"L'albero" di Luigi Pirandello - Analisi, comprensione, interpretazione del testo - Approfondimenti grammaticali e lessicali

L'albero

Un povero albero, nato in un oscuro cortile, si era levato dritto spinto dal desiderio di vedere il sole e respirare l'aria libera.
Aveva avuto tanta paura, ma finalmente c'era arrivato. Le fronde della cima brillavano felici e destavano invidia alle foglie che stavano in basso prive di aria e di sole!
In tutte le stagioni, all'ora del tramonto, quell'albero si popolava di una gran quantità di uccelli, e pareva che ogni foglia avesse voce, che tutto l'albero cantasse: dalle finestre delle case i bambini assistevano ai loro giochi assordanti.
Ora avviene che il proprietario un bel giorno pensò di alzar la casa di un altro piano. E l'albero, che si era guadagnato la libertà del sole a prezzo di grandi fatiche, piegò avvilito la cima e si piegò sul tronco.
- Su! Su! - Gli gridavano i passeri, e spiccavano il volo per incitarlo più da vicino a rizzarsi.
- Su! Su! - Ma il vecchio albero non pensava che a morire! Al tramonto si raccoglievano su di lui a mille i passeri.
Ma l'albero stava morendo piegato su se stesso.
Quando muore un albero anche noi moriamo un poco.

Luigi Pirandello (Novelle per un anno) - Mondadori

Ricerca nel seguente brano le parole che non conosci e ricercane il significato sul vocabolario 

Analisi e comprensione del testo
  1. Che cosa descrive l'autore?
  2. In quale luogo si trova l'albero?
  3. Cosa desidera l'albero?
  4. Riesce nel suo progetto?
  5. Cosa accadeva all'ora del tramonto?
  6. Cosa facevano i bambini?
  7. Cosa accadde? 
  8. Come reagì l'albero?
  9. Cosa fecero i passeri?
  10. Come termina il racconto?
  • Perché l'albero muore?
  • Spiega perché è così importante per tutti noi la vita delle piante?
Approfondimenti lessicali

Individua le metafore presenti nel testo e sottolineale:

L'albero

Un povero albero, nato in un oscuro cortile, si era levato dritto spinto dal desiderio di vedere il sole e respirare l'aria libera.
Aveva avuto tanta paura, ma finalmente c'era arrivato. Le fronde della cima brillavano felici e destavano invidia alle foglie che stavano in basso prive di aria e di sole!
In tutte le stagioni, all'ora del tramonto, quell'albero si popolava di una gran quantità di uccelli, e pareva che ogni foglia avesse voce, che tutto l'albero cantasse: dalle finestre delle case i bambini assistevano ai loro giochi assordanti.
Ora avviene che il proprietario un bel giorno pensò di alzar la casa di un altro piano. E l'albero, che si era guadagnato la libertà del sole a prezzo di grandi fatiche, piegò avvilito la cima e si piegò sul tronco.
- Su! Su! - Gli gridavano i passeri, e spiccavano il volo per incitarlo più da vicino a rizzarsi.
- Su! Su! - Ma il vecchio albero non pensava che a morire! Al tramonto si raccoglievano su di lui a mille i passeri.
Ma l'albero stava morendo piegato su se stesso.
Quando muore un albero anche noi moriamo un poco.

Individua, tutti i nomi gli aggettivi qualificativi presenti nel testo e sottolineali con colori diversi.

L'albero

Un povero albero, nato in un oscuro cortile, si era levato dritto spinto dal desiderio di vedere il sole e respirare l'aria libera.
Aveva avuto tanta paura, ma finalmente c'era arrivato. Le fronde della cima brillavano felici e destavano invidia alle foglie che stavano in basso prive di aria e di sole!
In tutte le stagioni, all'ora del tramonto, quell'albero si popolava di una gran quantità di uccelli, e pareva che ogni foglia avesse voce, che tutto l'albero cantasse: dalle finestre delle case i bambini assistevano ai loro giochi assordanti.
Ora avviene che il proprietario un bel giorno pensò di alzar la casa di un altro piano. E l'albero, che si era guadagnato la libertà del sole a prezzo di grandi fatiche, piegò avvilito la cima e si piegò sul tronco.
- Su! Su! - Gli gridavano i passeri, e spiccavano il volo per incitarlo più da vicino a rizzarsi.
- Su! Su! - Ma il vecchio albero non pensava che a morire! Al tramonto si raccoglievano su di lui a mille i passeri.
Ma l'albero stava morendo piegato su se stesso.
Quando muore un albero anche noi moriamo un poco.

(lavoro adatto ad una classe quinta della scuola primaria)

Visualizza e stampa

Potrebbero interessarti:

Lettura e comprensione del testo

Il testo narrativo

Il testo descrittivo

Grammatica

L'aggettivo qualificativo

La metafora

Commenti

Post popolari in questo blog

Argomenti stagionali: brevi unità didattiche relative all'autunno.

I nomi concreti e i nomi astratti

Testi utili per il riassunto

I nomi difettivi, sovrabbondanti, invariabili: spiegazioni ed esercizi per la scuola primaria.

Analizzare e comprendere un testo poetico: "San Martino" di Giosuè Carducci: poesia, prosa, biografia dell'autore - Analisi, comprensione, commento, illustrazione del testo.

Esercizi di analisi grammaticale per la classe quinta

Verifica di analisi grammaticale per la classe quarta della scuola primaria. - Schede stampabili

Esercizi di analisi logica per la scuola primaria

Grammatica italiana: i nomi. Spiegazioni ed esercizi per la scuola primaria. - Schede stampabili delle unità didattiche.

Le origini della nascita della Terra: il Big Bang.