DIDATTICA SCUOLA PRIMARIA

Didattica Scuola Primaria di Ercole Bonjean

Didattica della lingua italiana - Didattica della Storia - Didattica della Geografia - Didattica della matematica - Il metodo globale fonematico - Esercizi di grammatica - Testi di vario tipo - Prove di verifica - Lettura e comprensione del testo - Ortografia - Schemi per la costruzione del testo - Schede di dettati svolti in classe - Schede di valutazione delle competenze - Aspetti normativi e deontologici della funzione docente - Il testo poetico: analisi ed interpretazione, schemi di lavoro, schede.

venerdì 9 maggio 2014

Saper costruire un testo adeguato al destinatario. Tema: "La gita".














Saper costruire un testo adeguato al destinatario

Scriviamo e leggiamo i seguenti testi.

(1) La gita

Mia madre mi svegliò dicendomi:
- Sveglia poltrona!
Proprio così. Io non capisco perché una parte così comoda! deve essere usata per insultarmi. Comunque mi alzai, mi preparai e mi diressi, mi dirigei o come cavolo si dice al passato verso la scuola e il pullman. La gita per il Resegone è stata un divertimento unico dalla partenza al rientro. Infatti il baccano è stato irrefrenabile.
L'autista, tipo scontroso e suscettibile, ha scatenato una serie infinita di proteste. Ma chi l'ascoltava! Era un tale rompi! Che risate! Che stupidate! Non ce la facevamo più dal ridere! Persino gli insegnanti ridevano a più non posso.

(2) La gita

Quella mattina la mia mamma mi svegliò:
- Svegliati, pigrona!
Io mi girai dall'altra parte, ma poi ricordai che dovevo andare in gita con i miei compagni di classe e senza perdere tempo mi alzai e mi preparai.
Mi diressi, o dirigei, devo controllare la grammatica sul corretto uso dei verbi, verso la scuola. Il pullman era già arrivato.
La nostra gita verso il Resegone fu tutta un divertimento. Tra canti e baccani non riuscivamo più a frenarci. L'autista che, a dire il vero, era un tipo particolarmente suscettibile e scontroso, continuava a rimproverarci e a protestare, ma noi non gli davamo retta. Eravamo così impegnati a ridere che avevamo coinvolto anche gli insegnanti.

Confrontiamo i due testi e consideriamo gli elementi della comunicazione.

Qual è l'argomento dei testi?

L'argomento dei testi è la gita.

Chi è il destinatario del primo testo?

Il destinatario del primo testo è un compagno di scuola.

Chi è il destinatario del secondo testo?

Il destinatario del secondo testo è un insegnante.

In che cosa sono diversi i due testi e perché?

I due testi sono differenti perché sono diversi i destinatari del messaggio.

E' diverso il contenuto dei due testi?

No, il contenuto dei due testi non è diverso.

IN SINTESI

Un testo deve essere adeguato al destinatario, ciò determina uno stile (codice linguistico a forma) diverso.
Per compito scrivi sue testi, uno rivolto al maestro e uno rivolto ad un tuo compagno di scuola sul seguente argomento:
“Uno scherzo troppo pesante”.

Link correlati a questo post:

Il testo narrativo

Raccolta di temi

Visualizza e stampa con Google Docs

Se questo post ti è piaciuto, condividilo su FaceBook, Twitter o Google Plus
Se non hai trovato quello che cercavi, cerca nel sito

0 commenti:

Posta un commento