Il testo argomentativo: "I compiti per casa sono davvero necessari?" - Traccia del lavoro, il tema svolto.










Tema

I compiti per casa sono davvero necessari?

Traccia del lavoro

Introduzione

Introduco l'argomento con una mia opinione.

Svolgimento

Argomenti a favore
  • E' un esercizio che ci aiuta a comprendere meglio il lavoro svolto a scuola.
  • Si approfondiscono gli argomenti svolti in classe.
  • Svolgendo i compiti ci rendiamo conto di cosa non si è capito durante la lezione.
  • Studiare le lezioni ci permette di memorizzare e di rielaborare ciò che è stato spiegato dagli insegnanti.
  • I compiti sono necessari perché ci aiutano ad essere autonomi, ad imparare a cavarcela da soli.

Argomenti a sfavore
  • I compiti non devono occupare troppo del nostro tempo libero.
  • I compiti ci devono interessare.
  • Anche se utili molto spesso per noi sono un sacrificio.
Conclusione

Termino con un commento che sintetizza l'argomento.

Tema

I compiti per casa sono davvero necessari?

Che noia, altri compiti da fare! Quasi tutti i giorni tornando da scuola ci sono degli esercizi da svolgere. Ogni tanto mi chiedo se i compiti sono davvero necessari e mi rendo conto che, anche se a volte sono noiosi, ci permettono di comprendere e memorizzare ciò che è stato svolto la mattina. Spesso noi bambini pensiamo che i compiti siano solo una perdita di tempo, invece ci aiutano ad esercitarci e servono a dimostrare ciò che abbiamo capito; se invece non comprendiamo qualcosa riusciamo a dimostrarlo sempre attraverso gli esercizi per casa e in questo caso i maestri ci aiutano a superare le nostre incertezze. Negli anni passati per fare i compiti avevamo bisogno della presenza e dell'aiuto costante di un adulto, mentre adesso che siamo cresciuti siamo in grado di eseguirli da soli dimostrando di aver raggiunto maggiore autonomia. Anche adesso, qualche volta è piacevole e utile avere un piccolo aiuto da parte della mamma. I compiti però non devono occupare troppo tempo affinché gli alunni possano svolgere attività di svago, infatti i nostri maestri non cene assegnano mai troppi e se a volte la quantità di compiti è eccessiva è perché probabilmente ci siamo organizzati male.
In questa situazione mi sono trovata anch'io soprattutto in quarta elementare. Molte volte prima di fare i compiti io mi lamento un po' perché preferisco giocare e perché anche se sono un dovere non sono affatto divertenti e per noi bambini sono un piccolo sacrificio. A volte io per trovare un pretesto per non fare i compiti ripeto più e più volte che sono troppi ma in realtà non è vero, è solamente un mio capriccio. Ogni tanto per convincermi a concentrarmi su un esercizio per casa penso che questo sia il mio lavoro; la mamma va in ufficio, il papà aggiusta i condizionatori ... e io faccio i compiti e vado a scuola.
Insomma come tutti i lavori i compiti sono davvero utili, ma, diciamo la verità, anche un po' noiosi!

(Arianna, classe quinta, II quadrimestre)

Link correlati a questo argomento:




Commenti

Post popolari in questo blog

Argomenti stagionali: brevi unità didattiche relative all'autunno.

Che cos'è la storia?

Che cos'è la geografia?

L'autunno

Poesie sull'autunno

Primi giorni di scuola in classe quarta - italiano

Schema utile alla descrizione di un ambiente naturale.

L'autunno (disegni, frasi, fumetti)

Esercizi di analisi grammaticale per la classe quinta

Verifica di analisi grammaticale per la classe quarta della scuola primaria. - Schede stampabili