Post

Visualizzazione dei post da novembre 28, 2010

"La stella cometa" - La poesia, il lavoro in classe.

Immagine
Comprendere una poesia "La stella cometa"

La stella cometa
La stella cometa infrange il buio della notte.
La luce inonda
la piccola capanna
e illumina le genti.
“E’ nato!” ci dice.
Il tempo fugge via veloce,
le strade brillano di luci.
La gente corre,
compra regali.
Si vende, si vende,
a Natale.
Ma un volto sorride nell’ombra,
una mamma stringe il figlio al suo seno,
un padre comprende i suoi errori,
un soldato ritorna a casa.
E’ Amore,
non si compra,
non si vende,
si regala.
E’ nato,
è nato Gesù!
Compare la stella cometa,
avvolge il mondo di luce,
risplende nella notte stellata.
Il maestro Ercole
Comprensione ed interpretazione del testo
Il maestro Ercole descrive il Natale attraverso l'immagine suggestiva della stella cometa che annuncia ai popoli del mondo la nascita di Gesù. Il Natale nei nostri giorni è molto diverso dalla prima capanna e ben lontano dall'amore che il piccolo bambino vuole donarci. Oggi la festa del Natale diventa molto spesso quella dei regali e del buon cibo e talvolta di…

Verifica di lingua italiana - Il testo narrativo fantastico: "Le due caramelle magiche"

Immagine
Il testo fantastico

Le due caramelle magiche
Tanti anni fa, in una scuola del paese delle fate, c'era un bambino di nome Matteo che frequentava la classe terza. Questo bambino non otteneva mai ottimi risultati, era intelligente e buono ma non interveniva mai alle lezioni, era sempre chiuso perché non aveva fiducia in sé stesso ed era triste. Un giorno che Matteo era assente per una visita medica, il maestro Magister portò i suoi alunni in palestra e, alla fine, si fermarono a discutere sul problema di Matteo perché erano tutti molto preoccupati. Magister, però, capì che Matteo aveva bisogno di molto affetto e di molta comprensione. Trovata la soluzione, Magister non sapeva comunque come risolvere il problema; pensò a lungo e poi chiamò la fata Amor, l'unica che potesse aiutare Matteo con qualche magia. Quando Amor arrivò, Magister le espose subito il problema del suo alunno; la fata rifletté parecchio tempo e pensò di creare una caramella contro la timidezza e un'altra per la f…

Il testo narrativo fantastico - Lavoro di gruppo classe quarta

Immagine
Sapiens e le sue parole magiche
Nell'anno scolastico duemilasei, in un periodo non molto gradito dalla classe quarta B, c'era un alunno di nome Leonardo che si vantava perché credeva di essere un genio e, per questo motivo, i suoi compagni di classe lo chiamavano Genius. Leonardo si dava arie di superiorità con tutti, persino con il maestro e riteneva inutile ascoltare le sue lezioni. Questo bambino non studiava perché pensava di sapere già tutto ed aveva già deciso di diventare uno scienziato. I suoi compagni di classe, stufi del suo comportamento, ma anche preoccupati, all'uscita della scuola decisero di riunirsi nel grande piazzale per discutere sul comportamento di Leonardo. Loro pensarono molto e trovarono una soluzione: rivolgersi al mago Sapiens. Sapiens era l'unico che poteva spiegare qualcosa a Leonardo; lo chiamarono e lui arrivò in poco tempo. I compagni di classe di Leonardo gli posero subito questa domanda. “Puoi spiegare a Leonardo che il suo comportamento lo …

I nomi concreti ed i nomi astratti, spiegazione ed esercizi

Immagine
I nomi concreti e i nomi astratti
nomi concreti indicano esseri viventi, oggetti, cose reali, ad esempio animali, sabbia, neve e tantissimi altri. I nomi astratti indicano esseri o cose che non percepiamo con i sensi ma che esprimono idee e sentimenti della nostra mente: libertà, coraggio, odio, e tantissimi altri. Ricava i nomi astratti dai seguenti verbi:
amare > amore sapere > sapienza oziare > ozio riflettere > riflessione ignorare > ignoranza
Ricava i nomi astratti dai seguenti aggettivi:
educato > educazione fedele > fedeltà giusto > giustizia saggio > saggezza
Sottolinea in rosso i nomi concreti ed in blu i nomi astratti:
vestito - eleganza - neve - tana - gioia - discordia - lacrima - gioia
Link correlati a questo argomento:
Analisi logica
Analisi grammaticale
Visualizza e stampa con Google Docs

I nomi primitivi e i nomi derivati: spiegazioni ed esercizi relativi.

Scoprire i nomi primitivi e i nomi derivati

Analizziamo i seguenti nomi: cartoleria, cartiera, cartiera.

La radice che dà origine a questi nomi è cart-a.
In grammatica carta si dice nome primitivo.
Cartiera, cartella, cartoleria si chiamano nomi derivati e formano la famiglia del nome carta.
Scopriamo i derivati delle seguenti parole: latte, pesca. cane, cavallo.

LATTE > latticino - latteria - lattante
PESCA > pescatore - peschereccio - pescheria
PANE > panificio - panettiere - panino - panetteria - panettone
CAVALLO > cavaliere - cavalleria - cavalcatura

Ricaviamo dai nomi primitivi i corrispondenti nomi derivati:

frutto > frutteto
mare > mareggiata
giorno > giornale
salame > salumiere
ora > orario
campana > campanaro
benzina > benzinaio
orologio > orologiaio
castello > castellana
Terra > terrestre
pelliccia > pellicceria
violino > violinista
acqua > acquario
orto > ortaggio
cane > canile
tempo > temporale
bosco > boscaiolo
forno > fornaio
negozio…

I nomi primitivi e i nomi derivati; i nomi alterati : spiegazioni ed esercizi relativi.

I nomi primitivi e i nomi derivati
Si dice primitivo un nome che non deriva da nessun altro nome. Si dice derivato un nome che deriva da un nome primitivo.
Esempio:
fiore > nome primitivo fioraio > nome derivato
Trova alcuni nomi che derivano da acqua:
acqua > acquazzone > acquario > acquolina
Ricava dai seguenti nomi derivati i corrispondenti nomi primitivi:
boscaiolo > bosco marea > mare scolaresca > scuola pescivendolo > pesce
I nomi alterati
I nomi alterati indicano una qualità del nome da cui derivano, senza modificarne il significato. Si ottengono unendo alla radice particolari suffissi:
diminutivi > (ino - icino - icello)
accrescitivi > ( one )
vezzeggiativi > (etto - uccio - uzzo)
dispregiativi > (accio)
Esempio: scarp - a > scarp - etta > scarp - ina > scarp - accia
Completa le seguenti frasi con i nomi alterati suggeriti dalle indicazioni fra parentesi.
Stiamo passando (per una brutta strada) stradaccia.Tommaso abita in un (piccolo appartamento) ap…