Post

Visualizzazione dei post da gennaio 31, 2010

Gli aggettivi e i pronomi possessivi: spiegazioni, esercizi di grammatica ed analisi grammaticale. - Scheda stampabile dell'unità didattica

Immagine
Consolidare le conoscenze relative agli aggettivi e ai pronomi possessivi.

Aggettivi e pronomi possessivi


Gli aggettivi e i pronomi possessivi indicano a chi appartiene una cosa, un animale, una persona, un'azione. Gli aggettivi accompagnano il nome, i pronomi lo sostituiscono. Sono aggettivi e pronomi possessivi: mio, tuo, suo, nostro, vostro, loro, proprio, altrui. Aggettivi e pronomi concordano nel genere e nel numero con il nome a cui si riferiscono o sostituiscono. Loro e altrui sono invariabili.
Al lavoro!
Completa le seguenti frasi inserendo l'aggettivo possessivo adatto ed esegui l'analisi grammaticale (per compito). Arrivammo in Francia e ci accorgemmo che i ........ abiti erano inadatti al clima piovoso e fresco.Marco è un ragazzo brillante: la ........ simpatia + nota tra gli amici.La parrucchiera ha ideato una nuova bellissima acconciatura per i ........ capelli.Arrivammo in Francia e ci accorgemmo che i nostri abiti erano inadatti al clima piovoso e fresco.Marco è un…

Le parti variabili ed invariabili del discorso: schema ed esercizi di grammatica.- Scheda stampabile dell'unità didattica

Immagine
Come per le classi 3^ e 4^, anche per la classe 5^ ho utilizzato 2 quaderni diversi: uno per i testi di vario tipo ed uno per la grammatica (+ un quaderno a parte per l'analisi logica). Questo nel tentativo di dare maggiore sistematicità al lavoro di italiano. Tale suddivisione è, tuttavia, flessibile ed il lavoro grammaticale e quello dei testi si evolvono in parallelo ed in totale sinergia. Vediamo insieme com'è andata.










Conoscere le parti del discorso.

Le parti del discorso sono nove: cinque variabili e quattro invariabili.
Costruiamo uno schema:

Variabili

Verbo > essere, parlare, volere ...
Nome > Italia, Chiara, fiume, uomo ...
Aggettivo > bello, elegante, uno, terzo ...
Articolo > il, lo, la, un, uno ...
Pronome > io, noi, ce, ci, che, cui ...

Invariabili

Avverbio > mai, oggi, gentilmente ...
Preposizione > di, a, da, con, sulla ...
Congiunzione > e, o, perciò, poiché ...
Esclamazione > Ah! Ahi! Ahimè ...

Sistema al posto giusto i seguenti vocaboli:
lo - terra …

Verifica di italiano classe quinta, I quadrimestre: la descrizione di un ambiente naturale. - Tema: "E' arrivato l'inverno: la natura cambia."

Immagine
La descrizione breve (minimo 13, massimo 16 righe)

Tema 

E' arrivato l'inverno: la natura cambia.

E' inverno. Il cielo grigio, ricoperto costantemente di nuvoloni, non lascia penetrare neanche un raggio di sole, solo un freddo vento che sibila correndo tra le barche attraccate in porto. Ogni tanto qualche goccia di pioggia. Più in alto, sulle cime delle montagne, qualche spruzzo di neve. Poi si sente una specie di sibilo: è il vento che si fa strada tra un albero e l'altro come se volesse liberarsi di qualche ultima, piccola innocente fogliolina. Ma la temperatura si fa sempre più fredda; ormai è quasi sera e il silenzio prevale sul rumore: in strada non c'è nessuno. C'è solamente un po' di foschia che permette di vedere solo le ombre dei rami degli alberi che ondeggiano al vento. io guardo dalla finestra questo spettacolo e penso che in certi casi l'inverno può mettere malinconia ma osservando la natura da vicino e vedendola cambiata in fondo è anche bell…

La descrizione di una giornata di pioggia: la traccia del lavoro, il tema svolto in classe.

Immagine
Una giornata di pioggia

Schema

Dati visivi: i lampi, i fulmini, il cielo cupo, in alcuni punti quasi nero, la pioggia che forma pozzanghere o che scorre creando dei piccoli ruscelli. Dati uditivi: il rumore della pioggia, il rombo dei tuoni, il ticchettio della pioggia sulle finestre appannate o il rumore dello scroscio dell'acqua sui tetti e sugli alberi. Sensazioni: paura quando sento il rombo dei tuoni o vedo un fulmine o un lampo; il piacere di essere nel calduccio della casa ben protetto.
Tema

Una giornata di pioggia

Il cielo era cupo, il vento soffiava e le nuvole stavano per scontrarsi l'una contro l'altra: il cielo si stava preparando per una battaglia coi fiocchi. a quel punto le prime piccole goccioline cominciarono a cadere dal cielo tamburellando sui vetri delle finestre e sui tetti delle case provocando un piacevole tintinnio e lampi continui solcavano il cielo. Io, guardando quell'incredibile battaglia, provavo stupore, ma nello stesso tempo avevo paura. Proprio…

Scrivere un testo descrittivo: "In un prato all'alba".

