Analisi e comprensione di un testo umoristico





La carota e la cipolla

La carota era molto invidiosa della cipolla e diceva per me non piange mai nessuno. Mi tagliano a pezzetti e a fettine, mi pelano, mi friggono, mi grattugiano, me ne fanno di tutti i colori e mai uno che pianga per me. Avete mai visto qualcuno piangere per una carota?
Non che le cipolle abbiano un destino migliore della carota, anche loro vengono affettate, bollite, arrostite, fritte e soffritte, mangiate anche crude nell'insalata, ma almeno tutti piangono per loro. Non c'è un cuoco o cuoca che non gli vengano gli occhi lucidi mentre si mette a tagliare una cipolla. Che cosa avrà mai la cipolla per essere così compatita?

Luigi Malerba

Analisi del testo

Rispondi alle domande
  1. Perché la carota era invidiosa della cipolla?
  2. Perché la carota non disse alla cipolla?
  3. Perché, secondo te, tutti piangono per la cipolla?
  1. La carota era invidiosa della cipolla perché tutti piangevano per lei.
  2. La carota non disse mai nulla alla cipolla perché la incontrava dappertutto.
  3. Secondo me tutti piangono per la cipolla perché quando la affetti esce un liquido che fa venire le lacrime agli occhi.

La carota e la cipolla di Luigi Malerba

Link correlati a questo post:



Commenti

Post popolari in questo blog

Il testo narrativo fantastico: "Babbo Natale e le renne", scheda con lo schema del lavoro.

L'albero di Natale (leggenda) - Analisi del testo

Riflettere sul vero significato del Natale

"La stella cometa" - La poesia, il lavoro in classe.

Babbo Natale e le renne - Scheda di verifica per la lettura e la comprensione del testo: I bimestre classe terza,

Comprendo, illustro, memorizzo la poesia "Regalo di Natale"

"E' Natale" di Ercole Bonjean

I migliori racconti di Natale del sito "Didattica scuola primaria"

Racconto di Natale: "A letto con la febbre" di Ercole Bonjean

I nomi concreti e i nomi astratti