementi predicativi del soggetto:
Il nonno è nato (es.povero).
Il cielo diventò (es. cupo).
Luisa appariva (es.serena).
Quel concerto ci sembra (es. interessante).
Il filosofo Socrate è ritenuto (es. saggio). Il complemento predicativo dell'oggetto è un aggettivo o un sostantivo che si collega dal punto di vista grammaticale al complemento oggetto e completa il significato del verbo.
Inserisci nelle seguenti frasi i complementi predicativi dell'oggetto:
I compagni lo soprannominarono (es."la volpe").
Stimo Davide (es.un amico).
Il giudice lo ritenne (es. innocente).
La…

Tutti i dettati ortografici svolti in classe seconda in ordine temporale

Anno scolastico 2009/2010 scuola primaria classe seconda italiano 

Ascolto, rifletto, scrivo Un gatto salta sul tetto.
In settembre le giornate diventano più corte.
Un cane corre nel giardino di Emilio e Sofia.
Lucrezia vuole la pappa e sveglia il maestro Ercole.
La mamma prepara le patate al forno.
In autunno le rondini migrano verso i paesi caldi.(15 settembre) (15 settembre)
La pioggia
Oggi piove e non potremo trascorrere l'intervallo in piazza Roma. L' aria è più fresca, il mare sembra grigio. Speriamo che torni presto il sole. In ogni caso la pioggia è utile perché le campagne hanno bisogno di tanta acqua. (16 settembre)
L'estate
Oggi è l'ultimo giorno d'estate. Da domani tocca al signor “Autunno”. Diciamo ciao ai giochi sulla riva del mare, ai bagni nell'acqua salata, ai castelli di sabbia. La scuola è già cominciata, ma non ci dispiace poi troppo. E' piacevole cambiare, a parte i compiti. Le prime foglie gialle sono già cadute, ne scenderanno tante altre sin…

Tutti i dettati ortografici svolti in classe prima in ordine temporale

Anno scolastico 2008/2009 classe 1^ metodo globale fonematico – dettati svolti in classe in ordine temporale I quadrimestre
ASCOLTO, RIFLETTO, SCRIVO MA, RA, RE, AMO, MARE, MURO, REMO, MORA. 14 OTTOBRE 
ASCOLTO, RIFLETTO, SCRIVO UOMO, AMARE, ORSO, ORMA, ARMA, MUSO, RUMORE, MORSO, SUORA, MESE, MARA, LUME, AMORE, REMO, MARIA. 17 OTTOBRE
ASCOLTO, RIFLETTO, SCRIVO APE, PERA, PUMA, PALA, PESO, PURE', PIPA, RAPA, PAROLA, LUPO, SALA, RIPOSO. 23 OTTOBRE
ASCOLTO, RIFLETTO, SCRIVO AMO, APE, ORA, ALA, ISA, MURO, RAPA, SALE, PILA, LARA, PAROLA, RUMORE, SUSINA, MIMOSA, SERPE. 24 OTTOBRE
ASCOLTO, RIFLETTO, SCRIVO ANA, PANE, MANO, LANA, RANA, LUNA, SUONO, NANO, NONNO, LIMONE, PANINO, MELONE. 27 OTTOBRE
ASCOLTO, RIFLETTO, SCRIVO TANA, TORO, TUTA, TELA, TOPO, SETA, RITA, RETE, RUOTA, PATATA, MATITA, SALITA, PORTO, MARTA. 31 OTTOBRE
ASCOLTO, RIFLETTO, SCRIVO UVA, UOVA, VASO, VISO, VELA, VERO, VERONA, VANITOSO, NOVE, VENTO, VOLPE, BENE, BALENA, BUONO, BASTONE, BAULE, TUBO, ERBA, BAMBOLA, BAMBINA, BA…