Post

Visualizzazione dei post da luglio 17, 2011

Tema: "Una passeggiata nel bosco"

Immagine
Tema Una passeggiata nel bosco
Un giorno sono andato a fare una gita con la mountain bike di mio cugino. Dopo un tratto di strada, cessarono di passare le auto e iniziai a pedalare su un terreno erboso e morbido, talmente morbido che quasi le ruote ci affondavano dentro. Durante il percorso, vedevo dei cespugli costellati di anemoni, di violette e di garofani selvatici coperti al di sopra da altissimi alberi. Più avanti vi erano cespugli di fragole molto buone, come potei constatare dopo. Agilmente gli scoiattoli saltellavano da un albero all'altro rincorrendosi vicendevolmente. Di tanto in tanto il silenzio era rotto dal cinguettio degli uccellini e dal caratteristico richiamo del cuculo; il gorgoglio del ruscello sembrava mormorare un'allegra canzone e mi metteva di buonumore. Trovata finalmente una radura mi sedetti su un vecchio tronco d'albero, forse un tempo colpito da un fulmine, mangiai voracemente il panino che mi ero portato nello zainetto e un pò di fragole colte prima…

Tema: "Non sempre le avventure capitano solo nei romanzi, quella volta ad esempio … "

Immagine
Tema Non sempre le avventure capitano solo nei romanzi, quella volta ad esempio …
Non è vero che le avventure dei romanzi superano quelle della realtà: non è proprio vero; infatti quella settimana al campeggio non dimenticherò mai. La settimana al campeggio di San Bernardo di Conio non è stata un granché soprattutto il giorno della scampagnata, o meglio ultra scampagnata: partimmo alle otto di mattina, a metà strada mi sentii le gambe non reggermi più; mi fermai qualche secondo e in un attimo mi ritrovai da solo, lì, senza un amico, ma ci pensate un bambino di otto anni da solo, in una strada di montagna, senza una casa e senza un anima viva; solo io circondato da alberi. Mi sentii il cuore battere forte come una macchina senza freni in una discesa scoscesa e senza fine. Chiamai i miei amici, ma niente, allora decisi di proseguire con cautela, ma con una fifa bestiale. La strada sembrava essere sempre uguale, ma non era vero, ma la paura non mi era passata; dopo aver percorso percorso pi…

Tema: "Una passeggiata nel bosco"

Immagine
Tema Una passeggiata nel bosco
Il sole era alto nel cielo. Ogni tanto si vedevano i raggi del sole passare attraverso le foglie e illuminare piccole parti del bosco. Gli alberi erano allegri e nessuno li poteva far diventare tristi. Al centro degli alberi c'erano alcuni buchi, dove si vedevano scoiattoli entrare ed uscire con molte ghiande, forse per la merenda o forse per la cena. Le foglie degli alberi erano verdi, un bellissimo verde, erano simili al mare quando è pulito e limpido. Gli uccellini volavano per il bosco; sembrano giocare e, intanto, quelli che stavano sugli alberi cantavano: sembravano fare un concerto. Intanto il sentiero incominciava ad essere irto di ostacoli: diventava più stretto e le pietre incominciavano ad aumentare. In lontananza si vedevano i rovi, illuminati da spicchi di sole. Avvicinandosi si incominciava a sentire un fruscio che passava vicino a noi; dopo ci accorgemmo che era un ruscello. Questo ruscello aveva un bellissimo colore; si sentivano gracidare le …

Tema: "Dalla finestra … vedo gli alberi del cortile, vedo le piante, e tante cose a me care"

Immagine
Tema Dalla finestra … vedo gli alberi del cortile, vedo le piante, e tante cose a me care.
Oggi siamo quasi alla fine dell'inverno e infatti si sente la primavera che sta per giungere con la sua felicità Che bella giornata! Il sole illumina la piazza davanti alla scuola e con la leggera brezza che fa muovere le lunghe foglie delle palme sembrano, sul terreno, formarsi dei fantasmi. Il palazzo, che sorge a lato della scuola, possiede un piccolo giardino dove cresce un albero di mimosa che, con il suo colore intenso, ravviva l'atmosfera ispirando gioia. Gli alberi sul marciapiede hanno ancora le foglie verdi che fanno ombra alle persone quando passano. La statua rappresentante Garibaldi, che si trova al centro della piazza, sembra quasi godersi il sole che batte forte e l'allegria dei bambini che giocano tra loro e rincorrono i primi passerotti che sono in cerca di cibo. Di sera la piazza è buia e soltanto i lampioni con la loro luce cupa illuminano le strade per i passanti e le pa…

La fiaba: tema "Folletti, magia e un po' di follia"

Immagine
Tema Folletti, magia e un po' di follia
Nel paese degli gnomi era già arrivato l'inverno che con le sue mani bianche dipingeva di neve l'ultima erbetta fresca rimasta dalla primavera. I giorni, nel paese degli gnomi, passavano in fretta e il Natale si avvicinava sempre più. Nell'aria risuonavano dolci melodie natalizie che riempivano il cuore di gioia; tutti si davano da fare per i preparativi natalizi. Quando scese la sera il Gran Capo, cioè il sovrano del paese, chiamò il suo aiutante e gli disse che quell'anno si sarebbe dovuto organizzare la festa di Natale. Poi insieme cominciarono a preparare gli inviti per la festa; ad un tratto si ricordarono di quella dell'anno passato che era stata rovinata da tre folletti impertinenti: Tatà, Totò e Titì. Allora pensarono che se non li avessero invitati tutto sarebbe andato per il meglio, ma non fu così. I tre folletti, spioni com'erano, avevano sentito tutto e quando l'ombra della notte lasciò lo spazio al giorn…

