Post

Visualizzazione dei post da febbraio 7, 2010

Il Carnevale

Immagine
Il Carnevale
Sfilano i carri immersi nei colori e nei suoni. E’un tripudio di coriandoli e stelle filanti: giallo, verde, rosso e tanto tanto azzurro colora il giorno. La gente suona, balla, canta, ride. E non è una maschera, non fa finta, ride, ride davvero. E’ il loro volto quello coperto dalla mascherina, nessuno riesce a nascondere gli occhi con dentro la gioia e la bocca ride da sola. Per qualche ora saremo tutti come siamo per merito della maschera che ci nasconde. Non fa neanche più freddo e Palla di Fuoco è in grande forma. Ride dopo la brutta febbre del rigido inverno. Ora scalda la gioia puntando tra le vie della festa i generosi raggi di luce. Lo salutano i suoni delle trombette che spudoratamente si fanno lelinguacce.Urla di rabbia un anziano signore perché ha il volto ricoperto di nuvole di panna montata sparate dallo spray. Perché non le assaggia invece di sbraitare, capirebbe che sono dolci: come il sorriso della piccolissima monella che lo osserva divertita.

Ercole Bonje…

Titoli temi

Immagine
Titoli di temi Classe terza 1.Io e la pioggia 2.La mia scuola 3.Chi sono io 4.Immagino di vivere nella preistoria ... belve feroci, vulcani in eruzione, terremoti, ma già allora l’uomo si   difende con l’unica arma che ha a sua disposizione: l’intelligenza 5.Davanti alla TV 6.Che bellezza giocare a ... 7.Un giocattolo che desideri da tanto tempo 8.Quella volta, a scuola, mi sono sentita proprio soddisfatta perché ... 9.Volevo fare un dispetto al mio compagno di banco ... ma ... 10.Il mio maestro 11.La maestra Tilde 12.La maestra Rosi 13.La maestra Miria 14.Il mio compagno di banco 15.Il mio papà 16.La mia mamma
17) La gita alle grotte di Toirano e all’aeroporto di Villanova d’Albenga: i miei ricordi, le mie emozioni.
Classe quarta 1.E’ stato pubblicato un nostro libro: “Il maestro sembra un clown” 2.Un sogno 3.Qualche giorno fa è stato presentato un nostro libro: “Il maestro sembra un clown”: ricordi, sentimenti, emozioni

Lettura e comprensione del testo "Caro Diario,": analisi ed interpretazione dell'esperienza scolastica.

Immagine
Caro Diario,
ieri, con i miei alunni di classe quinta, insieme alle mie colleghe, ci siamo recati in visita alla scuola media “Giovanni Boine”. I ragazzi attendevano con ansia, mista a curiosità, questo momento perché tra qualche mese lasceranno i maestri per i professori. Ti confido subito che sono tornati nelle loro classi, situate ai piani inferiori dell'edificio che raccoglie i due ordini di scuola, sereni e appagati. Questa mattina li ho sottoposti ad un tema relativo all'esperienza vissuta a seguito della visita alle scuole medie. Dalla gran parte dei loro scritti si capiva con chiarezza che tutte le ansie della vigilia si erano dissolte e al loro posto prendeva corpo il desiderio di cimentarsi con la nuova realtà al più presto; appare nitido il desiderio di cambiamento nel finale del tema di Tommaso. “E' stata una bellissima esperienza: non vedo l'ora di andare in quella meravigliosa scuola”. È stupefacente il sano egoismo dei bambini uniti alla loro schiettezza. …

Comprensione di un testo personale: il diario.

Immagine
Comprendere un testo personale: il diario.