Immagine
Imparare a scrivere un testo descrittivo.

Il testo che segue è stato scritto da un mio alunno nell'anno scolastico 1997/98; quando l'ho letto ho provato una grande gioia ... sono rimasto senza fiato ...

In un prato all'alba

Il disco del sole non si vede ancora.

Vige su tutto il prato una luce di colore purpureo che dona strane ombreggiature alle colline che circondano la valle e ai cespugli che assumono un'aria attraente, ma allo stesso tempo minacciosa e torva. Tuttavia il sole comincia a farsi vedere, quasi timido, e si sveglia, con lui, l'intera natura.
Qualche uccello spicca il volo e, come una mano che si apre, lentamente un papavero sboccia, sottoposto a un assalto di api e calabroni che voglio derubarlo del suo nettare.
In mezzo al prato che si estende a perdita d'occhio, oltre ai cespugli, svettano alberi e, si sente, un ritmico, cadenzato tamburellare: è un picchio che ricava la sua tana nel tronco di un albero nodoso e secolare. 
E' uno spettacolo maesto…

La descrizione: "L'inverno nel bosco". - Lettura, comprensione ed interpretazione del testo.

Immagine
L'inverno nel bosco
L'inverno giunto in anticipo si poteva dire crudele. Nel bosco la neve era alta, dura e sulle radure in mezzo, in mezzo agli alberi e lungo i fossi, i venti correvano di continuo. Sui rami, al posto delle foglie, c'era solo il ghiaccio e dalla terra non spuntava più un filo d'erba. Le notti erano insopportabilmente fredde. Erano le notti in cui si dice: "Stanotte anche il gatto dormirà col cane". All'alba sulla montagna si sentivano degli spari. Ma non si trattava di colpi di fucile: erano alberi gelati che scoppiavano. Sulla montagna non vivevano più uccelli. Si erano trasferiti nelle valli, vicino ai villaggi, ai granai, alle baite. L'inverno non aveva pietà. Aveva portato la fame anche per Srebrenco il capriolo.
Azra Hromadzic
Lettura e comprensione del testo
Qual è l'argomento del testo? L'argomento del testo è l'inverno nel bosco.
Come definisce l'autore l'inverno? L'autore definisce l'inverno crudele
Com'…

Lettura e comprensione del testo descrittivo: "Una giornata d'ottobre".

Immagine
Comprendere un testo descrittivo.
Giornata d'ottobre
Era una limpida giornata d'ottobre. L'aria leggera e ancora calda di sole era mossa da un vento capriccioso. Su dai campi e dagli orti saliva il fumo azzurro azzurro dei fuochi autunnali che riempiva la luminosa regione di un dolciastro odore di erba e legna verde bruciata. Nei giardini del villaggio fiorivano margherite, tardive rose pallide e fra le siepi luccicava ancora qualche ranuncolo. Sulla strada passava lentamente un carretto. La strada era in lieve discesa a sinistra campi mietuti e coltivazioni di patate non ancora raccolte, a destra una giovane abetaia. In rettilineo la strada portava nell'azzurro cielo autunnale come se, là in alto il mondo dovesse finire.
Sottolinea, con colori diversi, i nomi e gli aggettivi presenti nel testo descrittivo e riscrivili nell'apposita colonna.
Giornata d'ottobre
Era una limpidagiornata d'ottobre. L'arialeggera e ancora calda di sole era mossa da un vento capri…

Il testo argomentativo: "Il rispetto delle regole".

Immagine
Tema
La vita in comune comporta il rispetto di ben determinate regole a scuola, a casa, nella società. Delinea questi tre aspetti del vivere insieme ed inserisci le tue riflessioni.
Le regole sono fondamentali, non solo a scuola, ma in tutti gli ambienti; sono importanti per stare bene con gli altri ma anche nella vita quotidiana. Infatti che mondo sarebbe senza le regole? Se non ci fossero le regole, durante le lezioni a scuola ci sarebbe tantissima confusione, gli insegnanti non riuscirebbero a spiegare niente, gli alunni rimarrebbero ignoranti e qualcuno rischierebbe anche di farsi male. Invece i maestri dovrebbero insegnare a rispettare le regole e, come succede nella nostra classe, chi non le rispetta dovrebbe venire punito. Le regole però non devono essere rispettate solo a scuola, ma anche a casa. Prima di tutto dovremmo ascoltare e rispettare i nostri genitori e di conseguenza fare tutto ciò che ci viene richiesto, come per esempio andare a letto ad un'ora adatta a bambini del…