Programmazione annuale di geografia per le classi terze della scuola primaria

Immagine
Premessa metodologica

La programmazione di geografia tiene conto di quanto disposto dai Programmi Ministeriali del 1985 che sono da ritenersi prescrittivi per le mete ed i contenuti dell'apprendimento. Su come attuarli occorre tenere conto dei cambiamenti avvenuti a livello planetario per cause naturali ed antropiche e delle poche ore a disposizione nell'arco dell'anno, circa 32. Ancora una volta deve subentrare la deontologia professionale del gruppo dei docenti, a cui va l'obbligo di non dimenticare il concetto di unitarietà dell'insegnamento e della trasversalità delle materie di studio da cui deriva la necessità di non procedere per compartimenti stagni che vanno a svantaggio di tutti. Vi sono numerosi esempi di come questa impostazione su cui credo, almeno a livello di intenti, non vi siano dubbi in quanto procede secondo la logica del buon senso dell'insegnante. Poniamo l'esempio di un dettato che da un lato coglie l'obiettivo e la competenza ortogr…

Programmazione di Religione, scuola primaria, classe terza

Immagine
Programmazione di Religione

1° Bimestre
1.Apprendere che Gesù è il centro della religione cristiana. 2.Sapere che ogni cosa che esiste ha la sua storia, si colloca in un tempo ed in uno spazio ed è collegata ad altre storie. 3.Apprendere che la religiosità è presente nella storia umana.
2° Bimestre
4.Apprendere gli elementi essenziali costitutivi della Bibbia. 5.Conoscere a grandi linee il contesto culturale in cui si inserisce la Bibbia con le sue vicende. 6.Scoprire il Dio della Bibbia.
3° Bimestre
7.Accostarsi alla figura di Gesù. 8.Conoscere il contesto storico ed ambientale relativo alla nascita di Gesù ed il significato biblico di tale nascita. 9.Apprendere elementi e caratteristiche della missione di Gesù.
4° Bimestre
10.Conoscere i documenti che parlano di Gesù ed in particolare i Vangeli. 11.Conoscere a grandi linee l’ambiente del Vangelo. <

Programmazione di lingua italiana classe terza

Immagine
Programmazione di lingua italiana classe terza

1° Bimestre
1.Scrivere correttamente parole con difficoltà ortografiche. 2.Leggere e comprendere un testo. 3.Elaborare frasi (prerequisiti). 4.Scoprire che cosa è il nome e come lo si può riconoscere. 5.Riconoscere i nomi di persona, di animale, di cosa. 6.Riconoscere il genere maschile ed il genere femminile dei nomi. 7.Riconoscere il numero singolare e plurale. 8.Distinguere i nomi propri dai nomi comuni.
2° Bimestre
9.Riconoscere i nomi collettivi. 10.Riassumere un breve e facile testo. 11.Conoscere i nomi composti. 12.Riconoscere i nomi primitivi e i nomi derivati. 13.Riconoscere i nomi alterati. 14.Conoscere e saper usare gli articoli.

Tema: "Non sempre le avventure capitano nei romanzi, quella volta ad esempio … "

Immagine
Tema Non sempre le avventure capitano nei romanzi, quella volta ad esempio …
Cari lettori, i romanzi sono molto belli ed anche le loro avventure, ma spesso le avventure della realtà, come questa storia che vi sto raccontando, superano i confini della fantasia. In una bella giornata di sole a San Giacomo io e la mia banda accompagnati da mia mamma, una sua amica e mia nonna siamo andati a vedere i cavalli al maneggio. Io, Alessandro e David eravamo in bicicletta mentre tutti gli altri a piedi. Ad un certo punto si alzò un vento forte che annunciava un temporale perché le nuvole erano diventate sempre più grigie e minacciose. Allora l'amica di mia mamma andò a prendere la macchina perché il cielo avvertiva che avrebbe piovuto. Quando arrivò l'amica di mia mamma con la macchina stava già piovigginando e allora la mia banda, mia mamma e questa signora salirono in macchina. Io, Alessandro e David chiedemmo: “Possiamo andare da soli?”. Una voce rispose:”No, vi accompagno io” ed era mia nonn…

Tema: "Cosa mi piacerebbe fare da grande".

Immagine
Tema Cosa mi piacerebbe fare da grande
Com'è bello scrivere! Sì, proprio così, è per questo che da grande mi piacerebbe tanto fare la scrittrice. Scrivere libri per bambini e ragazzi, corti e lunghi, per farli divertire e anche far capire loro quanto è bello leggere. So che devo studiare molto, ma sono sicura di potercela fare, anche se non è il mio “passatempo” preferito. Mi piacerebbe conoscere molte forme linguistiche; scrivere libri in tante lingue, soprattutto in inglese: capisco anch'io che non è un'impresa facile, ma non mi abbatterò e continuerò ad andare avanti. Quest'idea è cominciata a piacermi in terza elementare, quando imparavo a scrivere temi un po' più lunghi e più ricchi di parole. Secondo me è anche merito del mio maestro perché rende la scuola più piacevole e ci insegna italiano con un metodo … divertente, che però ci fa capire ancora meglio come scrivere e come parlare in modo corretto. Non ho mai parlato con la mia famiglia di questa cosa, ma sono …