Post

Visualizzazione dei post da marzo 20, 2011

Parole latine nel linguaggio comune

Immagine
Il latino intorno a noi
“Alle urne per il referendum”, “Un missile naviga nello spazio”, “Salvata inextremis la pace”. Titoli come questi compaiono abbastanza spesso nelle pagine dei nostri quotidiani: sono titoli efficaci e moderni, eppure referendum, in extremis e missile sono parole che hanno già più di duemila anni: sono infatti parole della nostra lingua antica, il latino. Nel linguaggio di ogni giorno noi usiamo frequentemente parole o frasi latine. Con l'aiuto dei disegni e dei fumetti cercheremo di chiarire il significato di queste parole ormai entrate a far parte del nostro linguaggio. Referendum viene dal verbo referre e significa “Da rispondersi”. Il referendum è infatti un invito a pronunciarci mediante votazioni su questioni di interesse nazionale: indire un referendum sull'abolizione del nucleare. Missile voleva dire in latino “arma da lancio”. Con questo termine noi indichiamo un corpo a forma di siluro a propulsione senza pilota, autoguidato o teleguidato. Ultimatum…

Filastrocca di primavera

Immagine
Filastrocca colorata

Giornate noiose, piovose, dispettose. Cielo nero, triste, severo. Ma ruota la Terra, da Caracas a Gibilterra, poco poco, pochino, da Pechino sino a Berlino. E’ già festa di colori, dolci musiche ed odori. Gira gira il calabrone, con la solita passione. In maglietta gialla gialla vola vola una farfalla. Non fuggire Primavera ed illumina la sera.
Ercole Bonjean

Visualizza e stampa con Google Docs

Poesia di Pasqua: Gesù o Barabba?

Immagine