"Ninna nanna", filastrocca popolare toscana (a rima baciata)

Ninna nanna

Ninna nanna, sei e venti
il bambino mette i denti,
e ne mette una dozzina
fra stasera e domattina.
Ninna nanna, sette e venti,
il bambino s'addormenti,
s'addormenta e fa un bel sonno
e si sveglia domani e giorno.
Ninna nanna, otto e dua,
il bambino ha tanta bua,
ha la bua e guarirà,
la Madonna l'aiuterà.

Filastrocca popolare toscana

Link correlati a questo post:

Antologia

Racconti e poesie d'Autore

Visualizza e stampa con Google Docs

Post più popolari

La primavera

Poesia di primavera: "Brilla nell'aria" di Giacomo Leopardi

Ritorna la primavera - Brano tratto da "Il Gigante Egoista" di Oscar Wilde - Lettura e comprensione del testo - Approfondimenti grammaticali

L'aggettivo qualificativo: spiegazioni ed esercizi - Schede stampabili

Geografia - Le regioni d'Italia - Il Lazio - Spiegazioni e prova di verifica per la classe quinta della scuola primaria

Dettato: "Aspetti della primavera in campagna". Spunti grammaticali.

Esercizi di analisi grammaticale per la classe quinta

Primavera di Giovanni Pascoli

Verifica di analisi grammaticale per la classe quarta della scuola primaria. - Schede stampabili

Scienze: classe seconda scuola primaria. Le caratteristiche degli animali.