Abbiamo letto, sul libro di lettura, la pagina del diario di una ragazza della nostra età. Il brano si intitola "Sono gelosa"; ne analizziamo, tramite un questionario, il contenuto.
Qual è il fatto importante per l'autrice?In quale giorno è narrato?Quando è successo?A chi si rivolge l'autrice?Quali riflessioni compie?Espone il suo stato d'animo?Lo sai descrivere?Rispondo: Il fatto importante per l'autrice è la gelosia provata verso i suoi due compagni di classe.Questa pagina del diario è narrata il 7 settembre.Il fatto è successo durante una giornata di scuola.L'autrice si rivolge al diario, cioè a se stessa.L'autrice riflette sull'amicizia nata fra due suoi compagni di classe.Sì, esprime il suo stato d'animo.Sì, lo so descrivere, l'autrice esprime diversi sentimenti tra cui la gelosia, l'ansia e l'invidia.Link correlati a questo post:
Lettura e comprensione del testo
Visualizza e stampa con Go…

Prova di verifica di italiano: la descrizione di un ambiente naturale (minimo 11, massimo 14 righe).

Immagine
Tema
In un prato all'alba
E' l'alba. Il sole fa capolino dietro le colline e insieme a lui la natura si sveglia: tanti uccellini prendono il volo, alcuni piccoli insettini camminano sulle foglie ornate di gocce di rugiada. Poi si sente un ronzio: anche i calabroni sono svegli. Perfino i cespugli, che hanno un'ombra anche inquietante, sembrano prendere vita. Il prato non è ancora illuminato e l'aria muove le foglie di alberi e cespugli che, in ombra hanno forme spaventose e minacciose fino a quando la luce non rivela il loro aspetto reale. Allora l'aria si fa più calda e il sole riesce a illuminare quasi l'intera distesa d'erba: in lontananza uccelli prendono il volo come per salutare il sole. Ormai, però, è giorno e penso che non rivedrò mai un'alba come questa. Elena, classe quinta
Link correlati a questo post:
La descrizione di un ambiente naturale: traccia del lavoro.
La descrizione soggettiva ed oggettiva
Il testo descrittivo
Visualizza e stampa con Goo…

La descrizione soggettiva ed oggettiva: la traccia del lavoro, il testo "La mia aula".

Immagine
La descrizione
La descrizione ci consente di conoscere, attraverso l'uso appropriato della parola, com'è fatta una persona, un animale, una cosa, un ambiente, descrivendone le caratteristiche e gli aspetti più significativi. La descrizione può essere: oggettiva o soggettiva.
La descrizione oggettiva
La descrizione viene elaborata attraverso una serie di dati condivisibili da tutti, si tratta quindi di una descrizione impersonale
La descrizione soggettiva 
E' una descrizione personale dove l'autore esprime sensazioni, impressioni, opinioni, dandone una personale interpretazione.

La mia aula (descrizione oggettiva)

Quando entro in classe noto subito che è un'aula spaziosa: contiene venticinque alunni più il maestro. Dispone di due lavagne e di due armadi contenenti libri e quaderni. Su Piazza Roma si affacciano due finestre, coperte da tendine bianche, sotto le quali si trovano due termosifoni che riscaldano l'aula. Appesi alle pareti ci sono dei cartelloni, delle cart…

Aggettivi e pronomi dimostrativi:spiegazioni ed esercizi di grammatica. - Scheda stampabile dell'unità didattica

Immagine
Consolidare le conoscenze relative agli aggettivi e ai pronomi dimostrativi.
Aggettivi e pronomi dimostrativi
Gli aggettivi e i pronomi dimostrativi indicano la posizione di una persona, di un animale, di una cosa (nello spazio e nel tempo) rispetto a chi parla o a chi ascolta. Gli aggettivi accompagnano il nome, i pronomi li sostituiscono. Sono aggettivi e pronomi dimostrativi: - questo, che indica vicinanza del tempo rispetto a chi parla o a chi ascolta; - quello, che indica lontananza nello spazio e nel tempo; - codesto, meno frequente, che indica cosa o persona vicina a chi parla; - stesso, medesimo, tale e altro Gli aggettivi e i pronomi concordano nel genere e nel numero con il nome a cui si riferiscono o sostituiscono. Tale è invariabile solo nel numero.
Al lavoro!
Nelle seguenti frasi sottolinea gli aggettivi dimostrativi: Tieni questo cacciavite ora vado a prendere l'altro.Non so se acquistare quel completo che ho visto in una vetrina del centro.Mia sorella e mio zio compiono gli anni…